Borse Mytech: borse morbide dagli specialisti dell'alluminoBorse Mytech: borse morbide dagli specialisti dell'allumino L'azienda lombarda famosa per la realizzazione di borse e accessori in alluminio, presenta una linea di borse in nylon adatte ai propri prodotti o alle principali borse in commercio. MyTech, prima azienda a proporre borse per moto in alluminio colorato, da sempre specializzata nella produzione di accessori in metallo, presenta una serie di borse in nylon, adatte a sfruttare al...

Leggi tutto

Sicurezza in moto: dal Politecnico di Milano due brevetti salvacolloSicurezza in moto: dal Politecnico di Milano due brevetti salvacollo Al Politecnico di Milano sono stati brevettati due sistemi (Semplice e Smart) per la protezione del collo in caso di incidente, sia per auto che per moto, in ambito sportivo. I sistemi, che non ostacolano la normale guida dei veicoli, si compongono di un casco, di un corpetto e di un sistema di interconnessione. Una soluzione semplice è utilizzabile sia in campo automobilistico...

Leggi tutto

Moto storiche, bollo: la FMI in pressing sul Governo Moto storiche, bollo: la FMI in pressing sul Governo Con ben 36 emendamenti ed O.d. G la FMI punta a sensibilizzare il governo sull' l'articolo 3 comma 33 della Legge di Stabilità che vorrebbe bollo pieno anche per la storiche. La Federazione motociclistica italiana ha comunicato di aver promulgato delle istanze volte a sensibilizzare il governo sul tema delle moto di interesse storico. Ricordiamo che, al vaglio, ci sarebbe la...

Leggi tutto

Scelta degli pneumatici giusti: gusto personale incontro alla sicurezzaScelta degli pneumatici giusti: gusto personale incontro alla sicurezza Il momento del cambio gomme scatena veri e propri dibattiti in rete tra gli appassionati; cerchiamo di sfatare i luoghi comuni per scegliere con consapevolezza nella giungla del mercato e del “sentito dire” Le gomme rappresentano il primo sistema di sicurezza della nostra moto, è il nostro canale principale nella comunicazione tra il mezzo e la strada nonché la fonte primaria...

Leggi tutto

Sicurezza stradale: in Italia metà della segnaletica è fuorilegge e causa incidentiSicurezza stradale: in Italia metà della segnaletica è fuorilegge e causa incidenti Secondo uno studio la metà della segnaletica presente sulle strade non sarebbe a norma e la scarsa manutenzione è causa del 60% degli incidenti A rilevarlo è uno studio dell'ANEIS ( Associazione Nazionale Esperti Infortunistica Stradale), secondo il quale le condizioni dei segnali stradali presenti sulle strade italiane sarebbe insufficiente, oltre ad essere deteriorata e spesso...

Leggi tutto

Sicurezza stradale: #TIMguardaavanti, Ducati e TIM contro l'uso del telefonino alla guida Sicurezza stradale: #TIMguardaavanti, Ducati e TIM contro l'uso del telefonino alla guida Si è concluso Borgo Panigale il primo appuntamento di #TIMguardaavanti, il progetto promosso da TIM e Ducati sulla prevenzione degli incidenti stradali causati dall’uso improprio del telefonino alla guida di auto e moto. Due giorni di lavori che hanno coinvolto più di 20 ragazzi dai 13 ai 16 anni - provenienti da tutta Italia - che si sono confrontati sul tema della sicurezza...

Leggi tutto

Abbigliamento tecnico: collezione giacche BREMA 2015Abbigliamento tecnico: collezione giacche BREMA 2015 La  nuova collezione di giacche BREMA , l’azienda che può fregiarsi del marchio 100% made in Italy,  abbina comfort e stile ad elevati contenuti tecnici. BREMA unisce infatti le tecnologie più avanzate ad uno stile inconfondibilmente italiano, e presenta la collezione 2015 basata su cinque linee di abbigliamento per il Motociclista, che coprono un fronte di utilizzo incredibilmente...

Leggi tutto

Stop Cancer: asta da 250.000 euro per il casco autografato dai CampioniStop Cancer: asta da 250.000 euro per il casco autografato dai Campioni Il casco con le firme dei grandi campioni della MotoGp all'asta per la cifra record di 250.000 euro. Il ricavato devoluto alle associazioni per ricerca contro il cancro Asta da record quella per “Stop Cancer”, il cui oggetto era un casco autografato da 12 grandi del Motociclismo. Alberto Hernandez studente universitario spagnolo da sempre appassionato di motociclismo è riuscito...

Leggi tutto

Mercato Moto, a Novembre torna il segno meno (-1,7%): Nessun effetto dalle riforme, utenti sfiduciatiMercato Moto, a Novembre torna il segno meno (-1,7%): Nessun effetto dalle riforme, utenti sfiduciati Stabile il mercato degli scooter, a picco i cinquantini e le moto sportive. Servono riforme e la ripresa del mercato del lavoro, affinché i consumatori tornino ad avere fiducia e potere d’acquisto. Dopo un bimestre positivo il mese di novembre vede un nuovo calo per le immatricolazioni di moto e scooter targati, con 5.723 veicoli venduti pari al -16%. Va ricordato che nel novembre...

Leggi tutto

Shark Speed-R Foggy Replica: dedicato al ReShark Speed-R Foggy Replica: dedicato al Re L'azienda francese celebra i 20 anni dal primo titolo SBK di Carl Fogarty con una livrea dedicata all'indimenticato campione britannico. Prezzo da 324,00 euro iva inclusa  Per celebrare il ventesimo anniversario del primo titolo di Campione del Mondo Superbike vinto da Carl Fogarty, SHARK ha realizzato un casco in edizione limitata, replica del casco originale indossato da questa...

Leggi tutto

Manutenzione: prendersi cura della batteria

Categoria : Blog, Pillole di Meccanica

Una guida su come prendersi cura della batteria nei periodi di inutilizzo della motocicletta

La stagione invernale per il motociclista è fatta di lunghe giornate in attesa che il tempo migliori, che qualche sprazzo di sole riscaldi un po’ l’ambiente, che le strade siano sgombre da neve, ghiaccio, acqua… con la speranza di poter approfittare delle migliori condizioni per un giretto, tanto per sgranchire le bielle della propria moto costretta alla solitudine del garage.

Visto, quindi, il periodo non proprio favorevole alle sgambate su due ruote, approfittarne per prenderci cura del mezzo mantenendolo in forma per tempi migliori è il modo più saggio per far trascorrere queste noiose giornate.

L’inutilizzo della moto può portare più danni dell’uso stesso. Cosa importante a cui dare attenzione sicuramente è l’impianto elettrico, soprattutto se la moto ha i suoi anni. Umidità e polvere possono causare bei problemi. Un impianto non necessita di operazioni complicatissime, bastano poco tempo e voglia per tenere tutto al riparo da brutte sorprese al momento dell’utilizzo. La batteria è l’organo più delicato, a cui andranno rivolte le nostre attenzioni nel periodo invernale per evitare il suo rapido degrado e la conseguente spesa per sostituirla.

Se avete la vostra moto sempre a portata di mano, una breve messa in moto di qualche minuto una volta ogni 10 giorni è già sufficiente a mantenere il livello di carica sempre ottimale; qualora non si avesse questa possibilità, con la moto che rimane ferma per diverso tempo, sarà bene staccare completamente i cavetti, rimuovere la batteria dal suo alloggiamento e riporla in un luogo asciutto, magari coperta da un panno.

Anche se la moto non viene accesa, ai morsetti avviene comunque una dispersione. Infatti può accadere che questi, ai due poli, reagiscano con l’umidità che vi si deposita, oltre al fatto che magari lungo l’intero impianto vi siano zone dove i fili sono un po’ screpolati, creando dispersioni lungo le linee elettriche, o anche per le reazioni che comunque avvengono nell’elettrolita (il liquido presente nella batteria) con gli elettrodi. L’ideale è quindi rimuovere la batteria, cospargere con un velo leggero di grasso i morsetti, e riporla come detto in luogo asciutto.

Buona norma è quella di controllare, per le batterie non sigillate, il livello di elettrolita. Questo non deve mai lasciare scoperti gli elettrodi all’interno: se le piastre rimangono scoperte, si ha la formazione di ossidi, che portano al cortocircuitarsi degli elementi danneggiando la batteria con il conseguente fastidio di una sua sostituzione. Un rabbocco con acqua demineralizzata (va benissimo quella per il ferro da stiro) mette al riparo da ogni sorpresa.

Altra cosa importante: ricordarsi di metterla sotto carica almeno una volta al mese, anche se staccata. Ogni batteria ha processi di scarica e carica, che avvengono quando utilizziamo o meno la nostra moto. Questi processi son normali nella vita di ogni accumulatore e comportano un abbassamento del livello di ricarica della batteria. Il problema è che, qualora il processo di scarica duri molto a lungo, il successivo processo di ricarica porterà ad un livello molto basso. Le cose da farsi in questo caso sono due: o caricare la batteria almeno ogni mese con un semplice caricabatteria collegato per almeno 4 ore a ricarica lenta, oppure (cosa più comoda ed efficiente) dotarsi di un mantenitore di ricarica che opera con cicli di carica/scarica in automatico, mantenendo il livello di carica sempre a livelli ottimali.

Insomma, bastano veramente poche accortezze per allungare la vita della nostra batteria. Questa è per molti motociclisti croce e delizia. Con poca spesa ed un po’ di impegno eviteremo di acquistare ogni primavera una batteria nuova.

Comunque, ricordarsi sempre che:  le batterie non durano in eterno, ma una loro corretta manutenzione la terrà efficienti per anni; al loro interno è presente acido, occhio quindi quando si maneggiano; quando si ricaricano con un caricabatterie tenere sempre svitati i coperchietti  (per batterie non sigillate) perché durante la ricarica si sviluppano gas infiammabili. Fate molta attenzione!

Commenti (4)

La batteria l’ho smontata e con l’aiuto di un piccolo pannello solare spero di conpensare all’autoscarica.
Il tutto sul balcone di casa(pannello 320mha)!!!

Ma molto spesso i canonici 10m, non bastano, perchè nelle moderne moto, le luci restano sempre accese, pertanto la solizione più funzionale è sicuramente un matenitore di carica.
Cordiali saluti,
Giorgio.

E’ vero Giorgio,
la mia stessa moto non permette di spegnere le luci. Per caricare la batteria bisogna proprio usarla, oppure collegare il mantenitore di carica

[...] sarebbe ogni tanto una messa in moto di qualche minuto per dare carica alla batteria (leggi qui i nostri consigli). Per i più distratti o semplicemente per chi non avesse modo o tempo per [...]

Lascia un commento