Caro benzina? Le app che ci aiutano a risparmiare

Contro gli aumenti continui del prezzo della benzina, un supporto può arrivare dalle applicazioni che ci aiutano a scegliere i gestori più economici.

Costo carburante elevato, e prezzi che spesso si discostano da gestore a gestore, da pompa a pompa (anche di 20 centesimi!). Come fare per riuscire a difenderci da questo   valzer dei prezzi? Molti, individuano il “benzinaio di fiducia”, quello con il prezzo più conveniente. Ma spesso si è in difficoltà, soprattutto quando ci si sposta e si è in zone diverse dal solito. Un buon modo per capire come meglio muoverci arriva dal mondo delle applicazioni per smartphone, le cosiddette “App”. Ve ne segnaliamo un paio: Prezzi Benzina e Osserva Prezzi.

OsservaPrezzi Carburanti  è la nuova applicazione che il Ministero dello Sviluppo Economico ha voluto creare e mettere  a disposizione degli utenti che vogliono fare il pieno di benzina risparmiando. Ad oggi il servizio, da ciò che si evince anche dai commenti rilasciati su Google Play, a quanto sembra necessita comunque di essere messo bene a punto, ma vale la pena installarlo sul proprio Smartphone

  • Che cosa trovi nella app

· Prezzi: quelli riportati nella app sono i prezzi comunicati direttamente dai gestori al Ministero dello Sviluppo Economico (obbligo derivante dall’art. 51 L. 99/2009) che figurano registrati al servizio. Ad oggi sono 17.113 sul totale dei circa 24.000 di quelli presenti nel ostro Paese. la regione con il maggior numero di impianti registrati è il Trentino Alto Adige (88%), seguita dall’Emilia Romagna (83%).

· Geolocalizzazione degli impianti: le coordinate geografiche del distributore sono comunicate su base volontaria dai gestori

  • Come funziona Osserva Prezzi

· Indicare il tipo di carburante (per benzina e gasolio si può selezionare anche l’opzione self/servito)

· Banner in alto:

– “In Zona”: elenco dei distributori presenti nel raggio di 5 km da dove ci si trova

– “Calcola percorso”: tragitto per raggiungere il distributore prescelto

· Banner in basso:

– “Mappa”: i colori delle bandiere indicano il livello di prezzo (dal verde, prezzo più basso, al rosso, prezzo più alto)

– “Impianti”: elenco dei distributori in base al prezzo più conveniente

– “Percorso”: elenco dei distributori presenti su un determinato percorso

– “Dettaglio”: scheda tecnica del distributore selezionato.

 

  • Prezzi Benzina

Ci è apparsa decisamente più in forma, anche se presente da più tempo, l’app Prezzi Benzina. Il concetto di funzionamento è simile: tramite sistema di geolocalizzazione l’utente può visualizzare gli impianti presenti nei pressi alla sua posizione e relativi prezzi applicati dal gestore. Un vantaggio è che, l’utente, a sua volta, qualora trovi delle discrepanze tra il prezzo indicato e quello effettivamente riscontrato, può aggiornare lui stesso con la nuova tariffa. Unico difetto è l’eccessiva presenza di pubblicità che per molti potrebbe essere un fastidio (ma tant’è, il servizio è gratuito).

Ricordiamo oltremodo che la mancata o non corretta comunicazione dei prezzi è soggetta ad una sanzione amministrativa che va dai 516 ai 3.098 euro. L’autorità deputata ad elevare la suddetta sanzione è il Sindaco del Comune territorialmente competente.

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *