ABS Bosch versione off-road: terreni sicuri

Abbiamo testato l’ABS  sviluppato per l’ off-road; lì, dove i vecchi sistemi segnavano il passo, il nuovo prodotto Bosch garantisce maggior sicurezza, in ogni condizione di terreno

Dove un sistema concepito per le strade asfaltate perde totalmente di efficacia, arriva il nuovo ABS della casa tedesca: con la nuova versione Enduro presentata da Bosch, cade anche l’ultima barriera alla diffusione totale dell’antibloccaggio.

  • Frenata sicura su ogni tipo di terreno

Grazie al nuovo ABS, sia le soglie di slittamento massimo dello pneumatico, che degli altri parametri che entrano in gioco nelle dinamiche di guida in fuoristrada,  sono regolati per fornire ai pilota la massima prestazioni in frenata anche sui terreni accidentati. In questo caso l’intervento dell’ ABS entra in funzione con tempi riparametrati, con un maggiore slittamento tra gli pneumatici e la superficie del terreno rispetto a quanto ci si aspetti da un sistema  concepito esclusivamente per uso stradale.

  • Test superato

L’occasione di saggiarne l’efficacia, è stato il corso di guida sicura in fuoristrada GS Academy, la scuola marchiata BMW, che ha come scopo quello di insegnare le tecniche basilari della guida in off-road. In fuoristrada, in molte situazioni di guida, il pilota necessita del bloccaggio della ruota posteriore, sia per fermare il veicolo, ma anche per essere agevolato nel curvare la moto in spazi stretti facendo sbandare il retrotreno. Bloccare il posteriore, a conti fatti, si rivela a volte fondamentale per effettuare un arresto del veicolo in spazi relativamente accettabili .

Nei test di frenata, effettuato in sella ad una BMW GS Adventure 800, abbiamo letteralmente spremuto la leva del freno anteriore, al pari del pedale che aziona il posteriore: questo ABS, consente il libero bloccaggio della ruota posteriore, garantendo nel contempo, l’antislittamento dell’anteriore a tutto vantaggio sia della sicurezza che dell’efficacia di guida, con la moto che non ci ha restituito nessuna sensazione di instabilità.

  • L’ABS è ormai pronto anche per il mondo dell’Enduro” (Beppe Gualini)

I puristi del “tassello” forse potrebbero storcere il naso di fronte a questi aiuti nella guida, dove generalmente le “diavolerie” dell’elettronica vengono messe da parte, ma in questo caso, l’evoluzione, ha portato ad avere un sistema che garantisce la dovuta sicurezza senza penalizzare la guida più tecnica.

“In fuoristrada, in genere, i controlli vengono disattivati – le parole Beppe Gualini, responsabile degli istruttori della scuola –  ma con l’ABS 9, Bosch ha dimostrato che anche per l’enduro, ormai non è più possibile farne a meno. Perchè? Semplice: funziona, e ci accorgiamo di averlo solo quando è… davvero indispensabile!”

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *