Il casco integrale. Come scegliere quello giusto?Il casco integrale. Come scegliere quello giusto? Abbiamo suddiviso la scelta del casco integrale in base alle caratteristiche principali, così faremo l’acquisto perfetto in sicurezza e comodità. Il casco è il principale dispositivo di protezione da indossare quando si guida una moto. La scelta all’acquisto non è semplicissima visto un mercato saturo di modelli, più o meno differenti tra loro, che rischiano di portarci...

Leggi tutto

Sella troppo alta: come risolvere?Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Ex direttore del Mugello condannato a 1 anno e 4 mesi

Categoria : News, Normative e Leggi

La sentenza della cassazione non lascia spazio a interpretazioni: mancava la sicurezza minima

La decisione cade proprio in un periodo di accese discussioni sui gestori delle gare e della sicurezza degli autodromi. Parliamo della sentenza 812/10 della Corte di Cassazione resa pubblica il 06/09/2010 (qualche giorno fa). Nel verdetto si legge chiaramente la conferma della condanna a un anno e quattro mesi di carcere, da scontare con la condizionale, per l’allora direttore dell’Autodromo del Mugello.

L’azione penale e le precedenti sentenze erano scaturite dalla morte di un pilota automobilistico una settimana dopo un incidente che evidentemente poteva avere conseguenze minori. Il fatto risale al 2 marzo 1998. La sentenza della Corte d’Assise d’Appello aveva inizialmente ridotto un po’ la pena, senza però escludere la responsabilità dei gestori del circuito. In ultima istanza è stata comunque confermata la colpevolezza. (nel nostro Paese ci sono 3 livelli di giudizio, la Cassazione è quello finale).

Nella sentenza si legge che la condanna è dovuta a:

“… negligenza, imperizia, imprudenza e segnatamente per non aver adeguatamente provveduto alla manutenzione  della via di fuga…”

  • L’incidente

A causa di un problema meccanico, l’automobile era andata a schiantarsi contro le barriere di protezione a una velocità troppo elevata. Il mancato rallentamento del veicolo – si legge nella sentenza – è certamente dovuto alla scarsa manutenzione della via di fuga che non ha sufficientemente frenato la corsa del veicolo.

Le vie di fuga sono infatti degli spazi studiati per rallentare il veicolo in modo da limitare al minimo la velocità d’impatto con le barriere di protezione esterne.

  • Ci vuole un codice unico

Una sentenza di questo tipo deve far discutere sulla sicurezza delle piste (che ricordiamo essere comunque più sicure della strada cittadina) e soprattutto sulle responsabilità dei direttori. Durante le prove libere, infatti, non esiste imposizione di regolamento per mantenere alto lo standard di sicurezza passiva e l’assistenza medica d’emergenza. La decisione di come allestire i soccorsi e di come mantenere la pista spetta solo al direttore dell’autodromo. I responsabili dal canto loro fanno presente la carenza di normative in merito alla sicurezza attiva (soccorsi medici, etc.). Le regole presenti gestiscono solo la gestione delle vie di fuga, delle condizioni dell’asfalto e delle barriere di protezione.

Noi crediamo sia ora di imporre un regolamento internazionale unificato che contempli gli standard di manutenzione e di assistenza medica minimi per tutti i circuiti in tutti i tipi di usi (professionale e non). Per le manifestazioni importanti infatti sono prescritti (obbligati), in molti altri casi è facoltà unica del direttore del circuito decidere se applicarli. In assenza di regole scritte non è possibile individuare con precisione le eventuali responsabilità. Ciò significa che in caso di grave incidente nessuno ne risponderebbe, a meno che non vi sia di mezzo la manutenzione delle vie di fuga (per esempio), come accaduto nel caso in questione.

Lascia un commento