Rincari nelle polizze? Tempi lunghi per i risarcimenti

Le assicurazioni  moto e scooter sono caratterizzate da tempi di risarcimento sopra la media ed in costante aumento. E’ quanto emerge da un recente rapporto diffuso dall’Ania, l’associazione che raggruppa le compagnie assicurative, circa l’andamento del mercato polizze nell’anno 2010.

Secondo questo rapporto, inoltre, appare in evidenza come i costi dei risarcimenti hanno subito dei rincari in media di circa il 4% proprio a causa della lentezza burocratica delle varie pratiche da espletare. In effetti è doveroso precisare, che in caso di incidenti che vedono coinvolti moto e scooter,  molto spesso le conseguenze riportate dai conducenti sono di molto più gravi rispetto ad incidenti in cui sono coinvolte auto.

  • Lungaggini burocratiche

Questo determina tutta una serie di accertamenti, perizie, che creano montagne di scartoffie, con conseguenti tempi lunghi, prima di poter giungere ad un risarcimento dei soggetti coinvolti. Tempi lunghi con conseguente aumento dei costi e la tendenza è di ulteriori aumenti di questi costi che poi inevitabilmente ricadranno sul cliente, a meno che, come sollecitato dall’ANIA non vengano intraprese al più presto manovre per arginare il problema. Sarebbe anche il caso, aggiungiamo noi, che l’ANIA oltre a sollecitare continui e vani interventi, si adoperasse sul serio per venire incontro al cliente.

  • Scelte online 

ANIA denuncia giustamente una situazione di inefficenza della macchina burocratica che vede al solito il cittadino pagarne le conseguenze. E il motociclista che volesse contenere i costi assicurativi? La soluzione che si prospetta al giorno d’oggi è quella del mercato online. Sempre più italiani infatti scelgono di calcolare i preventivi dell’assicurazione moto online e sempre più sono quelli che scelgono per questa forma assicurativa che vede una riduzione dei costi di gestione e quindi delle tariffe applicate al pubblico.

Fare sempre comunque attenzione a cosa offrono realmete le compagnie che ci propongono le loro polizze a prezzi contenuti. Spesso come in ogni situazione di mercato, un prezzo troppo basso può comportare il rischio di servizi che non vengono offerti, ma che possiamo dare per scontato. E’ buona norma leggere sempre e con molta attenzione i contratti, onde evitare sgradevoli sorprese qualora in un futuro avessimo poi la necessità di un loro servizio.

Segnaliamo a questo proposito che l’Isvap (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) ha emanato un regolamento contenente una serie di norme che disciplinano la vendita di polizze “a distanza”, per tutelare il consumatore da eventuali raggiri messi in atto dagli assicuratori.

2 commenti

  1. Io ho tenuto ferma la moto per due anni per non cedere al “ricatto” degli aumenti “ingiustificati” dell’RCA....dopo due anni ho deciso di rimetterla in movimento....ho fatto ricerche “online”....il risultato...il prezzo più conveniente? La mia “vecchia” compagnia”!!!!!

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *