Motorini trasformati in pericolosi siluri

MOTORINI TRASFORMATI IN PERICOLOSI SILURI, MA IL GIOCO DELLE CORSE FINISCE IN UN INCIDENTE: BLITZ DELLA POLIZIA MUNICIPALE

Il gioco della corse abusive è finito con un incidente.

E gli agenti della Polizia Municipale di Camaiore non solo li hanno denunciati a piede libero, ma gli hanno anche confiscato i motorini. Il fatto è accaduto due giorni fa a Capezzano Pianore: due ventunenni, uno di Pietrasanta e l’altro camaiorese, J.G. il primo e M.P. il secondo, “stavano testando su strada, in via del Bucine, due veri e propri ‘siluri’ – come ha riferito il Comandante dei vigili urbani Carlo Palmerini – ed hanno causato un ‘incidente stradale, con tanto di feriti”. “Arrivati sul posto abbiamo subito notato che quei due ciclomotori – un Piaggio NRG e uno ZIP – proprio non erano tali”. A seguito delle maggiorazioni e delle modifiche apportate i due scooter erano stati trasformati in veri e propri veicoli da corsa, con una cilindrata ben superiore a cinquanta, “quasi cento”, e capaci di raggiungere una velocità di oltre 130 chilometri orari.

Dagli attenti controlli effettuati dal personale della Polizia Municipale è stato accertato anche che uno dei due mezzi era privo del numero di telaio e per questo la Polizia Municipale di Camaiore sta effettuando verifiche accuratissime per capirne la provenienza. Come se non bastasse gli agenti hanno accertato che entrambi i due motorini erano privi dell’ assicurazione. E li sono scattati i guai per tutti e due i ragazzi, ai quali non solo sono state contestate le sanzioni per la mancanza dell’assicurazione e dell’immatricolazione, ma anche quella per il divieto di gareggiare in velocità con i mezzi a motore, che prevede la denuncia alle Autorità Giudiziarie, la sospensione della patente da uno a tre anni e il sequestro ai fini della confisca dei veicoli. Nel corso dei controlli sul territorio i vigili di Camaiore hanno anche ritirato una patente un pietrasantino di trenta anni, S.M., che viaggiava sul viale Colombo al Lido sulla corsia di sinistra, all’inglese: “lo abbiamo sottoposto all’alcotest, e il tasso era di 2,45%, perciò è scattata la confisca”. “Grazie alla professionalità di tutto il mio personale – ha riferito Palmerini – stiamo riuscendo nello scopo prefissatoci, quello di dare un segnale ben preciso a chi, in barba alle regole del Codice della Strada, crea pericolo alla circolazione”. I controlli ovviamente continueranno quotidianamente, anche in borghese.

via Motorini trasformati in pericolosi siluri.

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *