Shark Vision R: la sicurezza di una visuale panoramica

Per una visione ampia delle nostre aspettative, per ammirare ancora meglio i panorami durante i nostri viaggi Shark presenta un casco dedicato al touring con visiera panoramica: il Vision-R.

Per aumentare la visibilità e per offrire un esperienza ancora più memorabile durante i nostri viaggi Shark ha deciso di equipaggiare questo casco con un visiera dalle dimensioni importanti, 25% più alta e 10% più larga di una normale visiera. Ciò si tramuta in una visibilità fuori dal comune, gradita per ammirare i paesaggi che ci circondano, utile per scongiurare qualche pericolo in più durante la guida: anche questa è sicurezza. (altro…)

Scooter elettrici: energia alternativa o flop annunciato?

E' il nuovo che avanza. Il motore elettrico, un tempo settore di pura ricerca, oggi è sul punto di essere un'alternativa sempre più concreta con proposte che da qui a poco saranno protagoniste nel futuro dei nostri spostamenti.

Il motociclista si sa è una tipologia particolare di utente della strada. Tradizionale, legato a schemi ormai collaudati, mal digerisce le nuove proposte che possono in qualche modo alterare il suo legame con le moto. Senza quel mix di sound allo scarico, emozioni e prestazioni che solo il caro vecchio motore a scoppio è in grado di regalare, si sentirebbe depauperato della sua passione. Un lato emozionale che nel mondo delle moto svolge spesso un ruolo fondamentale nell'acquisto della compagna a due ruote. Tuttavia sul mercato cominciano ad arrivare proposte alternative degne di nota, anche se ancora troppo costose. (altro…)

Rapporto ETSC sulla sicurezza stradale

Sono  169.000 i pedoni, i ciclisti e i motociclisti  che hanno trovato triste sorte sulle strade europee a partire dal 2001, 15.300 dei quali solo nel 2009.

Questi i dati che emergono in un rapporto pubblicato dalla commissione europea che riporta l'indice di mortalità sulle strade d'Europa tra le varie tipologie di utenti, esclusi gli automobilisti. I numeri sono allarmanti e, se da un lato evidenziano un calo di mortalità per pedoni e ciclisti del 34%, dall'altro mettono in luce la ben più triste situazione dei motociclisti, che di fatto fa registrare una diminuzione solo del 18% nei  paesi UE. (altro…)

Shark Race R Pro, tecnologia da Formula1 al servizio della sicurezza.

Settimana scorsa vi abbiamo raccontato le interessanti peculiarità di una realtà concreta come Shark, cominciamo ora ad analizzare la prima novità: il casco Race R Pro!

Il Race R Pro rappresenta il top gamma per le competizioni in casa Shark, rivolto a tutti gli aspiranti piloti ma anche a chi vuole semplicemente il top. Ovviamente come tutti i caschi race di alto livello è dotato di chiusura doppia D, con un comodo magnete per fermare l'estremità del laccio in eccesso e non farlo svolazzare. Due diverse calotte a seconda della misura, entrambe in fibra di carbonio aramide. (altro…)

Pneumatici Michelin Pilot Road 3

Novità di Michelin per il 2011. Presentato il nuovo pneumatico Pilot Road 3. Importante step evolutivo rispetto al precedente modello, Pilot Road 2, presenta delle interessanti novità volte a migliorarne le caratteristiche di sicurezza e durata.

Lo sviluppo del MICHELIN Pilot Road 3 è stato compiuto con l'intento  di offrire una maggiore sicurezza ai motociclisti e s’inserisce nel processo di innovazione della casa francese con l’obiettivo di contribuire ad una migliore mobilità. (altro…)

Guida scooter: scooter o “scooterone”?

Meglio il classico scooter, agile e maneggevole, ruote alte o basse che sia, o i tanto amati scooteroni comodi, ma un po' ingombranti? valuteremo in questo articolo i pregi e i difetti di entrambi.

Tra quelle che sono le varie tipologie di mezzi che oggi offre il mercato degli scooter, sostanzialmente spesso la scelta si divide tra l'acquisto di un classico scooter piccolo e maneggevole, o il cosiddetto scooterone, mezzo più comodo e "maturo".    
  • Gli scooter classici

Mezzi leggeri, comodi, maneggevoli, utilissimi nel traffico urbano, adatti ad ogni utilizzo. Sono sempre più coloro che hanno eletto lo scooter come il mezzo ideale agli spostamenti quotidiani. Le doti dinamiche di questi mezzi li hanno resi a tutti gli effetti come la vera alternativa all'auto. Dal peso e dagli ingombri ridotti, ma non per questo poco stabili e sicuri, si guidano bene in mezzo al traffico, non hanno problemi di parcheggio e, dati il risparmio in termini di tempo di percorrenza per un qualsivoglia tragitto, contribuiscono non poco all'abbattimento di sostanze inquinanti rilasciate nella sempre più ingolfata aria cittadina. Questo ultimo fattore li favorisce, in molti casi, anche nei periodi di blocco alla circolazione o in casi di ZTL, dato il basso impatto ambientale. Di contro hanno una capacità di carico spesso insufficiente qualora se ne voglia fare un mezzo per spostamenti a medio raggio e una posizione di guida che espone alle intemperie o al vento frontale in modo eccessivo. (altro…)

Evoluzione dei guard-rail: da ostacolo a protezione

La barriera di sicurezza è un dispositivo di ritenuta che contiene e redireziona i veicoli che sviano dalla carreggiata contenendo i danni ai veicoli e ai suoi occupanti nonché agli altri utenti della strada. Può essere realizzata in cemento, in acciaio o legno (di Giovanna Guiso).

La barriera in acciaio (guard-rail) è costituita da un montante e da un nastro a bi o tripla onda. E’ un tipo di barriera efficace per i veicoli a quattro ruote ma pericolosa per chi viaggia su due ruote perché in caso di impatto il montante scoperto provoca l’effetto “ghigliottina”. Nella maggior parte dei casi questo tipo di barriera aumenta la pericolosità del tratto stradale perché rende le conseguenze dell’incidente ben più gravi dell’evento incidentale stesso: lo dimostra l’elevato numero di motociclisti che ogni anno riporta lesioni gravissime a seguito dell’impatto contro di esse. Per saperne di più ci siamo rivolti all’ingegnere Cesare Sangiorgi, ricercatore del DISTART, settore strade, della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna. (altro…)

Autoriduzione del pedaggio: solidarietà dalla Francia, l’FMI tace

Il Coordinamento Motociclisti, l'associazione nata nel 1991 che si batte per i diritti dei motociclisti presieduta da Riccardo Forte,  da appuntamento a tutti gli utenti delle due ruote il 15 Maggio, per la 2a giornata Nazionale dell'autoriduzione del pedaggio autostradale.

Gli argomenti che spingono all'organizzazione di questa protesta pacifica sono semplici: i veicoli dovrebbero pagare in proporzione al loro impatto sulle infrastrutture. Considerando che moto e  scooters incidono poco e nulla sulle condizioni e usura dell'asfalto, non dispongono di aree di parcheggio e sosta dedicate, e contribuiscono alla riduzione del traffico e dell'inquinamento, dovrebbe essere la norma che fossero agevolati nel pagamento dei pedaggi. In virtù di questo, il Coordinamento Motociclisti, tra le sue tante iniziative, ha intrapreso la lotta per far si che il principio venga recepito da chi di dovere e si faccia qualcosa per una situazione che penalizza oltremodo chi utilizza il mezzo a due ruote. Tuttavia la solidarietà arriva solo dall'estero, mentre l'FMI (Federazione Motociclistica Italiana) snobba l'iniziativa. (altro…)

Ghigliottinato dal guard-rail: un altro centauro muore dopo motoraduno

Un'altra vittima dei guard rail, un altro centauro che perde la vita in modo orribile ed assurdo, a causa di un sistema di protezione, il guard-rail, ormai da tempo notoriamente inadatto alle esigenze di protezione dei motociclisti.

Invano da anni ci si batte per una modifica a questo  tipo di struttura, ma gli amministratori sembrano non volere recepire quale sia la effettiva pericolosità di queste vere  e proprie lame piazzate ai bordi delle nostre strade. La battaglia dell'Associazione Motociclisti Incolumi resta ancora inascoltata, salvo pochi casi virtuosi. Capita così, che uno sfortunato motociclista (l'ennesimo), perda la vita in modo orribile, in una domenica qualunque, a causa di un incidente che avrebbe potuto avere ben altre conseguenze se si fosse trovato di fronte un sistema di protezione tra quelli che da anni vengono proposti come modifica agli attuali e maledetti guard-rail. Forse c'entra anche la velocità ma questo non significa che debbano esserci strade "che non perdonano" (come dice sempre Marco Guidarini). (altro…)

Meglio uno scooter 4 tempi o 2 tempi?

Nel precedente articolo abbiamo parlato delle due grandi famiglie in cui si dividono gli scooter, a ruota alta o ruota bassa, questa volta vedremo il tipo di motorizzazione che offrono gli scooter moderni, nonchè le loro caratteristiche in termini di costi, uso e manutenzione.

Tralasciando per ora i nuovi motori elettrici che cominciano a fare capolino nel panorama degli scooter (ma non solo scooter) e di cui tratteremo meglio in un prossimo articolo, possiamo definire per gli scooter due tipi di motorizzazioni, che sono poi le classiche: 2 tempi e 4 tempi. Vediamone in dettaglio eventuali caratteristiche e vantaggi. (altro…)
  • Pagina 1 di 113
  • 1
  • 2