Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Bollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionaliBollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionali Ogni Regione che ha applicato esenzioni o pagamenti ridotti dovrà attenersi alle disposizioni del Governo. Si teme il caos La norma sul pagamento del pieno importo per moto di interesse storico - quindi con periodo di immatricolazione tra i 20 ed i 29 anni- è ormai Giurisprudenza. La corte di Cassazione ha eliminato con una sentenza le varie deroghe regionali, con le quali, ogni...

Leggi tutto

Commissione UE: moto più sicure e airbag obbligatorio

Categoria : News, Normative e Leggi

Motociclette “anti-manomissione” con ABS di serie. I motociclisti indossino l’airbag

È uscito da poco il 4° Piano d’Azione sulla Sicurezza Stradale della Commissione Europea. L’argomento principale sono gli incidenti stradali, in particolare quelli mortali. L’obiettivo è ridurli di un ulteriore 50% rispetto ai precedenti propositi.

Tra le principali cause degli incidenti vengono citate: lo stato d’ebbrezza e la velocità. Noi siamo convintissimi invece che le condizioni delle infrastrutture e della segnaletica sia ancora più importante. Non dimentichiamo nemmeno la spericolatezza e le distrazioni alla guida. Spericolati alcuni motociclisti, Sì, ma troppo distratti alcuni automobilisti. La maggior parte degli incidenti che vede coinvolte automobili e motociclette riguarda il diritto di precedenza. Non c’è bisogno di spiegare chi si fa male in questi casi, vero?

Purtroppo quando si parla d’incidenti mortali spiccano le statistiche di noi motociclisti. Preso atto della nota negativa, approfondiamo quali sono le soluzioni proposte.

  • e-call (proposto come obbligatorio): Chiamata automatica in caso di incidenti. e-call è il sistema, scelto dall’Unione Europea, per le chiamate di emergenza veicolari paneuropee che riduce sensibilmente i tempi di risposta dei servizi d’emergenza. La chiamata e-Call può essere effettuata manualmente o automaticamente grazie all’attivazione dei sensori presenti nel veicolo. In caso d’incidente viene stabilita automaticamente una chiamata d’emergenza al numero 112 via rete cellulare. Il sistema veicolare che consente la chiamata eCall creerà una connessione voce 112 con il più vicino PSAP (Public Safety Answering Point). Inoltre l’operatore PSAP potrà ricevere, oltre alla telefonata, anche un trasferimento dati minimo che include luogo, ora e descrizione del veicolo.
  • ABS: Il famigerato sistema di assistenza alla frenata. La proposta lo vede obbligatorio su tutte le nuove motociclette prodotte.
  • Luci accese automatiche. Obbligatorie sulle nuove motociclette prodotte. In realtà si tratterebbe di una presa visione, più che di una legge d’imposizione. I produttori di moto, infatti, sin dall’anno 2004 hanno iniziato a commercializzare in Europa moto dotate di questo sistema. Il semplice dispositivo, una volta acceso il motore, attiva autonomamente le luci anabbaglianti.
  • Antimanomissione. Basta moto e (soprattutto) motorini truccati. L’intenzione è quella di rivedere le norme che controllano la manomissione dei motoveicoli.
  • Nuovi standard per l’abbigliamento specifico. Qui non abbiamo capito se s’intende accantonare le norme già presenti oppure regolarizzare una situazione che a oggi appare scandalosa. Non esiste, infatti, un sistema chiaro e comprensibile per capire quali indumenti siano protettivi e quali no (clicca qui per i dettagli)
  • Obbligo di indossare gli airbag. Qui la vediamo dura, durissima. Fin quando l’obbligo riguarda “altri”, va tutto bene. Se intacca la libertà personale: il popolo insorge (leggi qui). Noi pensiamo che prima di obbligarne l’uso, forse dovrebbero impegnarsi a omologarli (a oggi vengono omologati “forzatamente” come paraschiena!) e a incentivarne l’acquisto con laute agevolazioni.
  • Revisione biennale obbligatoria. Nel nostro Paese questa regola è già in vigore, in altri Stati dell’UE no.

Di tutta risposta l’ACEM (Associazione Europea Costruttori) ha ribadito la sua volontà di eliminare dai media tutti gli spot pubblicitari che rappresentano motociclette guidate in atteggiamenti poco rispettosi delle regole o in condizioni di pericolo esplicito. (ve ne abbiamo già parlato qui)

  • L’Italia sempre fanalino di coda

Le statistiche dimostrano che nel nostro Paese la mortalità causata dagli incidenti stradali è diminuita notevolmente (di oltre il 40%), tuttavia i dati sui feriti (anche gravissimi) riportano lo stivale tricolore in fondo alla classifica della sicurezza.

  • Infrastrutture da monitorare

Gli incidenti particolarmente gravi vedono spesso come protagoniste le infrastrutture stradali inadeguate, vecchie o malamente manutenute. Nel dibattito è emerso che le statistiche non possono essere attendibili senza tener conto di questi fattori. I dati a riguardo devono essere rilevati dalle forze dell’ordine e dai soccorsi nei momenti immediatamente successivi all’incidente. In questo modo si possono individuare i Paesi più indisciplinati nella manutenzione stradale. Abbiamo pochi dubbi riguardo il fatto che il nostro paese si trovi ben piazzato (in basso) nella classifica delle infrastrutture in migliori condizioni.

Commenti (3)

[...] vi avevamo anticipato in questo intervento (clicca) l’Unione Europea è sempre più intenzionata a varare una norma per cui diventerebbe obbligatorio [...]

[...] Speriamo che questo esempio venga imitato dai costruttori rivali, senza dover attendere che sia un obbligo legislativo a [...]

Your means of telling everything in this article is actually good, all be able to
without difficulty understand it, Thanks a lot.

Lascia un commento