Sella troppo alta: come risolvere?Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Bollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionaliBollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionali Ogni Regione che ha applicato esenzioni o pagamenti ridotti dovrà attenersi alle disposizioni del Governo. Si teme il caos La norma sul pagamento del pieno importo per moto di interesse storico - quindi con periodo di immatricolazione tra i 20 ed i 29 anni- è ormai Giurisprudenza. La corte di Cassazione ha eliminato con una sentenza le varie deroghe regionali, con le quali, ogni...

Leggi tutto

Conosci te stesso?

Categoria : Guida Sicura e Difensiva

leonardo_uomo_vitruvianoLa risposta non è scontatamente “SI”, come normalmente si pensa in questi casi. La vita moderna ci ha abituato a credere di possedere i SuperPoteri: sempre al massimo, sempre svegli, sempre di corsa. Si passano giornate intere strizzate tra casa, lavoro, studio, figli, mogli, mariti, suocere, cani, bollette, riunioni condominiali e sedute dallo strizzacervelli. Nel tempo che resta si pensa alle nostre passioni, hobby e divertimenti: la vita, insomma. Le energie non sono infinite però…

(Questo discorso vale anche per chi si può permettere di passare le giornate a pettinare le bambole o a fare shopping. Leggi più avanti, ndr)

Non sto parlando della solita stanchezza. Mi riferisco alla capacità di combattere, della resistenza, del morale, dell’equilibrio, della forza d’animo, della memoria, dell’udito e della vista: dell’abilità nel pilotare, insomma, nel vero senso del termine.

Gatto-SpecchioLa condizione psico-fisica è un elemento essenziale nella sicurezza alla guida. Per i motociclisti è ancora più vitale. Guidare la moto comporta un notevole lavoro del corpo e della mente, molto più che in auto. No, non bisogna farsi fare una TAC ogni volta che si vuole guidare la moto! Il brevissimo test comporta pochi secondi di “autodiagnosi” che poi diventa un’automatica e quasi involontaria (buona) abitudine. Nessuno è sempre al massimo.

Conoscere se stessi comporta la capacità di rendersi conto delle proprie condizioni in modo veloce e immediato. La prima caratteristica di un buon motociclista è la capacità di non partire o di fermarsi se ha problemi temporanei. Dopo una pausa (anche breve), infatti, il problema potrebbe anche risolversi da se.

Casey StonerUn buon esempio ce l’ha dato recentemente Casey Stoner: aveva un problema e si è fermato. Si è preso una pausa, un periodo di riposo, ha risolto la difficoltà ed è tornato vincente! Certo non ha potuto vincere il campionato, ma intanto ha evitato di fare figuracce e – soprattutto – si è salvato la pellaccia.

Nella vita comune i temporanei impedimenti alla guida della moto possono essere molto più piccoli (ma molti di più). Essi intervengono pericolosamente anche nei brevi tragitti. Insomma, non necessariamente durante un lungo viaggio. Non si tratta di “quanto”, ma “come”.

Verifica quanto sei autocosciente.
Aiutati con l’elenco che segue e verifica se il tuo comportamento è (o è stato) corretto. Attenzione: la lista non è completa! E’ solo un valido esempio. Se ritieni, contribuisci segnalando un nuovo elemento commentando l’articolo.

  • Rabbia: se hai appena litigato con qualcuno, hai ricevuto una brutta notizia, ti è morto il gatto, il capo ti ha licenziato, etc. Aspetta qualche minuto prima di saltare in sella. Fai due passi, rifletti, fai una telefonata, parla con un amico, vai in un bar, prendi un 2 di picche con la prima che passa. Lasciamo ai box i problemi, sulla moto non c’è abbastanza spazio per portarseli dietro. Torneremo a imprecare allegramente una volta arrivati a destinazione.
  • Dorian GrayStress: qualunque sia la causa, dobbiamo fare attenzione al livello di tensione che ci portiamo dietro. Bisogna stare attenti all’effetto soporifero, fotofobico e stressante che ne consegue. Ci si prosciuga le riserve di zuccheri che sono il carburante del cervello. Si perdono le capacità reattive e si impiega molto più tempo a capire cosa accade durante la guida. Si rischia di non riuscire a frenare nei tempi previsti.
    Se ti senti un po’ addormentato, prima di tornare in sella sarebbe bene bere una bevanda (non ghiacciata) che contenga zuccheri, fare una breve corsa a piedi, parlare di argomenti stupidi con il primo che passa.
  • BimotoEuforia: hai appena comprato il cellulare più figo della galassia? La ragazza più gnocca del mondo ha accettato la tua proposta indecente? Evita di spararti a manetta per andare a raccontarlo a tutti gli amici. Attendi qualche minuto, non farti sopraffare dal bambino che è in te: quando sali sulla moto sei un guidatore che mette in strada la vita, non interessa a nessuno se hai appena vinto al superenalotto… piuttosto pensa a portare a casa la pellaccia tutta intera per poi saltare di gioia sul materasso (da solo o con chi vuoi)
  • Gatto-SpecchioComplesso d’inferiorità: in compagnia non devi dimostrare a tutti quello che sai fare con la moto. Questo tipo di pensiero è tipico dei perdenti. Gli altri, soprattutto i vincenti, se ne accorgeranno e ti derideranno, anche se ti sembra di essere “figo”: rischierai di farti male senza guadagnare un solo punto in reputazione.
  • alterazioneAlcol e droghe: sono sostanze che alterano la percezione degli eventi e della realtà. L’alcol e la droga possono esaltarti e farti credere di essere veloce, capace e immortale. In realtà si tratta di un illusione: l’effetto è esattamente contrario. Il corpo e la mente si sforzeranno oltre il loro limite, ma con scarsissimi risultati. Le conseguenze possono essere terribili anche se non si va a sbattere. Il primo effetto fisico attivo dell’alcol e della droga, infatti, consiste nel disidratare chi ne fa uso. La mancanza di liquidi potrebbe causare malori e svenimenti.
  • MotogirlCrampi, dolori e formicolii vari: Può capitare anche ai più sani. Normalmente i crampi sono dovuti allo squilibrio di calcio/sodio o potassio/magnesio, carenza di vitamina C o al semplice freddo. Il formicolio è dato da una scarsa circolazione del sangue dovuta il più delle volte alla posizione di guida. Il consiglio è di fermarsi, bere liquidi (analcolici!), distendere la parte dolorante in modo da agevolare la circolazione sanguigna. Evitiamo i multi-vitaminici se non siamo sicuri di quello che ci manca.
  • pisoloStanchezza: molti credono che per combattere la stanchezza sia utile viaggiare più velocemente e/o intraprendere percorsi più impegnativi, in modo da svegliarsi un po’: nulla di più falso. E’ vero che in questo modo mettiamo in circolo l’adrenalina, ma nel frattempo andiamo stressando ulteriormente il nostro fisico e la nostra mente.
    L’adrenalina è un’arma a doppio taglio
    : sotto il suo effetto siamo più reattivi, ma non appena ci rilassiamo un solo attimo, in un tratto di 300 metri di strada dritta (per es.), al calare di questa sostanza sopraggiunge il colpo di sonno improvviso, imprevedibile e incontrastabile.

Rossi-brain

Quando la fatica ci attanaglia dobbiamo assecondarla e fermarci a riposare. In un breve viaggio possiamo fare tante piccole soste per arrivare fino in fondo.  In un viaggio lungo è comunque consigliabile fare una sosta ogni 2 ore al massimo. In caso di difficoltà vale la pena fermarsi a dormire da qualche parte. Meglio arrivare tardi che non arrivare mai!

Commenti (5)

Vorrei sapere xke’ in questa guida usi un linguaggio cosi’ morbido e filosofico… invece di fare uso di filmati shockanti e di parole forti

Capisco che cmq il risultato e’ lo stesso però in qst modo devi scrivere molto D+!

Ilaria,
Il mio linguaggio è (come giustamente dici tu) “morbido”, ma c’è un motivo.

Chi veramente e maggiormente ha bisogno di questi consigli: normalmente non farebbe caso a i “soliti” filmati shock, no. Quelli si notano soprattutto dopo aver subito le conseguenze di una brutta esperienza.

In questa guida, invece, tento di restare legato alla realtà senza straripare in “paroloni” o esempi che vanno fuori dalla normale concezione della guida della moto da parte dei più.

Se pubblicassi contenuti shock.. la maggior parte di chi legge penserebbe: “questi sono i consigli per *gli altri*, quelli che si ammazzano, ma non per me”.

Ecco: non intendo essere invadente dicendoti che “quelli che si ammazzano” siamo noi, tutti noi: a partire da me bruce0wayne.

Intendo fare in modo che questo messaggio passi “tra le righe”, ma che passi!
Diversamente resterebbe confinato in queste pagine, a solo appannaggio di chi già conosce la chiave di tutto …in altre parole: inutile.

Ti ringrazio per la domanda.

Ciao!

[...] analcolica. Viaggiare in moto provoca sudorazione anche d’inverno, figuriamoci d’estate. Il rischio disidratazione è sempre dietro l’angolo. In caso di sete una breve sosta e la bottiglietta risolvono il problema. Ricordiamo che la [...]

Grazie per questa guida, ne farò tesoro.
Sono pienamente d’accordo con te sul fatto che il linguaggio morbido viene letto e assorbito molto meglio del video shock che uno per non vomitare salterebbe a piè pari.
Spero di non fare guai con la mia futura motina : )

Ho visto il vostro sito web solo ora, vi ammiro moltissimo per questa vostra iniziativa sulla sicurezza stradale.

Lascia un commento