Roma e’ la citta’ europea con la piu’ alta concentrazione di veicoli a due ruote

”Roma e’ la citta’ europea con la piu’ alta concentrazione di veicoli a due ruote, sono circa 400.000 i motociclisti che ogni giorno si muovono sulle strade della Capitale”. A parlare il vicesindaco di Roma, Mauro Cutrufo, alla conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa ”Due ruote in Vaticano” che si svolgera’ domenica 4 ottobre.

”La sicurezza stradale – ha detto Cutrufo che e’ Presidente dell’Associazione Parlamentare Amici delle due ruote – e’ un tema centrale per ogni amministrazione, lo e’ ancora di piu’ in una citta’ come Roma, che e’ la piu’ grande d’Europa. Io stesso, che ho fatto parte della Commissione Trasporti della Camera dei Deputati per cinque anni mi sono sempre occupato della materia, sia come appassionato delle due ruote, essendo motociclista, che come legislatore. Ho fatto diversi interventi legislativi elaborati anche con la collaborazione delle vostre associazioni. Anche Campidoglio sta facendo un grosso sforzo per ridurre il numero di incidenti stradali a Roma e migliorare la sicurezza nelle vie della Capitale”. ”Il vostro impegno sulle strade della Capitale – ha detto ancora Cutrufo – e’ prezioso e di grande supporto alla cittadinanza. Penso ai vigili urbani, alla polizia, ai carabinieri, a tutte le forze dell’ordine impegnate sulle strade ed alle tante iniziative, alcune in essere, come quella che presentate qui oggi, altre in standby come il moto soccorso. In molte zone d’Italia con l’ambulanza a due ruote con il rianimatore in sella, e’ possibile agire con tempestivita’ salvando molte vite umane ed e’ per questo che questo tipo di intervento andrebbe sostenuto anche dalle amministrazioni”.

”Apprezzamento dunque per il progetto che presentate oggi – ha concluso Cutrufo rivolgendosi agli organizzatori dell’iniziativa – che vede coinvolti motociclisti che girando l’Europa si faranno promotori di un forte messaggio sulla sicurezza stradale. Sono convinto che solo con una strategia comune a livello europeo, si potra’ risolvere il problema della sicurezza stradale”.

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *