Motodays di Roma. Al via la 5a edizione: “Bisogna rimettere le persone sulle moto”

Da Giovedì 7 Marzo, fino a Domenica 10, porte aperte ai centauri appassionati del centro-sud Italia. Riparte il Motodays, tra crisi e voglia di ritornare in sella.

Il momento non è dei più facili per il settore delle due ruote, ma la passione dei motociclisti non conosce flessioni, ed il Motodays è l’occasione per fare il punto della situazione, in vista di un anno che si preannuncia difficile, come i precedenti. 

  • Caliari:”Momento difficile, ma la voglia di moto c’è!”

Alla conferenza di presentazione, presenti i rappresentanti della città capitolina, della Federazione Motociclistica oltre che di Confindustria – ANCMA, l’associazione che riunisce i costruttori di moto in Italia. Pier Francesco Caliari, Direttore generale di ANCMA,  ha ribadito il momento difficile che sta attraversando il settore, ma sottolineando come, a giudicare dai numeri dell’usato, la passione rimanga alta, a sottolineare che occorre guardare con ottimismo al futuro, pur se in maniera coscienziosa: “L’unica cosa di cui si può essere felici è che la passione non è in crisi. I dati del mercato invece sì, ma allo stesso modo di quello che avviene negli altri settori. I dati sull’usato, però, tengono ancora, segno che l’appassionato cerca ancora le due ruote, per questo guardiamo al futuro in modo ottimistico. Il nostro è un mondo di passione fatto di piccoli artigiani, che devono essere aiutati. Ben venga Motodays a Roma, che dà un megafono alle esigenze di molti: perché la passione c’è, bisogna solo rimettere le persone sia sulle piste che sulle moto”.

Paolo Sesti, Presidente FMI, invoca coesione delle parti e lancia la sfida al 2013, guardando alle gare (in aumento) come un buon segnale per rimanere ottimisti: “Dobbiamo resistere con tutte le nostre forze ai dati pesanti e recentissimi sulle vendite. Però bisogna lanciare anche qualche dato ottimistico: quest’anno il numero di gare per il 2013 è stabile, forse anche in aumento.”

  • Aspettative dal nuovo governo

Il Presidente Fiera Roma, Mauro Mannocchi, invoca azioni efficaci dai governanti che si insedieranno da qui a poco alla guida del Paese: “Cerchiamo di dare al settore un segnale di speranza. Dopo la tornata elettorale che si è conclusa la scorsa settimana, ci aspettiamo che ci sia la capacità politica di organizzare velocemente un governo che metta in atto un’azione propulsiva, che ridia fiato alle aziende e speranze agli italiani.”

La parola ora passa agli appassionati. La rassegna romana, saprà dare segnali di risveglio, o dobbiamo rassegnarci a vivere ancora lunghi periodi di depressione del settore?

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *