Gomme Moto, come mantenerle in efficienza?

Oggi buona parte dei motociclisti cerca dalla propria moto velocità e prestazioni “limite” trascurando l’aspetto più importante della sicurezza attiva: le gomme, unico punto di congiunzione tra la ricca cavalleria del motore e la strada, elemento che non deve essere mai trascurato o preso poco in considerazione.

La tecnologia adottata sulle moto da qualche anno ha fatto passi da gigante, ormai non fa più impressione vedere girare per strada “bolidi” uguali a quelli utilizzati da Valenti Rossi o Loris Capirossi in MOTO GP, le moto del nuovo millennio sono concepite e costruite per regalare al pilota il puro piacere di guida e la sicurezza in tutte le condizioni.

Una volta 100 cavalli per una 600 cc sembravano quasi impossibili ma invece adesso sono facilissimi da trovare in qualsiasi moto. Pertanto è molto importante non trascurare la tenuta di strada e quindi le gomme.

Come distinguere una gomma USURATA da una INVECCHIATA?

Gomma usurata

La gomma usurata, come dice la stessa parola, è facilmente riconoscibile perché caratterizzata da un evidente stato di usura del battistrada o da sfaldamenti dovuti al chattering della moto, ovvero le oscillazioni rapide della sospensione che si comprime e si estende in maniera ciclica quando la moto è inclinata.

Ovviamente questo è un fenomeno che si manifesta solo alle alte velocità.

Guidare con una gomma in questo stato può essere molto pericoloso, perchè limita la sicurezza della moto sia in condizioni di bagnato che di asciutto. Neanche l’ABS potrà esservi di aiuto con queste gomme.

Gomma invecchiata

Una gomma invecchiata è più difficilmente riconoscibile rispetto ad una usurata. Questo perchè la gomma sembra ancora buona, come appena acquistata, ma in realtà nasconde delle insidie che il motociclista esperto avverte, ma il guidatore comune potrebbe sottovalutare.

Per riconoscere quindi una gomma invecchiata bisogna analizzare il comportamento della moto su strada. Se questa tende a perdere facilmente aderenza o slittare in accelerazione allora è probabile che la gomma sia da cambiare. Ma per esserne certi bisogna guardarla da vicino. Se si presenta crepata e molto dura, anche dopo numerosi chilometri (quindi non va in temperatura), allora è davvero arrivato il momento di sostituirla.

Qual’è la vita media di una Gomma?

Le gomme moto dopo un certo periodo, che può andare da 7 mesi ad un anno e mezzo (dipende dal tipo di mescola), si induriscono o “cristallizzano”(fenomeno che si manifesta quando le gomme subiscono ripetutamente shock termici) e così facendo perdono quella che è la loro elasticità meccanica, fondamentale per una buona tenuta di strada.

Quantizzando in chilometri sarebbe bene non superare i 6/7mila chilometri per le moto sportive, mentre per gli scooter si può tirare avanti sino ad un massimo di 12mila.

4 commenti

  1. Salve Marzia. Pere pressioni corrette l'ideale sarebbe fare riferimento a ciò che è scritto sul libretto di uso e manutenzione. In generale,per utilizzo stradale,è consigliabile una pressione di 2,3 anteriore e 2,5 posteriore

  2. Ammetto di non aver compreso a pieno il fine della tua domanda... tuttavia posso confermarti che le gomme usate al 10% si svalutano almeno del 30% rispetto al prezzo di vendita che NON è quello di listino. Il miglior prezzo di vendita per gli pneumatici nuovi solitamente si trova online tramite gommadiretto.it Ciao!

  3. Vi contatto da Lamezia Terme CZ, avrei bisogno di valutare i prezzi di gomme usate al 10%, e nuove prezzi al rivenditore, per moto da strada, motard e cross, le misure sono: 160/55/17, oppure 170/55/17 per cerchio 16 e mezzo, grazie 3394608329

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *