Il casco integrale. Come scegliere quello giusto?Il casco integrale. Come scegliere quello giusto? Abbiamo suddiviso la scelta del casco integrale in base alle caratteristiche principali, così faremo l’acquisto perfetto in sicurezza e comodità. Il casco è il principale dispositivo di protezione da indossare quando si guida una moto. La scelta all’acquisto non è semplicissima visto un mercato saturo di modelli, più o meno differenti tra loro, che rischiano di portarci...

Leggi tutto

Sella troppo alta: come risolvere?Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

MOTO e Controllo della trazione: quell’aiuto in uscita di curva…

Categoria : Blog, Pillole di Meccanica, Sistemi di sicurezza attivi, Tecnologia

I sistemi di controllo della trazione

Nell’ambito dei sistemi elettronici di aiuto alla guida applicati al mondo moto, la novità più recente è senza dubbio rappresentata dal controllo di trazione. In sostanza un aiuto elettronico nato per aiutare il pilota a gestire l’aderenza della ruota posteriore durante la fase di accelerazione.
Per prima cosa è bene notare come, dal punto di vista concettuale, la decisione di sviluppare sistemi di questo tipo può prendere il via da esigenze contrapposte: da un lato quella di aumentare la sicurezza del comune motociclista in condizioni di scarsa aderenza del manto stradale, come ad esempio pioggia, sporco, neve, fango. Dall’altro esiste anche la necessità non meno nobile di aiutare il pilota sportivo ad ottimizzare in pista il tempo sul giro, migliorando la fase dell’uscita di curva, quando in gioco ci sono centinaia di cavalli da gestire.
Se, come abbiamo visto, le esigenze possono essere le più differenti, vero è che la soluzione tecnica adottata dalle case produttrici è praticamente la stessa: un sistema di sensori posizionato nelle ruote della moto ed un coordinamento elettronico con la gestione del motore. Vediamo più in dettaglio il funzionamento dell’intero sistema.

  • Sensori:

Le prime informazioni da ottenere per gestire la trazione della moto rispondono, in sostanza alle seguenti domande: quanto velocemente sta girando la ruota posteriore? Quanto velocemente sta girando la ruota anteriore?
Per ottenere questa informazione si utilizzano, per ogni cerchio della moto, due componenti: una cosiddetta “ruota fonica” (indicata dalla freccia in figura), in pratica una ruota fissata al cerchione con scanalature o fori regolarmente distribuiti lungo di essa, ed un trasduttore chiamato talvolta terminale (evidenziato dal cerchiolino nell’immagine), ad essa collegato.

La ruota fonica ed il sensore dell'impianto ABS e controllo trazioneQuesto componente è capace di “vedere” la presenza o meno del foro o della scanalatura sulla fonica, modificando le sue caratteristiche elettriche (ad esempio comportandosi come un interruttore, che si accende o si spegne ad ogni foro o scanalatura, oppure come una piccola dinamo che genera elettricità al passaggio di ogni riferimento). Grazie a questa particolarità si può quindi riuscire a contare la velocità con cui si alternano i forellini (o le scanalature) sulla ruota fonica. Ciò permette di misurare quanto velocemente stia ruotando il cerchio della moto. L’operazione di calcolo è gestita dalla centralina elettronica e viene effettuata decine di volte al secondo, in maniera tale da permettere al sistema di accorgersi delle variazioni di velocità abbastanza in fretta da poter reagire.

  • Centralina:

Questo componente è lo stesso che gestisce l’accensione del motore, contribuendo a decidere quanta benzina iniettare, quando eseguire questa operazione, quando inviare corrente alle candele. Per quanto riguarda il suo ruolo nel sistema di controllo della trazione, essa in pratica elabora le informazioni provenienti dai sensori delle ruote analizzando le differenze di rotazione tra la ruota anteriore e la posteriore. Quando rileva un aumento della velocità di rotazione della ruota posteriore a cui non corrisponde un uguale aumento della ruota anteriore…beh i casi sono due: o la moto sgommando, o sta impennando! Per fortuna, o purtroppo, la centralina deciderà di intervenire in entrambi i casi.

Certo i sistemi più sportivi o quelli adatti al fuoristrada lasceranno un margine di libertà più ampio al pilota rispetto a quelli sviluppati con l’unico scopo di aumentare la sicurezza attiva. Questo grado di variabilità, che potremmo considerare in pratica il “carattere” del dispositivo, è sostanzialmente definibile via software, intervenendo su tre parametri: il lasso di tempo in cui può essere tollerata una differenza di velocità tra le ruote, l’entità tollerata di questa differenza, e il grado di intervento sul motore. In riferimento a quest’ultimo possiamo avere un intervento sull’accensione o sulla gestione dell’acceleratore. Agendo sull’accensione la centralina impedirà di fatto la combustione del carburante, spegnendo letteralmente per frazioni di secondo il motore, fino a rilevare una ripristinata condizione di equilibrio tra le ruote. Questa azione può apparire decisamente rude, e in effetti alcuni sistemi di questo tipo evidenziano una risposta piuttosto sgradevole (sebbene immediata, proprio per la sua brutalità, a tutto vantaggio della sicurezza del pilota). Una soluzione al problema si può trovare nella riduzione della potenza motore attraverso la regolazione elettronica dell’acceleratore: il controllo di trazione si comporta in questo caso come un vero pilota, chiudendo più o meno decisamente la manopola del gas.

Diversi approcci di progettazione, differenti strategie di pensiero ma, in fondo, un bel passo in avanti verso un futuro di sicurezza, anche per il motociclista di tutti i giorni.

Lascia un commento