Tragedia al Sic Supermoto Day: Romboni muore dopo un incidente nelle prove

Giornata di lutto nel Motociclismo. Doriano Romboni, ex pilota del Motomondiale, si spegne a seguito di un incidente nelle prove dell’evento in memoria di Simoncelli.

Tragica ironia ha voluto che, proprio nelle giornata organizzata in memoria di un altro pilota scomparso, Marco Simoncelli, la sorte si sia scagliata ancora contro uno dei protagonisti del mondo delle due ruote.

  • Protagonista insieme a Biaggi e Capirossi

Doriano Romboni, Lerici, classe ’68, ex pilota nelle classi 125 250 e 500, nonchè grande protagonista di scontri epici con Capirossi e Biaggi, ha perso la vita a causa di uno sfortunato scontro avvenuto in prova, a Latina, sul circuito del Sagittario, investito da Gianluca Vizziello, dopo aver perso il controllo della sua motard in uscita di curva. Subito in gravissime condizioni, a nulla sono valsi i pronti soccorsi ed il ricovero in ospedale a Latina. Doriano, 46 anni il prossimo 8 Dicembre, è stato un grande protagonista del motociclismo nostrano. Indimenticati (ed indimenticabili) i suoi scontri “feroci” con Capirossi e Biaggi a metà degli anni ’90, quando i tre centauri italiani si sfidavano per il trono della 250. Passato in 500, è stato pilota Aprilia con la 500 V2, e poi della tedesca Mz. Dopo qualche stagione avara di risultati nel CIV e nel mondiale con le SBK, aveva deciso di dire basta. Appeso il casco al chiodo, dopo un periodo di assenza dai campi di gara, era da poco più di un anno ritornato nel mondo delle corse come direttore sportivo del Team Kawasaki Puccetti Racing, nel campionato Italiano Velocità.

  • Troppi lutti…

Non possiamo non sottolineare come troppo spesso ormai si contano vittime in ambito sportivo, anche se stavolta parliamo di una manifestazione di beneficenza. Eventi tragici come questo devono essere per tutti un monito; un pensiero alla sicurezza è d’obbligo. La componente sfortuna, in casi come questo, ha il suo peso, ma troppo spesso si parla di circostanze sfortunate; non sarebbe il momento di porsi qualche domanda in più?

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *