Sella troppo alta: come risolvere?Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Bollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionaliBollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionali Ogni Regione che ha applicato esenzioni o pagamenti ridotti dovrà attenersi alle disposizioni del Governo. Si teme il caos La norma sul pagamento del pieno importo per moto di interesse storico - quindi con periodo di immatricolazione tra i 20 ed i 29 anni- è ormai Giurisprudenza. La corte di Cassazione ha eliminato con una sentenza le varie deroghe regionali, con le quali, ogni...

Leggi tutto

Carta Europea della Sicurezza Stradale: un’ occasione persa

Categoria : Eventi e Manifestazioni, News

Il tour del progetto relativo alla carta europea della sicurezza stradale (http://www.erscharter.eu) fa tappa a Roma, nella sala emiciclo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Molti i partecipanti, le associazioni nuove firmatarie e le personalità invitate.

L’occasione è importante per stendere le basi per future collaborazioni, per idee innovative, per la sicurezza stradale a tuttotondo : informazione, statistica, idee innovative.

Il sottoscritto era presente in qualità di membro dello Staff Ami, associazione motociclisti incolumi, firmataria del progetto da anni.

Purtroppo però, a conti fatti, l’appuntamento pare aver tradito del tutto le aspettative dei presenti e temo anche di quanti, in qualche modo, si sentono parte in causa.

Qualche esempio ?

Intervengono diversi personaggi, fra cui, di spicco, il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Altero Matteoli: arrivato in perfetto orario legge un discorso già scritto, onestamente fin troppo zeppo di cifre dette di fretta ed approcciate, a giudizio di molti, in maniera piuttosto superficiale.

Decide, a valle delle sue parole, di abbandonare l’aula a dimostrazione che le idee altrui non sono degne di nota. Il ministro salta a piè pari, anche l’intervento di Aude Delesalle, Coordinatrice del progetto relativo alla Carta Europea…

Il direttore generale per la sicurezza stradale, Sergio Dondolini, occupa il suo spazio più o meno sulla falsariga del suo predecessore e fra i molti applausi del pubblico (???) spunta qualche richiesta, fra cui la mia, di poter prendere parola, quantomeno per fare domande, proporre uno spunto di riflessione visto che, sul programma consegnato agli accreditati, sono indicati incontri informali e scambi di idee. La richiesta è stata negata e nel buffet di fine meeting scambiare quattro parole è stato davvero impossibile, anche in considerazione del fatto che molti si erano già defilati.

Un’occasione sfumata, a mio avviso: nessuno ha parlato di infrastrutture e durante tutto l’incontro si è continuato a battere su concetti quali incremento di sanzioni e controlli relativi alla velocità. Nessuno ha parlato dello stato delle infrastrutture, nessuno ha parlato di protezioni attive e passive, nessuno si interroga sui dati numerici tanto decantati : perché tanti motociclisti sono vittime di incidenti? Temi che AMI, e non solo, hanno più volte demarcato, approfondito, proposto.

Tutti i folli guidano delle moto oppure la categoria è resa debole dal contesto che la circonda?

L’ironia della sorte vuole, appunto, che per giungere nella sede del convegno si attraversi un tratto stradale massacrato da lavori di rifacimento ed ampliamento della sede stradale: scarsa la segnaletica, pessimo il manto stradale che risulta pieno di fratture longitudinali, terriccio, segnali abbattuti, semafori spenti, segnaletica orizzontale scolorita e sovrapposta a precedente: sulla via che porta a scuola, solo muri con errori grammaticali.

Eppure dai dati statistici enunciati spunta una grossa diminuzione di morti ed incidenti, viene fuori che i motociclisti corrono, che la velocità ed il bere sono il vero problema correlato alla sicurezza.

Ho sperato nell’intervento di Paolo Sesti, presidente della Federazione Motociclistica, ma ho sperato invano. Nessun intervento relativo all’educazione stradale, alle patenti e revisioni facili, nessun cenno alle mini car protagoniste ogni giorno di incidenti (va in onda stasera un ottimo servizio delle Iene su Italia 1 ndr).

Dal quadro dipinto l’Italia lavora, risolve, abbatte il numero di morti sulle strade.

Eppure la percezione, “usando” la strada su e giù per la penisola è tutt’altra: il traffico è maleducato, si vedono continui lanci di mozziconi di sigaretta dai finestrini della auto, si percorrono strade in pessima condizione, ci si imbatte in limiti di velocità imposti in maniera scriteriata; guidando ci si affetta con guardrail ghigliottina, si leggono cartelli stradali fuori norma o, peggio ancora, in posizione pericolosa.

Il motto della carta europea per la sicurezza stradale è: 25000 vite da salvare.

Noi ne abbiamo parlato e ci abbiamo provato davvero. Loro, alcuni dei “loro” presenti oggi no, affatto.

E voi?

Il vostro impegno, conta

Massimo Soldini

Lascia un commento