Bollo moto storiche, come e quanto pagare? Ecco la situazione regione per regione

Con l’introduzione della tassa ordinaria da parte del governo per le moto comprese tra i 20 ed i 30 anni, viene a mancare la possibilità di un bollo forfettario. Ma non tutte le regione hanno recepito ed applicato la norma. Vediamo quali.

Nulla cambia per le moto che superano i 30 anni di età, dove rimane in vigore il vecchio schema di pagamento. Per le “Storiche”, quei mezzi cioè con 20 anni di età, ma meno di 30, con la Legge di Stabilità, in molti casi è previsto il ritorno del bollo ordinario. La reintroduzione della tariffa forfettaria non è stata applicata dal tutte le regioni, salvo modifiche nei prossimi mesi. 

Iniziamo con il dire che, in linea con la legge nazionale, tutte le regioni hanno mantenuto la tassa di circolazione forfettaria (di importo variabile da 10,33 a 20 euro) per le moto di trenta anni. Hanno invece mantenuto la tassa di circolazione per le moto tra i 20 ed i 30 anni la Provincia di Bolzano, l’Emilia Romagna, la Lombardia, la Toscana (con tassa di proprietà) e, probabilmente, il Veneto. Hanno già comunicato sui rispettivi siti l’abolizione del bollo forfettario per le moto di venti anni Abruzzo, Calabria, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Provincia di Trento, Umbria e Valle d’Aosta. Non si conosce ancora la posizione di Basilicata (per la quale ci sarebbe l’intendimento di dividere gli importi a seconda della cilindrata), Campania e Piemonte. Per quanto riguarda Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Sicilia invece, per le quali il tributo è erariale, l’Agenzia delle Entrate non si è ancora espressa, ma tutto lascia pensare che le tre regioni applicheranno la legge di Stabilità.

  • Tutto può ancora cambiare

La situazione fin quanto sono in corso contatti tra la FMI e tutti gli assessorati regionali, al fine di chiarire la situazione e – se possibile – orientarli a mantenere l’agevolazione, può ancora mutare. Per adesso si segnala che il Lazio ha fissato la scadenza del 2 febbraio 2015 per il pagamento della tassa di proprietà per i mezzi di venti anni. Infine, è da sottolineare come la Legge di Stabilità, riconoscendo l’esenzione dal bollo per le moto di trenta anni, ha applicato un criterio di selezione valido esclusivamente ai fini fiscali. Le norme che regolano la circolazione dei mezzi di interesse storico e collezionistico fanno tutte capo all’articolo 60 del Nuovo Codice della Strada, che stabilisce che un veicolo è riconosciuto di interesse storico e collezionistico al compimento del ventesimo anno di età se viene iscritto ad un Registro Storico.

A seguire lo schema Regione per Regione

(n.b. in rosso le Regioni da cui non sono pervenute notizie ufficiali)

ABRUZZO

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 12,50 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso ordinaria

BASILICATA

FINO AD ORA:

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 10,33 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di circolazione di 10,33 Euro se iscritte al Registro Storico FMI.

PROVINCIA DI BOLZANO

TUTTE LE MOTO AL COMPIMENTO DEL 20° ANNO: tassa di circolazione di importo variabile a seconda della cilindrata. Importo minimo 18 Euro, con possibilità di versamento trimestrale

CALABRIA

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 13 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso ordinaria

CAMPANIA

FINO AD ORA:

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 12,50 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di circolazione di 12,50 Euro se iscritte al Registro Storico FMI.

EMILIA ROMAGNA

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 10,33 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di circolazione di 10,33 Euro se iscritte al Registro Storico FMI.

LAZIO

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 11,36 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso ordinaria da pagare entro il 2 febbraio 2015 con periodicità gennaio-luglio 2015 e successivamente con periodicità agosto 2015-luglio 2016

LIGURIA

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 11,36 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso ordinaria

LOMBARDIA (Legge Regionale 10/2003, modificata dalla L.R. 5/2004)

TUTTE LE MOTO AL COMPIMENTO DEL 20° ANNO: Tassa di circolazione di 20 Euro.

LE MOTO DI 20 ANNI ISCRITTE AL REGISTRO STORICO FMI NON PAGANO NULLA.

MARCHE

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 11,15 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso ordinaria

MOLISE

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 11 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso ordinaria

PIEMONTE (Legge Regionale 23/2003, art.8)

SUL TARIFFARIO 2015 COMPARE GENERICAMENTE:

MOTOVEICOLI STORICI: Tassa di circolazione di 20 Euro

PUGLIA

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 20 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso ordinaria

TOSCANA (Legge Regionale 43/2002, art.3 – Legge Regionale 52/2006)

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 11,93 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso di 26,25 Euro

PROVINCIA DI TRENTO

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 10,33 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso ordinaria

UMBRIA

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 10,33 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso ordinaria

VALLE D’AOSTA

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 10,33 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso ordinaria

VENETO

FINO AD ORA

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 11,36 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di circolazione di 11,36 Euro se inserite nell’elenco FMI o iscritte al Registro Storico FMI.

FRIULI VENEZIA GIULIA, SARDEGNA, SICILIA

MOLTO PROBABILMENTE

MOTO DI 30 ANNI: Tassa di circolazione di 10,33 Euro

MOTO DI 20 ANNI: Tassa di possesso ordinaria

 

 

 

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *