Mercato delle moto usate in calo, ma il risparmio c’è

I veicoli a due ruote hanno sempre riscontrato successo di pubblico, fin dalla loro nascita, nel lontano 1869 in Francia. Il loro uso si diffuse rapidamente in tutta Europa e, nel frattempo, due inventori tedeschi ne crearono un prototipo con motore a combustione interna: da quel momento in poi (era il 1885) la moto subì una continua evoluzione dei suoi modelli, grazie anche alla capillare rete di vendita in Europa e in Usa.  Come per l’auto, il suo successo si deve anche alle varie gare da competizione che, subito dopo la sua invenzione, di cui era la protagonista e la regina indiscussa. La passione per questo mezzo di trasporto, che ormai è diventato anche uno status symbol, accomuna tantissime persone ed è per questo che il mercato delle moto usate è così fiorente e pieno di economiche sorprese. Nei diversi annunci di vendita moto che si trovano in numerosi portali online, sono tantissime le tipologie che si possono trovare.  Solitamente si dividono in tre modelli: quelli ad uso stradale, le fuoristrada e quelle di nicchia.

  • Diverse tipologie

Tra le prime possiamo trovare le Naked, le Cruiser, le Grand Cruiser e le Race Replica, tra le seconde le Cross, le Enduro, le Tuttoterreno, le Trail e le Motoalpinismo e nella terza categoria rientrano le Custom, le Café Racer, le Triton, le Scrambler, le Dakar e le Motard. Comprare una moto non nuova permette di realizzare il nostro sogno a due ruote scegliendo tra la vasta scelta che il mercato dell’usato ci propone: sono presenti tutte le tipologie, dalle più ricercate a quelle meno conosciute e si possono concludere affari davvero interessanti con un semplice click, cominciando a sognare la strada che potremo percorrere in sella alla nostra due ruote.

  • Mercato in crisi

Anche il mercato delle moto è in forte crisi, non solo quello del nuovo ma anche quello dell’usato. Un periodo di recessione che investe le due ruote e che oramai continua da diversi anni senza che appaia uno spiraglio che possa far pensare ad un’inversione di tendenza. Gli ultimi dati sul mercato delle moto usate sono relativi al mese di settembre e indicano in 41.845 le moto che nel mese  sono state soggette a passaggi di proprietà. Se si prende il dato di un anno fa, ovvero quello di settembre 2011, ci si accorge del calo di quasi un quinto del mercato, precisamente del 19,6%. A dimostrazione che la tendenza di recessione continua da mesi, è il dato complessivo che fa riferimento all’intero 2012, o meglio a questi primi nove mesi dell’anno trascorsi. Rispetto al periodo gennaio-settembre 2011 negli stessi nove mesi del 2012, il mercato dell’usato delle due ruote ha fatto rilevare una flessione dell’11%; meno consistente rispetto al dato su base mensile, ma pur sempre un netto calo. Il mercato dei motocicli usati segue più o meno l’andamento del mercato dell’usato dell’automobile dato che il calo delle quattro ruote è del 12,5% e del 22% su base mensile.

  • L’usato “tiene”

Tuttavia nonostante i numeri non siano confortanti, il mercato dell’usato delle due ruote “soffre meno” del mercato del nuovo, spinto sempre più in basso dalla crisi economica e dai consumi frenati. Non va dimenticato che acquistare una moto usata anziché nuova garantisce un considerevole risparmio. L’andamento del mercato è dunque una conseguenza della convenienza che l’usato offre rispetto al nuovo. Comprare una moto, sia di grossa cilindrata che uno scooter, consente di risparmiare fino al 60-70% a seconda dei casi. Sono comunque numerosi i fattori che bisogna considerare per determinare fino a quanto si riesce a risparmiare scegliendo una moto usata: come anno di immatricolazione, chilometri e condizioni generali del veicolo. In ogni caso il risparmio è assicurato.

  • Cosa si cerca?

In ogni caso le tendenze del mercato del nuovo inevitabilmente condizionano le scelte di coloro che acquistano una moto, anche usata. Vediamo quali sono le preferenze dei motociclisti prendendo in considerazione i modelli di moto immatricolati nei primi nove mesi del 2012. Un dato che salta all’occhio è la tipologia di moto che sono state vendute in quest’anno; si tratta prevalentemente di scooter, come dimostra la top ten delle due ruote del periodo gennaio-settembre 2012. Ma quali sono i modelli più venduti dell’anno? Andiamo a scoprirlo guardando da vicino i primi dieci modelli. La moto, o meglio lo scooter più immatricolato è il Piaggio Liberty 125 PPTT con 15.590 nuove registrazioni, a completare il podio ci sono Yamaha TMax 500 (8.901) e Honda SH 300 (6.692). Al quarto posto troviamo un altro scooter Honda, l’SH 150 (6.106), a seguire il Piaggio Liberty 125 RST (4.873), l’Honda SH 125 (4.694). Al settimo e ottavo gradino della graduatoria ci sono il Piaggio Beverly 350 (4.533) e il Piaggio Beverly 300 (4.131). Mentre a chiudere la top ten sono il Kymco Agility 125 R16 (3.615) e il Yamaha XMax 250 (3.278).

1 Commento

  1. Max

    Be c'è da dire che se pure le Assicurazioni,bolli,passaggi di proprietà,costassero di meno,si sarebbe piu spinti nel comprarne una.Stesso discorso equivale per l'auto.Si è arrivati all'eccesso,e così facendo muoiono i sogni e desideri.

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *