Brembo “Automatic Fit Belt” – il casco come una cintura di sicurezza

Vi segnaliamo un nuovo tipo di casco, con sistemi di sicurezza e comfort innovativi, che ci auguriamo siano d’ ispirazione alle altre case Costruttrici.

L’azienda produttrice (New Max, in collaborazione con Brembo) è piemontese, ma come ben sappiamo esporta in tutto il mondo.

Si tratta di caschi pensati per un uso cittadino, studiati per rendere più pratico possibile l’utilizzo un accessorio come il casco,  indispensabile per tutti i motociclisti/scooteristi, anche e soprattutto in città.

Diamo un’occhiata, traendo le informazioni direttamente dal sito del Produttore:

“Innovativo sistema automatico di chiusura per i caschi Brembo prodotti dalla italiana New Max s.r.l.

L’allacciatura Automatic Fit Belt, di cui è stata depositata domanda di brevetto da Brembo e Newmax, è stata sviluppata da Sabelt – azienda del gruppo Brembo – leader mondiale nella progettazione e nella produzione di cinture di sicurezza, di sedili e di abbigliamento tecnico per il racing. I caschi sono di due tipi: integrale e jet.

  • Due ruote per viaggiare, un solo pulsante per farlo in sicurezza:

L’idea della nuova allacciatura Automatic Fit Belt è nata dalla constatazione che molti motociclisti e scooteristi indossano e tolgono il casco più volte al giorno per i brevi spostamenti urbani, spesso allacciandolo non correttamente, o addirittura lasciandolo slacciato. Per facilitare questa operazione molto importante per la sicurezza, i caschi Brembo hanno un cinturino continuo che finisce in un avvolgitore: in questo modo i motociclisti, premendo un solo tasto, potranno far aderire perfettamente al sottomento il cinturino, che si bloccherà automaticamente nella posizione di corretta misura e tensione per la miglior sicurezza e comodità.

Il cinturino è più largo rispetto a quelli esistenti sul mercato, misura infatti 3 cm ed è in materiale setoso skin-friendly, che permette maggiore confort. Il profilo del casco integrale è stato disegnato con una visiera, denominata extra space, asimmetrica rispetto alla curvatura della calotta. La finalità di questo nuovo disegno è, soprattutto, quella di minimizzare la sensazione di claustrofobia di cui molti motociclisti si lamentano indossando gli attuali caschi integrali, e di aumentare sensibilmente il campo visivo del guidatore, requisito molto importante per la sicurezza stradale. In questo modo i caschi Brembo potrebbero incentivare l’utilizzo degli integrali nella circolazione urbana.

  • La visiera: meno claustrofobia, migliore visibilità:

Il profilo del casco integrale è stato disegnato con una visiera, denominata extra space, asimmetrica rispetto alla curvatura della calotta. La finalità di questo nuovo disegno è, soprattutto, quella di minimizzare la sensazione di claustrofobia di cui molti motociclisti si lamentano indossando gli attuali caschi integrali, e di aumentare sensibilmente il campo visivo del guidatore, requisito molto importante per la sicurezza stradale. In questo modo i caschi Brembo potrebbero incentivare l’utilizzo degli integrali nella circolazione urbana.

  • Profili catarifrangenti: (obbligatori in Francia, ad esempio)

Tutti i caschi Brembo avranno sul retro alcuni elementi catarifrangenti per migliorare la visibilità e quindi la sicurezza del motociclista durante le ore notturne.

  • Tutti i caschi Newmax sono omologati alle norme di sicurezza ONU-ECE 22-05, ed i processi produttivi sono certificati ISO 9001:2000.

Ecco qui dal sito New Max, la pagina dedicata.

“Leader incontrastata nella fascia di caschi d’alta gamma, oggi New Max s.r.l. rappresenta la punta più avanzata nel settore dell’innovazione tecnologica applicata ad un prodotto che, sotto l’aspetto effimero dell’estetica, nasconde l’estrema sicurezza della qualità.”

Prezzi indicativi di 250€ per il jet e di 350€ per l’integrale.

  • La nostra opinione

Apprezziamo molto la sensibilità alla Sicurezza del Motociclista mostrata dalla Brembo e dalla New Max. Riteniamo che il prodotto sia molto valido per un utilizzo cittadino e che davvero possa incentivare l’utilizzo del casco integrale per i percorsi urbani, nonostante i prezzi.

Speriamo che lo stesso tipo di impostazione e gli stessi sistemi brevettati dalla Brembo/New Max, vengano adottati anche da altre Case, ma soprattutto che ciò che riguarda sistemi di sicurezza non venga considerato un “accessorio d’alta gamma”. L’accessibilità a questo tipo di tecnologia, come fu a suo tempo per gli Airbag delle auto, è giusto che sia al più presto per tutti. La stessa cosa ci viene in mente pensando all’abbigliamento con Airbag intergato e agli Airbag per moto (test Goldwing).

3 commenti

  1. La stessa "accusa" potrebbe allora essere fatta a milioni di siti che pubblicano notizie che ritengono di interesse pubblico... Non bisogna sempre interpretare le cose secondo una visione "affaristica", non abbiamo alcun rapporto di "economico" con Brembo nè con Dainese, nè con Honda, nè con i produttori di Guard-Rail. Pubblichiamo notizie di tutti i Marchi di cui citiamo le novità che ci sembrano interessanti. Le "news" non sono di per sè stesse pubblicità. E ti assicuro che marchi di cui parliamo, inoltre, ricevono sia elogi che critiche - quando le riteniamo opportune. Personalmente trovo geniale e super-pratico il tipo di casco creato a marchio Brembo, ecco il perchè del mio articolo. Le notizie non sono pubblicità. Al pari, e con disinteresse, solo analizzando dei fatti e delle iniziativa, citiamo tutte le Organizzazioni, Associazioni (AMI, CM, Enti vari, etc.) che si muovono nel mondo moticiclistico. E neanche questa è pubblicità, è informazione - sovente con nostre valutazioni e commenti. Grazie, in ogni caso, per l'apprezzamento del buon lavoro svolto finora. ;)

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *