Il casco integrale. Come scegliere quello giusto?Il casco integrale. Come scegliere quello giusto? Abbiamo suddiviso la scelta del casco integrale in base alle caratteristiche principali, così faremo l’acquisto perfetto in sicurezza e comodità. Il casco è il principale dispositivo di protezione da indossare quando si guida una moto. La scelta all’acquisto non è semplicissima visto un mercato saturo di modelli, più o meno differenti tra loro, che rischiano di portarci...

Leggi tutto

Sella troppo alta: come risolvere?Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Acquisto e scelta di un casco, quali sono i più sicuri? Matesic dice la sua

Categoria : Abbigliamento tecnico, Blog, Crash test, In evidenza

Abs, policarbonato, fibra di carbonio o di kevlar “Deve essere ben fatto, oggi hanno caratteristiche superiori a quelle del corpo umano, non si danneggia la testa, ma il resto sì”.

Ogni motociclista o scooterista che utilizza la moto tutto l’anno, sia per lavoro che per puro divertimento, sa perfettamente quanto quella del casco sia una scelta importantissima. Vuoi per il livello di confort, ma soprattutto per avere il massimo della sicurezza.

In molti dibattono su quale sia il materiale più adatto con cui un casco debba essere realizzato. Una problematica che a volte ci influenza anche la scelta quando si devono fare i conti con il budget a disposizione. Un casco in policarbonato si sa è più economico rispetto ad un casco in composito quali Kevlar o Carbonio, ma la maggiore spesa vale la resa alla fine?

Riccardo Matesic giornalista del settore ha rilasciato questa intervista tempo fa spiegando quali,secondo lui, sono le caratteristiche che un casco deve avere, che dobbiamo valutare, non soffermandoci semplicemente sul tipo di materiale con cui è realizzato.

 

” Risulterebbe scomodo su uno scooter cinquanta un casco professionale da ottocento euro, così come non sarebbe indicato andare su una moto sportiva con un casco jet aperto sul viso”. Poi “si può passare alla tipologia di materiale. Non ne esiste uno migliore. Non si può dire che il casco in fibra di carbonio o di kevlar sia migliore del casco stampato in policarbonato. L’importante è che il casco sia ben fatto, oramai siamo arrivati a un punto in cui le caratteristiche di un casco superano quelle del corpo umano” .

“Si sta cominciando a porre tra i produttori anche il problema dell’aria all’interno del casco per la respirazione. Deve garantire un adeguato ricircolo in ogni condizione, soprattutto nell’utilizzo con lo scooter. In motocicletta c’è abbastanza ricambio d’aria, ma andando in scooter con il parabrezza c’è meno passaggio. I produttori si stanno preoccupando di questo e in futuro, probabilmente, verrà anche normato”.

Ribadisce: “I caschi omologati sono tutti buoni, l’importante è scegliere in funzione di un prezzo minimo. Non fidarsi di caschi che costano cifre eccessivamente basse”.

Ma allora perché un casco che costa meno di 50 euro passa l’omologazione?: 

Durante i test c’è molto spazio per la manualità dell’operatore: se non è bravo, può inficiare la prova. Ed è molto difficile che poi un’omologazione fasulla possa emergere. Ci sono dei casi in cui sono stati allertati i laboratori che hanno rilasciato omologazioni che sono risultate non in regola dopo i controlli. La procedura è molto difficile e complessa e, soprattutto, quello che mi ha lasciato di stucco è stato scoprire che i test di controllo sulla produzione e sul rispetto dell’omologazione i costruttori se li fanno in casa”.

Proprio sul fronte dell’omologazione, nei mesi scorsi ha sollevato non poche polemiche un’indagine di Altroconsumo che ha nuovamente coinvolto, come ogni anno, una decina di produttori di caschi.

Note marche sono state infatti bocciate nell’omologazione ECE R22-5 sull’assorbimento degli urti e sullo scalzamento, cioè il rischio che il casco si sfili durante l’impatto.

Una proposta, che non chiede il ritiro dei caschi ma propone test fatti direttamente dal ministero dei Trasporti la rilancia lo stesso Matesic:

“Il dicastero, che ha due laboratori ‘centro prova autoveicoli’ attrezzati per fare i controlli giusti, potrebbe prelevare anonimamente dai negozi dei caschi dagli scaffali a caso e fare dei test per vedere se l’omologazione è stata rispettata. Sarebbe importante, ma la proposta si è arenata per mancanza di fondi. In realtà – dice – servirebbe la volontà per arrivare a una cosa del genere, sarebbe importante per la tranquillità di tutti”.

Fonte | ADNKRONOS

Commenti (2)

Sono rimasto sconcertato dalla frase “quello che mi ha lasciato di stucco è stato scoprire che i test di controllo sulla produzione e sul rispetto dell’omologazione i costruttori se li fanno in casa”.

In che senso è pronunciata questa frase? L’omologazione non dovrebbe essere competenza del Ministero dei Trasporti?
A dire il vero sono un pò confuso, i test su un casco da mettere nuovo da mettere in commercio chi li fa? Il ministero con un suo laboratorio oppure un laboratorio indipendente?
E ancora, se un casco, ad esempio, ottiene l’omologazione in Italia, tale omologazione vale automaticamente anche per il resto d’Europa?

Ho cercato informazioni in rete ma non ho trovato risposte chiare ed esaurienti a tali quesiti…

“Si sta cominciando a porre tra i produttori anche il problema dell’aria all’interno del casco per la respirazione”

ma quale “problema di respirazione”??
ma ci siete mai andati in moto??

casomai il ricorcolo dell’aria all’intenro del casco e’ per evitare l’appannamento, cosa che cmq si risolve con la doppia visiera tipo pinlock, non e’ certo facendo circolare l’aria all’interno che si risolve il problema, sopratutto per chi porta le lenti a contatto..
cerchiamo di fare informazione CORRETTA, anziche’ sparare castronerie, tipo “Non ne esiste uno migliore. Non si può dire che il casco in fibra di carbonio o di kevlar sia migliore del casco stampato in policarbonato”..

Lascia un commento