Rc Moto, tariffe più care: giovani e donne i più colpiti

Assicurazioni sempre più care. Il mercato delle due ruote ringrazia

Nulla di nuovo sul fronte delle assicurazioni. Polizze ogni anno più care e utenti o potenziali tali, sempre più scoraggiati. Dal consueto monitoraggio delle polizze in 21 province italiane curato dall’Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), infatti, emerge una tendenza generale all’aumento delle tariffe.

  •  Penalizzate le categorie di ingresso e le donne

Nel corso del 2013 l’Ivass ha preso in esame diversi profili: un diciottenne con ciclomotore di 50 cc alimentato a benzina, un diciottenne con motociclo di 250 cc (tutti e due in classe 14, la più cara) e un quarantenne con motociclo di 200 cc in classe 4.

Se per i quarantenni in classe 4 i prezzi medi di listino sono rimasti costanti (+0,4%), per diciottenni con ciclomotori di 50 cc in classe d’ingresso sono aumentati del 3%. Nel caso dei diciottenni che guidano un motociclo di 250 cc assicurato in classe 14, salgono del 7% a Roma (1.350 €) e del 6% a L’Aquila (870 €), Potenza (975 €) e Campobasso (847 €).

Il quarantenne con motociclo di 200 cc. in classe 4 fa i conti con un costante aumento dei prezzi soprattutto nelle grandi città del centro-sud: +3% a Roma (529 €) e +1% a Napoli (1.025 €), dove si registra ancora la tariffa media più elevata. Per scendere sotto ai 230 bisogna spostarsi ad Aosta, Bolzano, Trento e Perugia, dove si registrano riduzioni anche del 2%.

Dove il martello delle compagnie ha però picchiato più duro sono state le donne. Per il gentil sesso, assicurare oggi una moto costa di più rispetto agli uomini. Per uniformare donne e uomini alla guida di motocicli, le compagnie, su richiesta della UE, hanno innalzato le tariffe per le prime, invece di diminuire i premi per i secondi… ed il mercato ringrazia!

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *