Un anno di monitoraggio degli incidenti motociclistici: ecco le cifre

Monitoraggio Incidenti Motociclistici - Grafici10 giugno 2008 – 10 giugno 2009 :  un anno di monitoraggio degli incidenti che vedono coinvolti i motociclisti, così come segnalati su internet, dà un quadro interessante, per quanto preoccupante, sulla sicurezza degli utenti a 2 ruote.

Per quanto la rassegna della Volkmann & Rossbach Italia (che redige una rassegna stampa settimanale degli incidenti che coinvolgono i motociclisti, grazie al supporto di TOM Agenzia di Comunicazione) ovviamente non abbia rigore scientifico, a distanza di 12 mesi la stessa azienda ha voluto provare a fare un bilancio da cui emergono trend su cui riflettere: circa il 62% degli incidenti sono accaduti al Nord, solo il 13% al sud e  il 16% al centro, e il 9% nelle isole. Oltre il 56% è avvenuto su strade urbane, mentre il 18% su strade statali, il 19% su strade provinciali, l’1% sulle strade regionali, il 4% sulle autostrade, il 2% in tangenziale.

Ma il dato che più scolvolge è quello relativo ai centauri morti a causa di impatti contro il guard rail.

Circa il 12% delle morti è, infatti, stato provocato dall’impatto contro un guardrail. I centauri deceduti sono in totale 428, mentre i feriti 242. Un quadro chiaro che fa emergere come la sicurezza dei motociclisti è importantissima, anche se i politici spesso se ne dimenticano… (fonte dati)Monitoraggio Incidenti Motociclistici - Grafici

Monitoraggio Incidenti Motociclistici - Grafici

Monitoraggio Incidenti Motociclistici - Grafici

Monitoraggio Incidenti Motociclistici - Grafici

1 Commento

  1. Salve, secondo me quando uno sale su di una moto deve essere coscente che potrebbe essere l'ultima volta che è arrivato sulla sua moto con le sue gambe, o che non rientrerà più in famiglia, con questo voglio dire che i nostri parenti automobilisti insieme ai nostri cugini camionisti, metteno la freccia a destra e all'ultimo istante girano a sinistra, non so se sono meglio o peggio di quelli che la freccia non la mettono proprio, senza parlare di quelli che sfrecciano sfiorando i motociclisti a gran velocità, con quasi del disprezzo, ciao la mia email: carl.gio@alice.it

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *