ABS e sicurezza. Bosch e Ducati in prima fila

Rinnovata la collaborazione tra Bosch e la scuola Ducati Riding Experience.Si potranno testare le novità dell’azienda tedesca in tema di sicurezza.

 

Alla base del sodalizio, il sistema ABS di ultima generazione (versione 9)  dedicato esclusivamente alle due ruote. Grazie all’accordo con la casa bolognese si potranno saggiare le potenzialità dei nuovi sistemi antibloccaggio, vera e propria tecnologia salvavita.

  • Si comincia per gradi

Il modulo ABS Bosch si svolgerà nelle sessioni teoriche per i corsi intermedio, Pista 1, Pista 2, i Master e la Troy Bayliss Academy. Per il corso intermedio è prevista anche una sessione pratica, con esercizi di frenata su superfici con diversi coefficienti di aderenza – asciutto, bagnato, sdrucciolevole.

L’ABS Bosch di generazione 9 evita il bloccaggio delle ruote, assistendo il motociclista nella riduzione della velocità e nell’arresto del veicolo in condizioni di guida critiche. In caso di frenata brusca e scomposta, il sistema  riduce di fatto il rischio di caduta, oltre   alla distanza di arresto del veicolo in modo significativo. Lanciato nel 2010, si tratta del più piccolo e leggero sistema ABS al mondo, il primo appositamente ideato per i motocicli.

  • Dal 2016 l’ABS sarà legge

L’importanza di questa tecnologia è stata riconosciuta anche in ambito internazionale. Secondo la legislazione UE tutte le moto con cilindrate superiore ai 125 cc in futuro dovranno essere obbligatoriamente equipaggiate con l’ABS. Dal 1 gennaio 2016 la legge verrà applicata a tutte le omologazioni e dal 2017 al nuovo immatricolato. Per le cilindrate inferiori ai 125 cc, la legge prevederà l’obbligo dell’ABS o di un sistema di frenata combinata (CBS).

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *