Pirelli “Silver Stripes”. Si festeggiano i 25 anni del mondiale SBK.

In occasione delle celebrazioni delle nozze d’argento tra la SBK e gli appassionati di tutto il mondo, per Biaggi&Co. Pirelli ha vestito a festa la copertura per la Superpole.

Si chiama “Silver Stripes”, e sarà la veste esclusiva per le gomme utilizzate nella superpole di Monza. Per celebrare l’importante traguardo Pirelli, fornitore unico del mondiale dal 2004, apporrà sul battistrada 6 bande longitudinali di colore argento (in omaggio al quarto di secolo), mentre sul fianco troverà posto in bella vista la riproduzione della bandiera italiana ed il logo commemorativo ideato da Infront.

Il mondiale SBK merita certamente l’abito delle migliori occasioni per ciò che negli ultimi anni ha saputo regalare, sia in termini di spettacolo per gli appassionati che in termini di sviluppo e know-how per le aziende impegnate in questa avventura.

Giorgio Barbier, Racing Director di Pirelli Moto e parte del progetto Superbike fin dalla sua nascita alla fine degli anni ’80:

“Questo è sicuramente un traguardo molto importante non solo per Infront Motor Sports e per il Campionato Mondiale Superbike, ma per tutto il mondo delle competizioni sportive su due ruote. Nonostante le crisi economiche degli anni ’90 e quelle degli ultimi anni, il Mondiale ha continuato a crescere costantemente sia in termini di visibilità che di prestigio ritagliandosi a tutti gli effetti un ruolo di primaria importanza nel motociclismo internazionale. Il progetto dei fratelli Flammini si è rivelato fin da subito vincente attirando a sè nomi di importanti piloti che poi sono diventati leggenda. Pirelli ha creduto fin da subito in questo progetto e a partire dal 2004 è stato scelto come fornitore unico ufficiale per tutte le quattro classi del Mondiale Superbike contribuendo ad accrescere le emozioni che ogni weekend queste gare sanno regalarci. Siamo quindi felici di poter festeggiare insieme ad Infront e a tutti gli altri soggetti coinvolti questa ricorrenza e siamo sicuri che il Campionato Mondiale Superbike continuerà a crescere anche negli anni a venire”.

Per Pirelli, il sodalizio con l’avventura dei fratelli Flammini, è ormai a pieno titolo parte della storia recente del marchio. Una storia che parte dalla fine degli anni ’80, quando le derivate di serie, già famose nelle corse americane, fecero apparizione anche nel panorama europeo:

“Ogni nostra conoscenza inizia con l’esperienza proprio come conoscere significa ricordare – prosegue Barbier -, così ricordo quando in Pirelli ricominciammo a dedicarci alle competizioni mondiali motociclistiche: lo si fece dopo lustri di attività minori e si era persa la memoria degli storici gran premi con Gilera, Guzzi… Dopo i primi slick evoluti nei primi anni ottanta a livello nazionale ed europeo, tuffarsi nell’avventura del neonato Campionato Mondiale Superbike nel 1988 fu una scelta di passione e coraggio. Prendemmo il team Rumi, campione del Mondo uscente ed il suo astro nascente, il pilota americano Fred Merkel. Un anno duro, pieno di emozioni, delusioni e successi: un campionato vinto all’ultima manche in Nuova Zelanda contro un Mertens che poi, a sua volta, sarebbe diventato pilota Pirelli”.

 

 

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *