Osimo Bikers: un esempio di Motociclisti con la “testa” dentro al casco… non solo sulle spalle

Premessa

Cari bikers, noi (gli osimo bikers), essendo originari di Osimo, per definizione “storica” la città dei “senza testa”, saremo anche “krazy” e senza testa, ma quando siamo in sella alla nostra amata moto cerchiamo di viaggiare sempre con il cervello perennemente acceso. E’ Infatti ormai assodato che si può praticare questa fantastica passione, divertendosi all’infinito, anche nel pieno rispetto della nostra e altrui vita. Per questo motivo, permetteteci di ricordarvelo senza passare da presuntuosi, vi raccomandiamo di seguire alcuni semplici ma pratici consigli. Se poi ne avete di migliori, ben vengano!

Marcia su strade aperte al traffico

• Non ci stancheremo mai di ricordarvi di essere prudenti, prudenti ed ancora prudenti, onde evitare il peggio quando si incontrano persone distratte o che non hanno alcun rispetto delle regole (e quindi della sicurezza) e degli altri utenti della strada;

• Rispettate sempre la segnaletica ed i contenuti del Codice Stradale, anche quando questi sembrano rasentare il ridicolo, per non dire di peggio (lo sappiamo che alcune norme, purtroppo, sembrano scritte più con i piedi che con la testa….);

• Utilizzate sempre un casco integrale omologato e tenetelo sempre ben allacciato;

• Il casco aperto lasciatelo per poche eccezioni e per brevi tragitti, mentre il cosiddetto casco a “scodella” non è adatto alla vostra salute (se ci tenete), lascialo infatti a chi se ne frega della propria vita: non fa per voi!

• Ricordatevi di indossare sempre i guanti e le protezioni specifiche anche per brevi percorsi;

• In moto si marcia con le luci luci anabbaglianti sempre accese, anche di giorno e che questa non è solo una regola da rispettare ma una cosa estremamente intelligente per aumentare la vostra visibilità e incolumità;

• Ponete la massima attenzione a chi vi sta davanti e ponete un occhio allo specchietto retrovisore per controllare le intenzioni di chi vi segue;

• Ricordatevi che le strade aperte al traffico non sono circuiti.

La destrezza e la capacità della guida in moto non si dimostra sulle strade aperte al traffico ma nei circuiti dedicati. Ricordatevi e ricordate agli altri amici motociclisti che colui che arriva primo in un percorso aperto al libero traffico, non è il più bravo, ma il più incosciente (per non dire di peggio). La bravura non si misura infatti per strada ma in circuito!

• Per accessoriate la vostra amata motocicletta, vi consigliamo vivamente di usare esclusivamente accessori omologati in quanto in caso contrario, più che temere un verbale da parte della Polizia Stradale, i problemi che potrebbero insorge con la compagnia assicuratrice nel in caso di incidente (facciamo i dovuti scongiuri e tocchiamoci pure….), e nel caso che questa dovesse scoprire un mezzo non conforme al libretto di circolazione sarebbero estremamente maggiori…..

• Se avete voglia di scaricarvi e scaricare a terra tutti i cavalli delle vostre moto fatelo in luoghi adatti o solo in posti e strade chiuse al traffico, come i circuiti velocistici o le piste per il fuoristrada.

Protezioni

Anche se le protezioni specifiche per chi va in moto o scooter a volte sono fastidiose ed in estate fanno un caldo quasi insopportabile, ricordatevi comunque che sono estremamente importanti in caso di una malaugurata caduta (facciamo i corni e tocchiamoci pure…..).

• Indossate sempre un casco omologato e integro, della giusta misura e ben allacciato.

• Vestitevi con una tuta di buona qualità e della misura appropriata: se troppo stretta vi può limitare nei movimenti, se troppo larga le protezioni potrebbero rischiare di non fare il proprio dovere.

Queste informazioni sono state prese dal sito Osimo Bikers

3 commenti

  1. Direi che si può fare :) Potresti linkare direttamente anche altri contenuti del sito: le informazioni qui presenti sono rivolte a tutti i centauri (e non solo). Ciao!

  2. Ciao, mi occupo del sito di informazione www.vivereosimo.it Ultimamente si parla molto di sicurezza stradale, mi chiedo se posso pubblicare questo vostro contributo sul mio sito, specificando che è apparso sul sicurmoto.it Grazie

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *