Tute Moto, cadere in sicurezza

Le tute, adoperate per lo più nelle gare motociclistiche, avvolgono il corpo come una seconda pelle dando al centauro la sensazione assoluta di libertà di guida una volta inforcata la moto.

Ricche di protezioni ed accorgimenti per la sicurezza, le tute sono le migliori alleate dei motociclisti in caso di cadute. Dal punto di vista della sicurezza non le batte nessuno, ma ahimè costano molto, tuttavia gli amanti della pista non potranno farne a meno.

Sono presenti nel mercato due tipi di tute: quella intera e quella spezzata

Tuta intera

Studiata per garantire la massima sicurezza in pista, è dotata di protezioni in materiale termocomposito per spalle, gomiti e ginocchia.

Le tute sono altamente resistenti agli urti e alle abrasioni. Nei prodotti di qualità superiore non è difficile trovare inserti in carbonio o titanio che garantiscono sicurezza e solidità.

Tanto sicura e comoda in sella alla moto, quanto limitante nei movimenti e scomoda una volta scesi. Ma ovviamente questa è realizzata per un uso prettamente “pistaiolo”, anche se non è difficile vedere qualcuno che la indossa per la gita domenicale.

Tuta spezzata

Some quella intera, anche questa tuta è studiata per la pista e per offrire massima sicurezza al centauro, ma nello stesso tempo pensata per regalare un po’ di confort una volta scesi dalla moto. L’ideale per tutti coloro che non vogliono rinunciare alla sicurezza pur non sacrificando il confort.

Il suo utilizzo è molto semplice, basta sganciare la cerniera che c’è tra la vita del pantalone e la parte inferiore del giubbotto, in un attimo vi ritroverete come se indossaste due indumenti separati.

Tra l’altro dal punto di vista economico queste offrono un buon compromesso accontentando così su due fronti i motociclisti più esigenti.

3 commenti

  1. E' vero. La tuta spezzata ha uno svantaggio e tanti vantaggi: il primo è la comodità; poi c'è il vantaggio di poter usare pantaloni o giacca separatamente abbinati ad altro, il fatto che non bisogna forzatamente spogliarsi tutte le volte... ..insomma: se non si usa la moto solo in pista, la tuta spezzata è un'ottima soluzione che, come scrivi tu, facilita il passaggio al giusto equipaggiamento. Ciao!

  2. Certamente le tute intere fanno più "figo" e sembrano più sicure. Io la settimana prossima però andrò ad acquistare una tuta "spezzata" in pelle. Queste ultime hanno il vantaggio di invogliare il pilota ad utilizzare un abbigliamento altamente protettivo così anche al di fuori della pista grazie al loro semplicissimo sistema di smontaggio via zip. Inoltre si risparmia anche sul prezzo... Ma non vi affidate troppo ad esso poichè è facile rischiare di incappare in prodotti scadenti e scarsamente protettivi!

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *