ABS e due ruote. Quanti motociclisti lo vorrebbero?

Come viene percepito, quanti lo vorrebbero, come può salvare la vita?

Fra i motociclisti, chi conosce o ha usato l’ABS si dichiara soddisfatto. È questo il responso della prima ricerca condotta da Bosch, la rivista Motociclismo e CSM International dal tema I motociclisti e l’ABS.
Basata su un campione di 450 motociclisti, la ricerca dimostra soddisfazione del 96% di chi possiede l’ABS sulla propria moto e l’84% di chi l’ha provato su un’altra moto. L’età media degli intervistati è di 41 anni con un’esperienza alla guida di 15 anni e una percorrenza annua media di 7.000 Km.
Fra gli intervistati, selezionati in base alle differenti moto guidate – sportive, naked/base, turistiche/ST, enduro stradali e custom/cruiser – il 76% considera l’ABS abbastanza o molto importante per il proprio tipo di moto (89% tra gli utenti di turistiche e enduro stradali, 78% per le naked e il 57% per le supersportive). Secondo i motociclisti coinvolti, il 47% degli incidenti potrebbero essere evitati. Anche i più critici – utenti delle supersportive, custom e coloro che non hanno mai provato il sistema – ne apprezzano i benefici e sono convinti che l’utilizzo del sistema antibloccaggio potrebbe evitare circa il 40% degli incidenti.
Mentre il 62% degli intervistati vorrebbe l’ABS di serie su tutte le moto e oltre la metà (57%) lo indica come una delle prerogative di acquisto della prossima moto, la restante parte mantiene un approccio critico dovuto sostanzialmente alla mancanza di informazione. Le motivazioni indicate afferiscono, infatti, al presunto allungamento della frenata e alla mancanza di abitudine o esperienza nell’utilizzo di questa tecnologia.

1 Commento

  1. Sono convinto fautore dell'ABS e la mia prossima moto (spero) ne sarà dotata. Tuttavia vorrei che, serenamente, si parlasse un pò più diffusamente anche dei (pochi) lati negativi del sistema e non solo dei (molti) lati positivi. Lo trovo un pò ipocrita... (senza alcuna voglia di polemica, eh?)

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *