Il casco integrale. Come scegliere quello giusto?Il casco integrale. Come scegliere quello giusto? Abbiamo suddiviso la scelta del casco integrale in base alle caratteristiche principali, così faremo l’acquisto perfetto in sicurezza e comodità. Il casco è il principale dispositivo di protezione da indossare quando si guida una moto. La scelta all’acquisto non è semplicissima visto un mercato saturo di modelli, più o meno differenti tra loro, che rischiano di portarci...

Leggi tutto

Sella troppo alta: come risolvere?Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Quando vintage non fa rima con sicurezza

Categoria : Blog, In evidenza

Nel mercato motociclistico attuale sempre più peso stanno assumendo le cosiddette “modern classic bikes”, in pratica rivisitazioni in chiave moderna delle moto degli anni passati.

Modelli che, indubbiamente, lasciano molti motociclisti affascinati da linee senza tempo e stile in abbondanza: queste moto sono per molti vera e propria arte, fascinazione meccanica allo stato puro. Le varie Triumph Bonneville, Moto Guzzi V7, la neonata Kawasaki W800 rappresentano, assieme ad alcuni modelli Harley Davidson, come le Sportster, un vero e proprio tuffo in un passato dove l’andare in moto non era certo sinonimo di centinaia di cavalli né pieghe da urlo. A farla da padrone erano piuttosto una guida più dolce e prestazioni, forse, più in sintonia con la contemplazione.

Certo, la tecnologia è progredita, si sono fatti passi da gigante sia in campo motoristico che di definizione di telai e ciclistiche, oltre che, fortunatamente, di affidabilità complessiva. Queste moto uniscono senza dubbio passato e presente quindi, permettendo ai loro possessori di lasciarsi sedurre da un look vintage senza perdere però l’affidabilità e i consumi “da ventunesimo secolo”. Ma in tema di sicurezza?
Qui le cose vanno molto, molto peggio. Le case sembrano purtroppo lasciar correre, quasi che l’acquisto di una moderna moto classica non contempli il diritto del suo pilota ad avere ad esempio una frenata assistita da ABS.

Dove sta il problema? Sarebbe forse difficile offrire questo sistema come optional?

Alcuni obbiettano che l’essenzialità della linea di questo tipo di motociclette si riflette necessariamente nella ridotta possibilità di trovar spazio per centraline e cablaggi “moderni”. D’altra parte lo spazio per il montaggio dei componenti necessari al funzionamento di un impianto ABS (centralina e pompa comandata) è stato trovato dai costruttori in moto ben più compatte e sportive, come ad esempio le naked di ultima generazione. C’è poi la chi ammira queste moto   proprio per la loro essenzialità e semplicità, sostenendo che verrebbe in un certo senso “tradita” dalla moderna elettronica. A questa considerazione si può contrapporre però che, oramai, l’iniezione elettronica ha decisamente messo fine all’era del romanticismo “anti-elettronico”; tanto varrebbe quindi completare l’opera offrendo, almeno in opzione, la possibilità a chi sia interessato a queste bellissime moto di godersele in tutta sicurezza.

Ma, in definitiva, esiste in questo senso una speranza per il futuro?

La presenza futura di ABS su questo tipo di moto è presa in considerazione dalle case costruttrici? Quali sono le considerazioni che hanno escluso modelli anche nuovi come la Kawasaki W800 dalla possibilità di montare questo accessorio? Abbiamo girato le domande ai costruttori, vi faremo sapere la risposta.

Commenti (6)

Ottimo questa articolo !

Sono totalmente d’accordo. Anche a me piacciono molto le moto “vintage”, ma non mi decido a comprarne una proprio per l’assenza dell’ABS: rovinerà la linea (secondo alcuni!) ma la sicurezza (anche psicologica) è molto più importante.
Non resta che attendere l’obbligatorietà dell’ABS su tutte le nuove moto, sperando si decidano a farla e a farla presto!

ABS sulle moto! :-O

Se non siete capaci di guidare una moto lasciate perdere e prendetene 4 di ruote!

Aiuterà pure…
ma immaginate solo per un’attimo un avaria all’ABS e voi che guidate convinti di averlo a disposizione oppure peggio ancora utilizzandolo per ottenere staccate al limite….
io con la 4 ruote lo uso anche così!
Con la macchina te ne accorgi e puoi intervenire…. con la moto per quando te ne sei accorto sei già in terra!
Io preferisco 1000 volte la sensibilità delle mie dita a quella dell’elettronica!

La sicurezza la si fà con la prudenza e l’esperienza!
non con queste inutili diavolerie elettroniche.

È bene ricordare sempre che l’abs è un sistema che può, nella stragrande maggioranza dei casi, essere anche disattivato dal pilota. Si può quindi decidere di affrontare con piglio sportivo un bel misto o le curve di una pista disinserendo ogni aiuto elettronico, se si è convinti di non averne la necessità o se si preferiscono sentire le reazioni “genuine” della ciclistica alla nostra sensibilità di guida. Ciò però dovrebbe rimanere una scelta, nell’ambito di una evoluzione dei mezzi che preveda comunque la possiilità di inserire l’abs. Oggi non è così. Ricordiamoci sempre che la presunta esperienza è fondamentale, ma non può far miracoli: l’istinto talvolta prende il sopravvento e le tristi statistiche sono lì a dimostrarlo.

Dal mese di marzo 2011 sono entrato e uscito dalla concessionaria Kavasaki almeno cinque volte per ammirare la nuova w 800, sedermici sopra, immaginare di guidarla, chiedere se c’è la possibilità di un test. Sono stato sempre sul punto di comprarla, ma il pensiero di ogni tragitto in autostrada nelle ore di punta in mezzo al traffico da video game sia sull’asciutto che sul bagnato, o della sabbia portata dal vento sulle strade di collina che percorro tutti i giorni, mi fanno ogni volta desistere e preferire la mia shiver 750 abs 2010 che non mi ha mai tradito: Pertanto ho deciso comprerò la w 800 quando verrà dotata di abs e basta

mi dispiace ma senza l’abs perdo il settimo senso: quello dell’unione uomo- macchina, della simbiosi tra mente e motore che mi fa sentire una cosa sola con la mia moto. Honda lo ha capito ed intervenuta sulla shadow: non importano i cavalli, importa il feeling sempre e comunque: Kavasaki Ti prego metti subito l’abs sulla w 800

Lascia un commento