Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Bollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionaliBollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionali Ogni Regione che ha applicato esenzioni o pagamenti ridotti dovrà attenersi alle disposizioni del Governo. Si teme il caos La norma sul pagamento del pieno importo per moto di interesse storico - quindi con periodo di immatricolazione tra i 20 ed i 29 anni- è ormai Giurisprudenza. La corte di Cassazione ha eliminato con una sentenza le varie deroghe regionali, con le quali, ogni...

Leggi tutto

ROMA: Moto contromano sulla Tangenziale Est

Categoria : Blog, News

motoMoto contromano sulla Tangenziale Est: un morto, ferito il senatore De Gregorio. Fuori pericolo il parlamentare pdl.

L’incidente alle due di notte: il motociclista si è inserito nel tratto urbano della A24, schiantandosi su un’auto

ROMA – Dopo aver percorso contromano un tratto della tangenziale est, a Roma, tra la paura degli automobilisti, un motociclista è morto in uno scontro frontale con un’auto. È successo intorno alle 2 della scorsa notte, all’altezza di via Fiorentini, nel tratto urbano della autostrada Roma-Aquila.

Nell’incidente è rimasto ferito il senatore del Pdl Sergio De Gregorio che ha riportato ferite non gravi. È stato trasportato con un codice giallo nell’ospedale Sandro Pertini. A causa del frontale il traffico ha subito qualche rallentamento. Sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia stradale e il 118.
06 ottobre 2009

Corriere.it

autoA quanto pare, leggendo le (purtroppo) numerose notizie che già da parecchi anni riportano con impressionante frequenza incidenti del genere, imboccare contromano un’autostrada o una tangenziale è molto più facile di quanto possa sembrare.

Spesso la causa è da ricercare nelle condizioni soggettive non proprio ottimali del conducente, che guida sotto l’effetto di alcol o stupefacenti. O, più semplicemente, è distratto dai casi propri, da una conversazione al cellulare o da altro. Oppure, ancora, è in età avanzata: in parecchi casi, infatti, i protagonisti di vicende simili sono uomini e donne sopra i 75 anni, probabilmente afflitti da patologie che inficiano le capacità di interpretare correttamente gli stimoli esterni e i riflessi.

Spesso la causa risiede invece, specialmente nelle regioni del Nord Italia, nella piaga della nebbia o in altri fattori che limitano la visibilità, come forti precipitazioni, scarsa illuminazione ambientale ecc.

Ma è altrettanto vero che le infrastrutture non sembrano tenere in debita considerazione il grave problema, atteso che l’unico “baluardo” predisposto per scongiurare il pericolo di indebite intromissioni dal lato sbagliato è un semplice cartello di divieto di transito, a volte preceduto da una freccia che indica la giusta direzione obbligatoria!  Veramente troppo poco, in relazione alla posta in gioco.

Da più parti e da tempo è stato proposto di dedicare una maggior attenzione al drammatico fenomeno, che continua a mietere vittime, che oggi sarebbero ancora qui se, accanto agli effimeri segnali stradali, chi di dovere avesse predisposto specifici dispositivi, studiati per avvertire con maggior efficacia dell’imminente accesso contromano. Come, ad esempio, una serie di luci lampeggianti, disposte all’imbocco degli svincoli di uscita, luci stroboscopiche lungo tutta la bretella o il raccordo e rivolte verso l’eventuale veicolo che accede contromano, per far capire chiaramente che quella direzione è vietata e che qualcosa non va.

Fotocellule e sensori annegati nell’asfalto o installati a bordo strada che, rilevando la presenza del veicolo contromano, facciano attivare pannelli luminosi dal contenuto inequivocabile, potenti segnalatori acustici, sirene ululanti e contemporaneamente inviino un allarme al casello autostradale, se c’è ed al Comando di Polizia Stradale più vicini, per far intervenire immediatamente la pattuglia sul luogo, anzichè aspettare che qualche automobilista terrorizzato, se è ancora vivo e sano, chiami il 113!

Probabilmente questi accorgimenti indurrebbero il conducente distratto o assonnato a rendersi conto del grave pericolo involontariamente creato.

barriere-automatiche-stradali2

Ancora più efficace sarebbe la predisposizione di barriere automatiche, attivate dai medesimi sensori e costituite da sbarre di plastica morbida e flessibile che, scattando all’interno della corsia e sbattendo sulla carrozzeria, segnalino vigorosamente all’incosciente di turno che deve fermarsi! Quasi sempre la consapevolezza di aver impattato contro qualcosa induce a frenare o almeno rallentare e, in questi casi, ad accorgersi della situazione.

Ma sarebbero ancora insufficienti nei confronti di chi è obnubilato da alcol o droghe o, peggio, ha deliberatamente imboccato la strada contromano in preda a delirio suicida o per sfuggire ad un inseguimento delle forze dell’ordine.

Ecco che allora interviene la necessità di impedire FISICAMENTtappeti_chiodati_03E l’accesso contromano, rendendolo materialmente IMPOSSIBILE mediante un  filtraggio successivo che, alla fine dello svincolo ed in prossimità dell’arteria interessata, blocchi definitivamente ed in extremis il veicolo con bande chiodate, la cui fuoriuscita dal manto stradale sarebbe comandata da appositi sensori solo dopo che i sistemi precedenti si siano rivelati inutili.
Ne abbiamo sinceramente abbastanza di dover leggere e sentire notizie del genere, è assurdo ed intollerabile che interi nuclei familiari continuino ad essere annientati dalla superficialità ed incoscienza di troppi criminali o imbecilli, che una persona seria, onesta, prudente, preoccupata di non essere un pericolo per sè e per gli altri, debba rimetterci la pelle per colpa di queste palle di cannone impazzite!!!

Lascia un commento