Mercato Moto: finita la festa? Maggio -11,7%

Dopo i segnali incoraggianti di marzo ed aprile, a maggio ritorna il segno negativo sulle vendite di moto e scooter.

Chi sperava in una inversione di tendenza del mercato, dopo i segnali di speranza di marzo ed aprile, rimarrà deluso. Il mese di maggio riporta tutti con i piedi per terra, assestando un infausto -11,7% sui numeri delle immatricolazioni, con cali in tutti i comparti:  calano le moto (-6,5%), gli scooter (-14,4%) ed i cinquantini (-27,3%).

  • Cresce l’usato

Pur sottolineando come nei primi 5 mesi del 2014, il mercato lasci segnare un +1,6%, non possiamo non notare come, un calo in un mese, maggio, tradizionalmente tra i più proliferi per le vendite di due ruote, ponga seri dubbi su una effettiva inversione di tendenza, già da molti intravista (o forse auspicata). Positivo per il movimento, il +8% fatto segnare dal mercato dell’usato.

L’analisi per cilindrata vede crescere la classe di accesso degli scooter 125cc con 14.208 veicoli pari a un + 6,3%, mentre i 150-200cc con 10.353 pezzi segnano un -6%. Più significativa la ripresa dei 250cc con 2.067 unità e un +7,4%, il comparto principale dei 300-500cc è quello che mostra la maggior salute con 15.596 vendite e un + 10%. Arretrano invece i maxiscooter oltre 500cc, con 4.065 immatricolazioni e un -4,7%.
Nel settore moto, i trend sono contrastanti e i risultati migliori sono registrati dalle cilindrate superiori ai 1000cc che mantengono i maggiori volumi di vendita con 10.434 pezzi pari ad un +17,9%. Seguono le vendite delle moto tra 800 e 1000cc con 7.366 unità e un +9,5% rispetto al 2013. Le medie cilindrate tra 650 e 750cc registrano 6.003 moto e un +3,1%, mentre le moto 600cc subiscono un calo verticale con solo 428 vendite e un -63,1%. Vivace il comparto delle 300-500cc con 3.024 pezzi e un +17,1%, le 150-250cc con 1.075 unità e un +0.5 confermano i volumi dell’anno scorso. Infine le 125cc con 1.474 moto registrano un -14,1%. Anche l’andamento dei segmenti mostra situazioni divergenti: le enduro stradali si consolidano con 10.107 pezzi e un+ 8,4%, le naked con 9.805 unità accelerano con un ottimo +20,1%, le custom con 3.296 vendite e un +5,4%, le moto da turismo con 2.748 immatricolazioni e un -0,3% confermano le vendite dell’anno scorso. Segno negativo per le sportive con 1.741 moto e un -27,4%; infine le supermotard con 1.419 moto e un -6,8%.

 

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *