Fiorello, il Codacons chiede punizione esemplare: “rischio emulazione per i giovani”

Dopo il brutto incidente che ha visto coinvolti il popolare presentatore ed un uomo che attraversava sulle strisce, l’associazione dei consumatori auspica nessun favoritismo.

Dopo una notte trascorsa in ospedale, sono in via di miglioramento le condizioni di Rosario Fiorello e dell’uomo di 73 anni, investito dal presentatore, mentre quest’ultimo, non curante delle strisce sorpassava a destra una fila di auto ferme per dare precedenza. Per entrambi notte in osservazione, e situazione ora più tranquilla, anche per l’uomo investito, nonostante per lui la diagnosi parli di fratture a tibia perone, omero e bacino.

  • Punito come tutti

Il Codacons, pur augurando una pronta e rapida guarigione, ha annunciato che chiederà nei confronti dello showman, che sia rispettato il codice della strada e venga comminata la giusta punizione: “Vogliamo tutti molto bene a Fiorello e gli auguriamo una pronta guarigione, ma il suo comportamento alla guida di un motociclo è stato imperdonabile, e deve essere sanzionato come prevede la legge”. “Superare le auto a destra e non rispettare la precedenza dei pedoni in prossimità delle strisce pedonali è una grave trasgressione del Codice della Stradaspiega l’associazione Per questo chiediamo che nei confronti di Fiorello, che è e rimane l’uomo di spettacolo più simpatico e capace in Italia, siano adottati i provvedimenti previsti dalla legge senza alcuna sconto, considerato anche che la sua posizione di personaggio pubblico potrebbe portare a fenomeni di emulazione da parte dei più giovani”.

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *