Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Bollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionaliBollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionali Ogni Regione che ha applicato esenzioni o pagamenti ridotti dovrà attenersi alle disposizioni del Governo. Si teme il caos La norma sul pagamento del pieno importo per moto di interesse storico - quindi con periodo di immatricolazione tra i 20 ed i 29 anni- è ormai Giurisprudenza. La corte di Cassazione ha eliminato con una sentenza le varie deroghe regionali, con le quali, ogni...

Leggi tutto

Motori, Supersport: Antonelli, una vita spezzata troppo presto

Categoria : Blog, In evidenza, News

Andrea Antonelli , dopo il brutto ’incidente avvenuto al secondo giro sul tracciato di Mosca, non ce l’ha fatta. Sicurezza trascurata o episodio sfortunato? Ma il motociclismo è anche questo…!

Ore 14.08. Mosca. Classe Supersport. Secondo giro. La caduta. L’impatto. Il corpo che rotola sull’asfalto. Il nuvolone d’acqua alzato dalle moto che appena permette la visuale dell’incidente. Un brivido. La memoria che corre a quel 23 ottobre 2011, a Marco Simoncelli. Il medesimo, triste epilogo. Ed è così che Andrea Antonelli se ne è andato, portato via da un tragico e crudele destino che lo ha rubato a quello sport che amava, a quella passione che era diventata il suo mestiere.

  •  Angeli del motociclismo

Una beffa- dice il padre di Andrea- perché proprio in quel giorno partiva quarto in griglia, si sentiva di poter fare bene“. Come lui il Sic, che prima della gara malese aveva dichiarato:”Magari a Sepang potrò salire sul podio, sul gradino centrale”. Aspettative, speranze, sogni infranti per questi due ragazzi che sono volati lassù nel cielo, che sono diventati gli angeli custodi del motociclismo, la cui vita è stata strappata troppo presto, troppo ingiustamente. Le moto sono purtroppo uno sport tanto emozionante quanto pericoloso, e questo i piloti lo sanno perché viaggiano a 300 all’ora al confine tra vita e morte, tra rischio e passione.

  • I piloti, spesso non ascoltati

La voce dei piloti, in campo sicurezza per le condizioni della pista, non è però sempre ascoltata. Lo stesso Marco Melandri a due giri dalla fine di Gara 1 SBK aveva alzato un braccio per indicare che il circuito non era più praticabile, che le condizioni della pista non erano più idonee alla corsa. ”La gara della Supersport non doveva partire – insiste Melandri –“ Io ho cominciato ad alzare la mano e a chiedere la sospensione della gara di Sbk a due giri dalla fine per segnalare che c’era troppa pioggia: percorrevamo il rettilineo a metà gas.”

Urge Safety commission, perchè in SBK non esiste?

E prosegue “chiedo l’attuazione di una safety commission che si riunisca in ogni gara.Purtroppo però non si sono mai fatti passi in avanti in questo senso e anzi io che continuo a battere su questo tasto vengo definito il classico rompiscatole. Spero che ora questa orrenda tragedia faccia aprire gli occhi a tutti, i piloti devono essere maggiormente tutelati…Ma non venne ascoltato. E così partì la gara della Supersport, sotto il diluvio universale. Su un asfalto fradicio che non può essere drenato. Nel circuito di Mosca non è infatti stato progettato un impianto drenante perché d’inverno, con le temperature che scendono vertiginosamente, rischierebbe di ghiacciarsi e quindi di spaccarsi. Gli organizzatori del Gran Premio hanno asserito che altre gare si sono corse in condizioni peggiori e da un filmato amatoriale prodotto dalla tribuna di fronte al luogo dell’incidente si vedrebbe che la famigerata nube d’acqua che avrebbe nascosto la visuale al pilota italiano in realtà non era così fitta e imperscrutabile. I piloti che sopraggiungevano erano però molto vicini al malcapitato Antonelli e così purtroppo Lorenzo Zanetti non è riuscito ad evitare di colpirlo.

  • Giusto correre?

La FIM Dorna e YMS hanno deciso di annullare le gare previste per la giornata. “ Si doveva correre oppure no?”. Questa domanda non avrà mai una risposta e purtroppo per quanto si metta sotto accusa l’organizzazione della sicurezza nei circuiti, il pericolo è insito in questo sport, la morte è vicina compagna dei piloti che rischiano la loro vita ogni volta che si abbassano la visiera e sfrecciano sui circuiti più belli del mondo. Nel DNA di questo sport però vi è iscritta la vita: i sorrisi, le emozioni, l’adrenalina e le passioni di tutti quei piloti che amano il loro mestiere. E così questo sport ha dato vita ad Andrea, proprio come lui ha dato la vita per questo sport!

(a cura di Elena Crepaldi)

Lascia un commento