Il casco integrale. Come scegliere quello giusto?Il casco integrale. Come scegliere quello giusto? Abbiamo suddiviso la scelta del casco integrale in base alle caratteristiche principali, così faremo l’acquisto perfetto in sicurezza e comodità. Il casco è il principale dispositivo di protezione da indossare quando si guida una moto. La scelta all’acquisto non è semplicissima visto un mercato saturo di modelli, più o meno differenti tra loro, che rischiano di portarci...

Leggi tutto

Sella troppo alta: come risolvere?Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Auguri “Nonna” Moto Guzzi, 90 anni di innovazione e sicurezza!

Categoria : Blog, Eventi e Manifestazioni, In evidenza

Auguri “Nonna” Moto Guzzi, ora hai 90 anni. Vogliamo raccontarvi questa storia, fatta di uomini e della loro passione capace di anticipare i tempi. Numerose furono le innovazioni che portarono a delle vere e proprie rivoluzioni in quanto a sicurezza.

MG90anniLOGfondROSSO

Perchè le Moto Guzzi hanno un’anima. Queste righe vogliono essere un omaggio alla storica casa mandellese, estremamente rammaricati di non essere riusciti a pubblicare l’articolo il 15 marzo, giorno del 90° complenno della storica casa di Mandello.

  • Qualche data

Minimizzando e sintetizzando al massimo potremmo riassumere così la storia della Moto Guzzi, sicuramente ci sarebbero parecchie altre cose da scrivere.

1919 Il giovane Carlo Guzzi, ingegnere, con l’aiuto del fabbro Giorgio Ripamonti e dell’amico Giorgio Parodi costruisce nella cantina della casa di villeggiatura a Mandello del Lario (allora Mandello Tonzanico) la prima moto, Battezzata G.P. (Guzzi-Parodi).
1921 il 15 marzo, in quel di Genova viene fondata la ” Società Anonima Moto Guzzi “.
1925 La Moto Guzzi durante una delle numerose sessioni di prova a Monza stabilisce 37 nuovi record mondiali di velocità.
1927 Giuseppe Guzzi entra in società e inventa il telaio elastico.
1930 49 vittorie nazionali, Moto Guzzi si conferma il più grande costruttore italiano.
1935 Stanley Wood vince il primo TT in sella a una Moto Guzzi 250, è la prima moto non britannica a trionfare sull’Isola di Man. Consacra la fama mondiale della casa di Mandello.
1936-1939 Rispettivamente l’Ing. Carcano e Todero iniziano a lavorare in Guzzi, saranno due personaggi chiave per la storia di Mandello.
1949 Carlo Guzzi inventa il Galletto, il nonno degli scooter a ruota alta: innovazione e sicurezza!
1950 Moto Guzzi è la prima casa costruttrice di motocicli al mondo a costruirsi una galleria del vento in scala 1:1 sfruttando il motore di un caccia bombardiere.
1955 Dalle mani dell’Ing.  Carcano, assistito da Cantoni e Todero, nasce la V8 500cc. Una moto unica nel suo genere, capace in quegli anni di raggiungere la velocità record di 285km/h.
1957 In quest’anno Moto Guzzi decide di abbandonare le corse in veste ufficiale. Nonostante siano passati 56 anni dal ritiro ancora oggi la Moto Guzzi è una delle case con il palmares più ricco: 14 titoli mondiali, 11 vittorie al Tourist Trophy, 3329 vittorie in gare ufficiali e decine di record di velocità (in soli 36 anni!).
1964 Un altro triste lutto dopo la morte di Parodi(1955), il 3 novembre a Mandello muore Carlo Guzzi.
1964-1967 Sempre dalle mani di Carcano viene progettata e successivamente messa in commercio la V7, prima moto con motore V2 di 90° trasversale e finale a cardano. Il bicilindrico trasversale è ancora oggi icona della casa mandellese.
1971 Lino Tonti progetta la mitica V7 SPORT, capace di stupire ed entusiasmare ai tempo, oggi oggetto di culto per pochi fortunati intenditori. Nella prova della rivista Motociclismo sul circuito di Monza diede 11 secondi al giro alla Kawasaki 750 Mach IV, allora riferimento in quanto a prestazioni.
1973 L’inizio di qualcosa di unico, il Museo Moto Guzzi di Mandello. Patrignani e il Conte Vitali iniziano la ricerca delle moto per il museo.
1976 Sempre Lino Tonti progetta la V50, è la prima della “serie piccola”. Sarà poi creata una vasta gamma di modelli con cilindrate comprese tra i 350cc e i 750cc. La stessa impostazione viene oggi utilizzata per la Breva 750 e la nuova linea Classic.
1981 Dalle romantiche teste tonde si passa alle più  spigolose teste quadre.
1995 Nasce la Centauro, prima moto frutto della collaborazione con Marabese Design.
1988-2004 Dopo vari anni di vicissitudini e problemi per la Guzzi entra in gioco il Gruppo Piaggio. Acquisisce Aprilia, ai tempi proprietaria di Guzzi, propone un valido e consistente programma di rilancio industriale.
2004 Due grandi lutti colpiscono la Moto Guzzi, Carcano e Todero ci lasciano.
2005 Gianfranco Guareschi su MGS01 vince la Battle of Twins categoria F1.

  • La prima moto al mondo con telaio elastico, la GT500 Norge

1927 Giuseppe Guzzi soprannominato Naco , fratello di Carlo, entra in Moto Guzzi e da vita alla prima motocicletta con telaio elastico. Sicuramente un’innovazione che ha portato ad una maggiore sicurezza negli anni, tema a noi tanto caro. Naco era un appassionato di viaggi, prendeva la sua Sport 500 e partiva, Pirenei, Parigi, Budapest, Amburgo. Nel 1926 durante un viaggio nei Carpazi gli si ruppe il telaio, ai tempi ancora rigido. Da buon ingegnere trovò il sistema per risolvere il problema: usando vecchie coperture e delle camere d’aria riuscì a collegare il retrotreno con lo zoccolo del motore e con la zona della sella. Con questa riparazione di fortuna riuscì a tornare fino a Mandello, quando vide il fratello Carlo gli confessò: ” Te set che la va mej inscì? ” (sai che va meglio così?). Fu così che l’anno successivo Naco creò la GT500, prima moto con telaio “elastico”, presto ribattezzata Norge.

  • La prima tuta in pelle moderna

Nel primo dopo guerra Duilio Agostini arrivò primo al traguardo del circuito di Monza ma completamente paonazzo, appena lo videro gli chiesero cosa gli fosse successo e spiegò: “la nuova tuta mi sta a pennello, ma quando mi sdraio sulla moto mi stringe parecchio il collo”. Carcano senza farsi minimamente scoraggiare costruì un “trespolo” con pedane e manubrio. Recatosi in Inghilterra a Sant’Hellen nel miglior atellier di pelle chiese al sarto di prendere le misure di Duilio sul “trespolo” e non in piedi, così nacque la prima tuta in pelle da moto dell’era moderna (scopri come si costruiscono adesso). Ingoffava sul posteriore ma appena Duilio si sdraiava sulla moto era perfetta, permettendogli anche di respirare senza problemi.

  • Moto Guzzi: uomini e passione

Moto Guzzi è fatta di grandi uomini mossi da un’inarrestabile passione. Moto Guzzi cambia anche la vita, come a quel poliziotto prossimo alla pensione che decise di rimanere qualche anno in più in servizio dopo aver scoperto l’immenente arrivo di una nuova flotta di Moto Guzzi al suo comando. Grandi uomini che contano 100 setole di un pennello grosso, le legano attorno ad un fiammifero costruendo così un pennellino di precisione per fare i filetti del serbatoio a mano libera, tecnica utilizzata fino a metà degli anni 50.

moto8Cose e persone straordinarie, come Omobono Tenni, Bruno Ruffo, l’Ing Carcano e Bruno Scola, proprio a quest’ultimo l’autore vuole dedicare l’ultimo aneddoto. Avevo 18 anni appena compiuti, reputavo la Moto Guzzi un po’ sfigata non conoscendone la storia e perchè alla ricerca dalle prestazioni, quando un mio amico mi chiese di accompagnarlo da Bruno Scola. Non sapevo nemmeno chi fosse, nel solo percorso da casa all’officina di Bruno mi innamoro di un personaggio tanto capace e “magico” dai racconti del mio amico. Arriviamo in officina con la paura che un personaggio così capace ed importante per il mondo guzzista possa non dedicarci del tempo, proprio in quel momento scopriamo la cosa più bella: Bruno Scola è il primo dei guzzisti, motociclista, meccanico (un gran meccanico) ma soprattutto una persona alla mano. Con i suoi consigli rigorosamente in dialetto ogni Guzzi vola, oggi Bruno lo considero un amico, quello che come prima cosa ti chiede ” ma la ghè la bensina?” quando la moto fa i capricci.

Concludendo, sperando di non avevi annoiato, cito le fonti del mio articolo Wikipedia e il libro: “Moto Guzzi: quando le moto hanno l’anima” a cura di Goffredo Puccetti edito da Mondadori. Questo libro, oltre ad una fonte indispensabile per questo articolo, è stato e continua ed essere benzina per il motore guzzista che c’è nel mio cuore. Un grande ringraziamento infine è doveroso al mio amico Edoardo, colui che mi ha fatto conoscere Bruno Scola, che mi ha regalato il libro ma soprattutto mi ha contagiato con la malattia più bella del mondo: la Guzzite Acuta!

Commenti (2)

E’ lecito quindi attendersi che la prossima GMG (Giornata Mondiale della Guzzi) sarà ancora più interessante.
Ho letto che ci sarà a Settembre, qualcuno può confermare?

Nel comunicato stampa Moto Guzzi per i 90 anni si legge tra le righe che i veri festeggiamenti saranno alle GMG in programma per settembre. Non ci resta che aspettare il programma ufficiale.

Lascia un commento