Incidente a Romboni: il Sagittario di Latina posto sotto sequestro

Dopo i fatti del 30 Novembre, con l’incidente che è costato la vita a Doriano Romboni, a Latina si indaga sulle norme di sicurezza. Perchè non farlo prima?

La magistratura, come doveroso in questi casi, ha posto sotto sequestro l’impianto “Il Sagittario” di Latina, per acclarare eventuali responsabilità su quanto avvenuto Sabato scorso al pilota Doriano Romboni. Nel mirino degli inquirenti ci sarebbero le norme di sicurezza dell’impianto. In questi casi è prassi, a seguito di un decesso, isolare la zona dei fatti, ed eseguire ogni esame ed indagine di sorta. Si cerca soprattutto di far luce sulle norme di sicurezza, se tutto ciò che poteva essere fatto, per scongiurare tragiche fatalità, è stato fatto.
Fanno riflettere in questo caso, le parole di Giacomo Agostini, il quale, a domanda sui fatti avvenuti, ha così dichiarato: “Sarebbero bastati, forse, degli pneumatici di camion, o delle balle di paglia per evitare che il pilota, in caso di “lungo”, invadesse l’altra zona della pista. E’ stato sottovalutato il pericolo“.

Indagare va bene, ma troppo spesso si opera in favore della sicurezza… dopo, quando servirebbe prima prendere ogni precauzione affinchè l’evento si possa svolgere nel migliore dei modi a garantire l’incolumità dei piloti.

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *