Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Bollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionaliBollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionali Ogni Regione che ha applicato esenzioni o pagamenti ridotti dovrà attenersi alle disposizioni del Governo. Si teme il caos La norma sul pagamento del pieno importo per moto di interesse storico - quindi con periodo di immatricolazione tra i 20 ed i 29 anni- è ormai Giurisprudenza. La corte di Cassazione ha eliminato con una sentenza le varie deroghe regionali, con le quali, ogni...

Leggi tutto

MotoGP: il duello per il 3° posto in Giappone sotto accusa per questioni di Sicurezza

Categoria : News

Valentino ha giocato sporco?  Non sembra. Forse il vero problema è stato anticipare così tanto l’apertura del MotoMercato

L’epico duello per il terzo posto al MotoGP del Giappone ha sollevato qualche polemica riguardante la condotta di Rossi nei confronti del compagno di squadra Lorenzo. L’accusa parte proprio da quest’ultimo che alla stampa spagnola ha dichiarato: “Valentino non ha giocato pulito, ed io ho anche un po’ temuto per la mia integrità fisica”. “Ho tentato di arrivare terzo – ha detto Lorenzo – però sempre in modo pulito, senza fare pazzie o cercare di superarlo con manovre al limite della legalità. Lui ha fatto una buona corsa, girando rapido e frenando forte, però credo che i sorpassi che mi ha fatto non siano stati molto puliti”.

“Quando ti appoggi ad un altro pilota e lo spingi via non è illegale perchè non lo hai fatto cadere, però….. Mi sono riunito con gente dello staff della Yamaha e anche loro pensano che Valentino non sia stato corretto e mi hanno garantito che gli faranno un richiamo. Ora credo che nei prossimi duelli non solo io ma anche altri saremo più aggressivi nei confronti di Rossi”

Insomma, uno sfogo ancora a sangue caldo di gara, alimentato anche dal fatto che si è trattata di una battaglia tutta in casa Yamaha, tutta nello stesso box. Ricontrollando le evoluzioni di Rossi e Lorenzo, però, sinceramente non abbiamo notato granché di criminale. Giusto porsi il problema e analizzare l’accaduto, per non far passare il messaggio che in gara tutto sia concesso; però quanto abbiamo visto durante la sfida ci è parso “solo” un grandissimo spettacolo di motociclismo agonistico.

I Piloti che per difendere la posizione in gara sono disposti a “mordere” la ruota anteriore del proprio avversario sono ciò che rendono le gare di Motociclismo (oggettivamente) superiori a qualsiasi competizione di F1. Non vorremmo mai che si arrivasse a dover chiedere permesso per fare un sorpasso. La difesa del terzo posto da parte di Valentino non è stata certo da manuale (in termini di sicurezza), tuttavia sono situazioni che si verificano con una certa rarità. Alla fine ha vinto l’esperienza. Forse Lorenzo non lo sa, ma con ogni probabilità Rossi sapeva quello che faceva e di certo non gli interessava cadere, mettendo così a rischio la spalla peraltro già malridotta.

Sarebbe preoccupante se casi come questi accadessero ad ogni curva di tutte le gare, perché gestire il fattore rischio in tali occasioni è certamente più difficile che in una qualsiasi altra competizione giocata su qualificazioni e tempi.

    Il vero problema di Sicurezza è burocratico

Nemici in casa, Lorenzo e Rossi lo sarebbero stati comunque, in ogni caso. Facciamo però un passo indietro e valutiamo quale altro veleno scorre tra i due. Già da tempo entrambi sono al corrente che l’anno prossimo saranno -anche ufficialmente- acerrimi rivali. Questo li rende -di fatto- separati in casa senza ritegno. Non hanno paura di offendersi a vicenda e sanno di poter far leva sul loro futuro allontanamento per giustificare modi e tempi non proprio cordiali. Vi fosse stato ancora anche solo il lontano dubbio di possibile collaborazione (forzata) tra le parti, forse non avrebbero sconfinato entrambi nella rivalità estrema all’interno della stessa squadra.

Non dimentichiamo che i meccanici sono umani esattamente come i piloti. Le notizie di MotoMercato sono arrivate anche a loro. Quale collaborazione può aspettarsi il meccanico di Lorenzo nei confronti di un collega che lavora per il rivale? Le stesse evoluzioni della moto di Rossi sono certamente state congelate da Yamaha in vista del prossimo cambio di bandiera del pilota.

Il fatto che la compravendita di  piloti si sia svolta così in anticipo, ha rappresentato certamente un problema di sicurezza che fa leva sulla psiche di team manager, meccanici, tecnici, piloti e dei rispettivi sostenitori, nonché dei tifosi.

Per guidare in sicurezza un pilota deve essere sereno, e lo stesso discorso vale per i tecnici che si occupano delle moto, tutte: anche quella di Pedrosa.

Commenti (1)

Dico solo 1 cosa……Lorenzo deve andare a guidare le minimoto…..se ne è capace!!! Ma stia zitto che è un falso che si nota in ogni primo piano che gli fanno o nel momento che vuole fare il simpatico….senza riuscirci.Cerca di imitare Valentino ma di Valentino ne esiste uno solo….ROSSI!!!!!

Lascia un commento