Meglio uno scooter 4 tempi o 2 tempi?

Nel precedente articolo abbiamo parlato delle due grandi famiglie in cui si dividono gli scooter, a ruota alta o ruota bassa, questa volta vedremo il tipo di motorizzazione che offrono gli scooter moderni, nonchè le loro caratteristiche in termini di costi, uso e manutenzione.

Tralasciando per ora i nuovi motori elettrici che cominciano a fare capolino nel panorama degli scooter (ma non solo scooter) e di cui tratteremo meglio in un prossimo articolo, possiamo definire per gli scooter due tipi di motorizzazioni, che sono poi le classiche: 2 tempi e 4 tempi.

Vediamone in dettaglio eventuali caratteristiche e vantaggi.

  • Scooter con motore 2 tempi

Il motore due tempi è stato per molti anni protagonista assoluto delle moto di piccola cilindrata di ogni categoria di prodotto: piccole sportive, custom e scooter. Questo fino a pochi anni fa era pressochè la regole per tutta una serie di veicoli che avevano dalla loro la leggerezzza, semplicità abbinate ad un basso costo e prestazioni eccelse. Da alcuni anni a questa parte però, il motore 2 tempi sembra essere ormai giunto al capolinea per quel che riguarda la produzione di mezzi in grande serie; resiste nelle competizioni della classe 125 del motomondiale, ma è destinato a scomparire anche da quel contesto con l’avvento del 4 tempi e la nuova classe Moto3.

Il motore due tempi ha dalla sua i seguenti vantaggi: semplicità costruttiva, leggerezza, prestazioni; tuttavia presenta svantaggi che oggi come oggi non sono di poco conto: emissioni inquinanti, consumi, affidabilità nel tempo. Nonostante qualche tentativo di proporre mezzi due tempi ad iniezione (aprilia ad esempio, e con ottimi risultati) questa strada comunque pare essere stata abbandonata.

Tenendo conto sia dei pro che dei contro, ad oggi il motore due tempi, rimanendo nell’ambito degli scooter è “relegato”  ai solo cinquantini. Mezzi dal basso costo, dotati di ottime prestazioni a cui, data la tipologia di utenti a cui è destinato il mezzo, non si richiedono chilometraggi da tourer e durate decennali.

  • Scooter con motore 4 tempi

Il motore 4 tempi, invece, è a tutti gli effetti il motore oggi più utilizzato: inquina poco, è parco nei consumi, affidabile nel tempo, ridotta manutenzione, ma di contro ha maggiore complessità meccanica, costi di gestione più alti e prestazioni ridotte rispetto ad un 2 tempi di pari cilindrata.

E’ sicuramente il motore più adatto a chi cerca un mezzo robusto e affidabile destinato ad uso frequente, anche per un utilizzo dello scooter non solo nel quotidiano, ma anche per gite fuori porta. La stragrande maggioranza degli scooter utilizza ormai questo motore, sopratutto quelli di grossa cilindrata.

Nelle grosse motorizzazioni (diciamo dal 250 in su) è un motore che abbina prestazioni e doti chilometriche, a una capacità di carico più o meno rilevante. Lo sccoter con motore 4T è un scelta “adulta”, diciamo… un mezzo che oggi come oggi in molti preferiscono all’automobile per recarsi al lavoro e gli spostamenti quotidiani. Agevolati anche dal fatto che, sopratutto nelle grosse città congestionate dal traffico e dallo smog, questi mezzi risultano meglio tollerati dalle pubbliche amministrazioni in periodi di blocco del traffico e “isole ecologiche”.

Concludendo, possiamo affermare che se la vostra idea è un mezzo piccolo per un uso disimpegnato, magari da regalare al proprio figlio, lo scooter 2t può essere preso in considerazione, se invece è per un utilizzo più da utilitaria comoda e versatile, sicuramente la scelta del 4t farà di sicuro al caso vostro.

4 commenti

  1. Non trovo l'articolo dove parlate delle due grandi famiglie in cui si dividono gli scooter, a ruota alta o ruota bassa: potreste inviarmelo? Comunquer, mia figlia vorrebbe uno SR Factory Aprilia 50. So già dell'eccessiva velocità, ecc, ma la ragazza è tranquilla e non è un problema. Vorrei invece sapere se è sicuro per le ruote basse, se in generale è più sicura quella alta come dicono, ed in particolare qual è lo scvooter più sicuro (o i più sicuri, per non fare preferenze). Grazie, Giovanni

  2. ciao simone! credo la tua scelta sia molto sensata. l'esperienza vissuta in questi casi è il miglior modo per fare una scelta. Il due tempi non è comunque puoi così malaccio, ma ad onor del vero passando a cilindrate maggiori il motore 4 t ha forse, per questi tipo di mezzi, una marcia in più!

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *