Yamaha per “Ospedale Amico”. All’asta la TZ 250 firmata Cadalora e Agostini

La casa di Iwata insieme all’associazione “Nostra Famiglia” per raccogliere fondi da devolvere al progetto “Ospedale Amico”.

La moto, donata dal noto collezionista emiliano Pierluigi Poggi, proprietario della Collezione Moto Poggi COMP, ed autografata dai celebri Campioni Luca Cadalora a Giacomo Agostini, verrà battuta all’asta, ed il ricavato verrà devoluto per supportare il progetto “Ospedale Amico”. Il progetto ha come scopo, quello di portare sostegno ed aiuto ai bambini che, loro malgrado, affrontano un ospedalizzazione, aiutandoli a trovare un ambiente sereno ed ospitale che possa aiutarli ad affrontare con maggiore serenità questa esperienza.

  • C’è tempo fino al 15 settembre

L’asta benefica è ora attiva online e lo sarà fino al 15 settembre prossimo, giorno del Gran Premio di Misano di MotoGP, sul portale www.emedea.it/asta/.

«L’amicizia con Yamaha è ormai consolidata – sottolinea Giovanni Barbesino, responsabile della raccolta fondi dell’Associazione “La Nostra Famiglia” – sono stati infatti i primi sostenitori del nostro progetto “Facciamo crescere insieme l’Ospedale Amico”. E’ anche grazie a loro se oggi possiamo dire di aver coperto il 73% dei costi ma, soprattutto, se abbiamo potuto aprire i nuovi ambulatori dell’Unità Operativa di Psicopatologia dello Sviluppo, dell’Unità Operativa di Neurologia Pediatrica e del nuovo Centro regionale per l’Ipovisione. Ora agli amici dell’Ospedale Amico aggiungiamo Pierluigi Poggi per il regalissimo a due ruote e Giacomo Agostini e Luca Cadalora, che hanno deciso di sostenere l’iniziativa».

«Siamo molto felici di aver contribuito a questo progetto – aggiunge Marco Riva, General Manager di Yamaha Motor Racing – creando le condizioni per cui Pierluigi Poggi, Presidente del club Yamaha TZ Italia, e Giovanni Barbesino si potessero incontrare per dar vita a questa iniziativa cosi importante. Siamo da anni molto vicini alle attività dell’Associazione di Bosisio Parini e speriamo che i ricavati di questa operazione possano portare un grande aiuto a chi ne ha davvero bisogno, come già successo due anni fa in occasione della raccolta fondi per il progetto “Facciamo crescere insieme l’ospedale amico” a cui avevamo partecipato donando due caschi esclusivi dei nostri piloti Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Ci teniamo infine a ringraziare con affetto Giacomo Agostini e Luca Cadalora che hanno dimostrato ancora una volta di essere campioni nello sport e nella vita».

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *