Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Bollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionaliBollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionali Ogni Regione che ha applicato esenzioni o pagamenti ridotti dovrà attenersi alle disposizioni del Governo. Si teme il caos La norma sul pagamento del pieno importo per moto di interesse storico - quindi con periodo di immatricolazione tra i 20 ed i 29 anni- è ormai Giurisprudenza. La corte di Cassazione ha eliminato con una sentenza le varie deroghe regionali, con le quali, ogni...

Leggi tutto

ABS Obbligatorio e prezzi delle motociclette: a cosa andiamo incontro?

Categoria : Blog, Normative e Leggi, Sistemi di sicurezza attivi

L’introduzione di una norma  europea potrebbe obbligare i costruttori di motociclette a fornire il sistema di assistenza alla frenata ABS di serie. Ok: più sicurezza per tutti, ma come cambieranno i prezzi?

L’obiezione più grande all’introduzione di una regola europea che obblighi l’ABS sulle nuove motociclette prodotte è quella dei produttori stessi. Come vi abbiamo già detto in questo intervento (clicca), l’ACEM teme per l’aumento dei costi di produzione.

Alla fine, però, come al solito chi deve temere realmente è l’utente finale: in questo caso, i motociclisti. Possiamo stare un po’ più tranquilli grazie alla crisi… Sì, proprio. Le case costruttrici di motociclette sono in leggera recessione a causa di un calo degli ordinativi. In pratica si vendono poche motociclette. Modelli di lusso a parte, quando la domanda diminuisce i prezzi calano. Per un certo periodo quindi non dovremo temere più di tanto per la possibile speculazione sul costo delle nuove moto. Il rischio è, infatti, quello che con la scusa dell’ABS obbligatorio i prezzi delle motociclette vengano “caricati” di una cifra extra e ingiustificata.

Per difenderci da questo possibile rischio dobbiamo, listini alla mano, segnarci le attuali differenze di prezzo dei medesimi modelli di motocicletta “con” e “senza” ABS. Con l’introduzione della norma che obbligherà la presenza di questo dispositivo di serie sulle nuove motociclette la differenza di prezzo dovrà addirittura ridursi. Il motivo è semplice: produrre in serie costa meno. Il prezzo aumenta quindi, ma la differenza in proporzione tra il modello con abs e senza deve restare la stessa o diminuire.

Segue una serie di esempi basati sui listini attuali (ottobre 2010):

Suzuki Vstorm senza abs € 7.480, con abs € 7.980 (500 euro di differenza)

Suzuki Burgman 400 e bugman 400 abs rispettivamente € 6.290 e € 6.790 (500 euro di differenza)

Ducati monster 696 plus 25kw costa € 8.300, con abs € 8.990 (circa 700 euro di differenza)

Ducati Monster 1100 € 11.200, con abs € 11.990 (quasi 800 euro in più)

Ducati multistrada 1200 costa € 14.900, con abs € 15.900 (1000 euro di differenza)

Honda sw t400 € 7.120, con abs € 7.630 (500 euro in più)

Honda sh300I € 4.450 , con abs € 4.950 (500 euro in più)

Honda s-wing 150 € 3.950, con abs € 4.450 (500 euro in più)

Honda cbr 1000rr fireblade € 15.310, con abs € 16.310 (1000 euro in più)

  • E i costi e le moto da off-road o da pista?

Alcuni utenti delle due ruote che vivono la strada in enduro o off-road o, ancora, in solopista si sono sentiti presi in giro dalla possibilità di obbligo dell’ABS. In alcune condizioni estreme, infatti, il sistema di assistenza alla frenata potrebbe non essere utile o addirittura risultare “dannoso”. Dobbiamo considerare però il fatto che la norma si applicherebbe alle sole motociclette che devono poter circolare su strada (targate). Un veicolo da enduro che si usa anche su strade pubbliche e trafficate può trovare l’ABS più utile di quanto non lo sia per una stradale. L’importante è che sia disattivabile per l’uso fuori strada. Deve trattarsi di una scelta del pilota, insomma.

I consumatori/motociclisti devono invece armarsi di spirito evolutivo e chiedersi se è ancora il caso (con il traffico caotico di oggi) di circolare, fra 5-10 anni, ancora su moto che se inchiodi ti disarcionano senza pietà. I motociclisti più esperti sanno come prevenire e affrontare le brusche frenate; esattamente come possono ammettere che almeno una volta su due l’ABS sarebbe stato un valido aiuto. 500 euro valgono la differenza tra rischiare la vita o meno?

Per le off-road e le solopista probabilmente sarà prevista la possibilità di disattivare il sistema di assistenza alla frenata con la semplice pressione di un tasto sul manubrio.

  • Un consiglio per i costruttori

Il sistema di disattivazione dell’ABS dovrebbe essere impostato in modo da riattivarsi automaticamente al di sopra di una certa velocità. Questo limiterebbe al minimo la dimenticanza dell’utente nel riattivarlo una volta tornato su strada. Quando il veicolo viaggia a velocità per cui non ci sono scuse per disattivare alcunché.

Commenti (5)

in paesi civili (nord europa), sulle macchine, chiedono l’ ESP nel 90% dei casi. e gli incidenti e i morti scendono di molto. credo che anche un solo morto in meno all’anno valga la pena di spendere tutti 1000 euro in più. senza contare i risparmi per il servizio sanitario. sempre in paesi civili, questo porterebbe all’abbassamento delle assicurazioni…….

Tratto dal testo dell’articolo:

I consumatori/motociclisti devono invece armarsi di spirito evolutivo e chiedersi se è ancora il caso (con il traffico caotico di oggi) di circolare, fra 5-10 anni, ancora su moto che se inchiodi ti disarcionano senza pietà. I motociclisti più esperti sanno come prevenire e affrontare le brusche frenate; esattamente come possono ammettere che almeno una volta su due l’ABS sarebbe stato un valido aiuto. 500 euro valgono la differenza tra rischiare la vita o meno?

[...] diffondere la cultura dell’airbag e dell’ABS di serie (NEWS: la comunicazione 2010-542 del 4 ottobre scorso della Comunità Europea propone l’entrata  in vigore dell’ABS obbligatorio per le moto a partire dal gennaio 2017 – SicurMOTO ne parla qui e qui) [...]

[...] di Robert Bosch S.p.A., ha parlato di sicurezza attiva e dell’importanza di rendere obbligatoria l’adozione di serie dell’ABS sui motoveicoli. Questo dispositivo può avere un ruolo cruciale nella prevenzione degli incidenti [...]

[...] sia in passato con il primo airbag per moto, ed in seguito con l’introduzione dell’ABS su moto sportive.  Il sistema, per ora sperimentato sul modello GoldWing e coperto da brevetto, [...]

Lascia un commento