Costituito il CER: Comitato Escursionisti su Ruote, a tutela del fuoristrada

La FMI annuncia la costituzione del CER,Comitato Escursionisti su Ruote. Aiuterà nella tutela della pratica del fuoristrada.

Un segnale forte e concreto che gli appassionati e la FMI, lanciano a favore della battaglia a tutela della circolazione in fuoristrada su due e quattro ruote.
  • L’unione (e l’impegno) fa la forza

Il CER è un comitato spontaneo nato per volontà degli amanti del fuoristrada. Costituitosi nel mese di gennaio 2013 in seguito alla presentazione del progetto di legge “Rete Escursionistica Emilia Romagna” (REER).Sin dai primi lavori, si è cercato di intervenire sulla legge che regola la pratica di attività in off-road. Col passare dei mesi, è diventato un autorevole interlocutore del legislatore e ha visto premiati i propri sforzi con l’approvazione della legge stessa a fine luglio di quest’anno.

  • Dall’Emilia Romagna un esempio da estendere a tutta Italia

Paolo Sesti, Presidente FMI: “Un passo in avanti concreto ed efficace. La dimostrazione che, quando riusciamo a coordinare le forze e a fare fronte comune, i risultati arrivano. Insieme alle realtà territoriali ci siamo mossi subito e sono particolarmente soddisfatto anche del coinvolgimento recente dell’ANCMA, segno che anche le Case motociclistiche sono sensibili ai problemi relativi alla circolazione. La costituzione del CER rappresenta un punto fermo e potrà essere allargata anche ad altre regioni“. 

Marco Pagini, Presidente Federazione Italiana Fuoristrada: “Giungiamo con estrema soddisfazione a questo atto finale, che sancisce ufficialmente la nascita del coordinamento. Come FIF auspichiamo che questo episodio regionale sia presto esteso a tutto il territorio nazionale. Apprezziamo il lavoro svolto da tutti gli associati fondatori, espressione della singola passione oltre ogni distintivo di appartenenza”. 

Giancarlo Ponti, Presidente Lega Nazionale Automobilismo UISP: “Viaggiare sulle nostre colline e sulle nostre montagne significa visitare campagne ben tenute, dove la natura spontanea è dominata da bassi boschi e flora autoctona. Spazi condivisi con vigneti che prendono intere colline, oliveti che danno una gradevolezza visiva che rasserena. Questi paesaggi, grazie alla costituzione del CER, potranno continuare ad essere apprezzati ed ammirati anche dagli amanti del turismo su ruote ( 2 e 4 ruote, ndr). Il CER rappresenta una traccia importantissima di questa nostra terra Emiliano-Romagnola e potrà fungere da guida anche per altre regioni”. 

Ed infine, le dichiarazioni di Luca Giaroli, Presidente del comitato CER: “ La costituzione dell’associazione avvenuta con l’appoggio delle principali federazioni e leghe nazionali, con un contributo decis arrivato anche dai costruttori è di ottimo auspicio per tutti gli amanti delle escursioni su ruote dell’Emilia Romagna ed indica il sentiero da seguire al resto d’Italia”

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *