Novità, Casco Skully AR-1: il futuro è quiNovità, Casco Skully AR-1: il futuro è qui Casco unico nel suo genere, rappresenta il primo prodotto commercializzato su larga scala di una nuova tipologia di elmetti destinati a diventare sempre di più famigliari sulle nostre strade Vi avevamo già parlato dell’innovativo casco Skully AR-1 nell’articolo “Caschi, le novità del prossimo futuro”, ebbene questo futuristico casco è pronto per la commercializzazione...

Leggi tutto

Harley-Davidson, richiamo in Canada: problemi alla frizione idraulicaHarley-Davidson, richiamo in Canada: problemi alla frizione idraulica Nuovo richiamo per le Harley-Davidson, stavolta in Canada, della serie CVO e Glide. Il problema riguarda il pistoncino idraulico della frizione. Sono 5.741 i veicoli interessati al richiamo. Nel particolare è l'allestimento CVO e la serie Glide della Casa di Milwaukee ad essere interessate dal richiamo. Secondo quanto diramato dagli enti canadesi, il problema riguarda il pistone...

Leggi tutto

Moto anticrisi: BMW SERIE K ( 1983 -  1997 )Moto anticrisi: BMW SERIE K ( 1983 - 1997 ) Prima puntata di una serie di monografie sulle moto degli ultimi 40 anni che oggi possono riaccendere la passione senza svuotare il conto in banca Verso la fine degli anni '70 Eberhard Sarfert viene nominato responsabile della divisione BMW Motorrad con il dichiarato intento di dare una scossa al mondo della produzione di serie visto che l’azienda di Monaco non poteva certo reggere...

Leggi tutto

Dainese, collezione City autunno-inverno 2014Dainese, collezione City autunno-inverno 2014 Pochi giorni dopo la presentazione della linea Racing, dedicata ai motociclisti più sportivi, Dainese presenta oggi la nuova collezione City autunno 2014, rivolta a tutti quei motociclisti e scooteristi che fanno della loro due ruote il mezzo ideale per spostarsi in città. Capo di punta della collezione è la Niagara Gore-Tex®, giacca interamente confezionata in tessuto poliammide...

Leggi tutto

Luci a led aftermarket per moto. Negli USA diventano legaliLuci a led aftermarket per moto. Negli USA diventano legali Migliorano la visibilità delle moto di notte e la sicurezza stradale. E’ questo il motivo per cui i motociclisti americani potranno applicare luci a led sulle moto non previste in sede di omologazione. Lo stato della Virginia (USA) ha approvato il disegno di legge che consente ai motociclisti l’installazione di luci ausiliarie decorative per rendere il veicolo più visibile...

Leggi tutto

Richiamo Harley Davidson: il motore si spegne per le eccessive vibrazioniRichiamo Harley Davidson: il motore si spegne per le eccessive vibrazioni Secondo richiamo dell’anno 2014 da Milwaukee. Stavolta il problema per la sicurezza di guida delle Harley Davidson è l’interruttore di accensione che oltre i 5600 giri potrebbe spostarsi e spegnere il motore in marcia. Il difetto si verifica sulle moto elaborate Harley Davidson dovrà richiamare negli USA circa 3.300 moto prodotte da gennaio a giugno 2014 per l’interruttore...

Leggi tutto

Suzuki, V-Strom 1000 ABS No-Compromise: touring esclusivoSuzuki, V-Strom 1000 ABS No-Compromise: touring esclusivo La V-Strom 1000 ABS, sport tourer della Casa di Hamamatsu, si presenta in un accattivante serie limitata. Look "total black" e tanto comfort in più per 100 esemplari. Prezzo 13.990 euro f.c Si è saputa ritagliare presto un ampia fetta di consensi, come dimostrato dai lusinghieri risultati di mercato si qui ottenuti. Una moto dal rapporto qualità prezzo invidiabile e che oggi...

Leggi tutto

ACERBIS, Completo ADVENTURE: viaggi di piacereACERBIS, Completo ADVENTURE: viaggi di piacere Acerbis presenta il completo dedicato ai veri macina chilometri. Look sportivo ed estrema funzionalità per chi ama le lunghe traversate in moto. Passata l’estate pazza di quest’anno i motociclisti si preparano ad una bella e frizzante stagione autunno/inverno, pensando ai grandi viaggiatori, sempre più spesso a bordo di moderne “endurone” stradali, Acerbis presenta il...

Leggi tutto

Pneumatici invernali moto: a che punto siamo?Pneumatici invernali moto: a che punto siamo? Ancora incertezze sulla questione degli pneumatici invernali anche per le due ruote. Cerchiamo di mettere in ordine le idee La bella stagione si sta concludendo con i suoi ultimi sprazzi di sole e per molti si avvicina il momento di riporre le due ruote in garage fino alla prossima primavera. I centauri che vivono la moto a 360 gradi, però, non possono farne a meno in estate come...

Leggi tutto

Test, Casco Shark Race-R Pro Carbon: top performance Test, Casco Shark Race-R Pro Carbon: top performance Maturato dall'esperienza in pista, il Race-R di Shark si presenta come un prodotto di alto livello. Buon campo visivo, stabilità e leggerezza, le sue armi. La casa francese è senza dubbio tra le più attive oggi sul mercato dei caschi per motociclisti. I prodotti presentati negli ultimi anni stanno pian piano rosicchiando preferenze tra i motociclisti, sempre più attenti alla...

Leggi tutto

Manutenzione: prendersi cura della batteria

Categoria : Blog, Pillole di Meccanica

Una guida su come prendersi cura della batteria nei periodi di inutilizzo della motocicletta

La stagione invernale per il motociclista è fatta di lunghe giornate in attesa che il tempo migliori, che qualche sprazzo di sole riscaldi un po’ l’ambiente, che le strade siano sgombre da neve, ghiaccio, acqua… con la speranza di poter approfittare delle migliori condizioni per un giretto, tanto per sgranchire le bielle della propria moto costretta alla solitudine del garage.

Visto, quindi, il periodo non proprio favorevole alle sgambate su due ruote, approfittarne per prenderci cura del mezzo mantenendolo in forma per tempi migliori è il modo più saggio per far trascorrere queste noiose giornate.

L’inutilizzo della moto può portare più danni dell’uso stesso. Cosa importante a cui dare attenzione sicuramente è l’impianto elettrico, soprattutto se la moto ha i suoi anni. Umidità e polvere possono causare bei problemi. Un impianto non necessita di operazioni complicatissime, bastano poco tempo e voglia per tenere tutto al riparo da brutte sorprese al momento dell’utilizzo. La batteria è l’organo più delicato, a cui andranno rivolte le nostre attenzioni nel periodo invernale per evitare il suo rapido degrado e la conseguente spesa per sostituirla.

Se avete la vostra moto sempre a portata di mano, una breve messa in moto di qualche minuto una volta ogni 10 giorni è già sufficiente a mantenere il livello di carica sempre ottimale; qualora non si avesse questa possibilità, con la moto che rimane ferma per diverso tempo, sarà bene staccare completamente i cavetti, rimuovere la batteria dal suo alloggiamento e riporla in un luogo asciutto, magari coperta da un panno.

Anche se la moto non viene accesa, ai morsetti avviene comunque una dispersione. Infatti può accadere che questi, ai due poli, reagiscano con l’umidità che vi si deposita, oltre al fatto che magari lungo l’intero impianto vi siano zone dove i fili sono un po’ screpolati, creando dispersioni lungo le linee elettriche, o anche per le reazioni che comunque avvengono nell’elettrolita (il liquido presente nella batteria) con gli elettrodi. L’ideale è quindi rimuovere la batteria, cospargere con un velo leggero di grasso i morsetti, e riporla come detto in luogo asciutto.

Buona norma è quella di controllare, per le batterie non sigillate, il livello di elettrolita. Questo non deve mai lasciare scoperti gli elettrodi all’interno: se le piastre rimangono scoperte, si ha la formazione di ossidi, che portano al cortocircuitarsi degli elementi danneggiando la batteria con il conseguente fastidio di una sua sostituzione. Un rabbocco con acqua demineralizzata (va benissimo quella per il ferro da stiro) mette al riparo da ogni sorpresa.

Altra cosa importante: ricordarsi di metterla sotto carica almeno una volta al mese, anche se staccata. Ogni batteria ha processi di scarica e carica, che avvengono quando utilizziamo o meno la nostra moto. Questi processi son normali nella vita di ogni accumulatore e comportano un abbassamento del livello di ricarica della batteria. Il problema è che, qualora il processo di scarica duri molto a lungo, il successivo processo di ricarica porterà ad un livello molto basso. Le cose da farsi in questo caso sono due: o caricare la batteria almeno ogni mese con un semplice caricabatteria collegato per almeno 4 ore a ricarica lenta, oppure (cosa più comoda ed efficiente) dotarsi di un mantenitore di ricarica che opera con cicli di carica/scarica in automatico, mantenendo il livello di carica sempre a livelli ottimali.

Insomma, bastano veramente poche accortezze per allungare la vita della nostra batteria. Questa è per molti motociclisti croce e delizia. Con poca spesa ed un po’ di impegno eviteremo di acquistare ogni primavera una batteria nuova.

Comunque, ricordarsi sempre che:  le batterie non durano in eterno, ma una loro corretta manutenzione la terrà efficienti per anni; al loro interno è presente acido, occhio quindi quando si maneggiano; quando si ricaricano con un caricabatterie tenere sempre svitati i coperchietti  (per batterie non sigillate) perché durante la ricarica si sviluppano gas infiammabili. Fate molta attenzione!

Commenti (4)

La batteria l’ho smontata e con l’aiuto di un piccolo pannello solare spero di conpensare all’autoscarica.
Il tutto sul balcone di casa(pannello 320mha)!!!

Ma molto spesso i canonici 10m, non bastano, perchè nelle moderne moto, le luci restano sempre accese, pertanto la solizione più funzionale è sicuramente un matenitore di carica.
Cordiali saluti,
Giorgio.

E’ vero Giorgio,
la mia stessa moto non permette di spegnere le luci. Per caricare la batteria bisogna proprio usarla, oppure collegare il mantenitore di carica

[...] sarebbe ogni tanto una messa in moto di qualche minuto per dare carica alla batteria (leggi qui i nostri consigli). Per i più distratti o semplicemente per chi non avesse modo o tempo per [...]

Lascia un commento