Eicma 2013: la sicurezza prima di tutto

Cosa significa sicurezza su due ruote? A questa domanda cerca di dar risposta l’Area allestita all’interno dei saloni del 71° appuntamento con la kermesse milanese.

Secondo il Maids (Motorcycles Accidents in Depth Study), nel nostro paese migliora la situazione dal punto di vista della sicurezza per i motociclisti.

 

  • Tanti gli incidenti per infrastrutture inadeguate 

A destare preoccupazioni è ad oggi il dato che interessa il livello di sicurezza offerto dalle infrastrutture: il 25% degli incidenti è dovuto a carenze anche di tipo infrastrutturale.

Secondo l’indagine, nel 2011, ci sono stati 96 decessi e 2033 ferimenti dovuti ad ostacoli fissi o accidentali: oltre ai guard-rail, si segnalano troppo spesso, pavimentazioni inadeguate, segnaletica posta male, scarsità di illuminazione ed altre negligenze delle p.a., che vanno ad interferire in modo serio con i veicoli su strada.

  • La soluzione arriva, come sempre, dalla aziende, basterebbe ascoltare…

Tanti gli accorgimenti che, se adottati, andrebbero a colmare l’annoso gap infrastrutturale che esiste nel nostro paese.

Il TrialSystem. E’ un sistema che consente la realizzazione di pali, segnaletiche, ponteggi, semafori , in materiali riciclati come il PVC rigenerato. Inoltre vengono realizzati rivestimenti, sempre in materiale PVC, e sempre riciclato, di forma triangolare quale copertura per strutture già esistenti.

 

Altra soluzione interessante è senza dubbio il prodotto della Rossmann Project s.r.l. Un materassino a 4 tubi, che avvolge i paletti dei guard-rail, vera arma di morte contro i motociclisti. Resistente agli agenti atmosferici, ai sali disgelanti, raggi U.V. e quantaltro, no richiede nessuna manutenzione no altera le caratteristiche meccaniche dei guard-rail dove vengono installati e, per ultimo è un prodotto estremamente versatile, adattabile alla totalità dei montanti.

 

Il ProMBS infine, è un prodotto di cui abbiamo parlato già tempo fa (qui il link) ed anche esso un valido sistema di protezione per i paletti dei guard-rail. I risultati dei crash test hanno dato come risultato una diminuzione del 30% dei danni provocati al tronco da un impatto a 40 Km/h contro un palo. Con il risultato di ottenere è una sensibile diminuzione dell’effetto ghigliottina.

1 Commento

  1. Una soluzione alternativa all'uso di guardrails , installati per proteggere gli ostacoli fissi, sono i pali di sicurezza passiva ZIPPole: www.zippole.com. Non necessitano di nessun guardrail

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *