Mercato moto: i numeri continuano a salire, + 6.4% rispetto al 2014

Dopo 9 mesi  del 2015 superata la quota totale deille immatricolazioni del 2014. Complessivamente in settembre sono state vendute 17.190 due ruote, pari al + 12,5% rispetto a settembre 2014.

Nelle immatricolazioni dei veicoli superiori a 50cc, le moto hanno già superato i volumi del totale 2014. Anche le immatricolazioni di scooter accelerano in territorio positivo. EICMA, l’esposizione mondiale della moto di novembre, si annuncia con un numero record di novità che daranno ulteriore impulso alla ripresa. La somma totale del mercato delle due ruote motorizzate (moto e scooter immatricolati + veicoli 50cc) da gennaio a settembre 2015 totalizza 167.172 veicoli, pari al +6,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

  • Sono 14.915 i veicoli “oltre 50cc” immatricolati nell’ultimo mese

Settembre conferma il consolidarsi della crescita delle immatricolazioni, mentre solo i “cinquantini” continuano nella discesa dei volumi. Nell’ultimo mese sono stati immatricolati 14.815 veicoli (>50cc), pari al +16,8%, grazie alle moto che con 4.526 unità ottengono un +25%, il miglior risultato dell’anno, e agli scooter che con volumi più che doppi pari a 10.289 pezzi e un +13,5% recuperano in modo significativo rispetto all’anno scorso. I 50cc rallentano nella discesa con 2.375 registrazioni e un -8,7%

La somma totale del mercato delle 2 ruote (immatricolato + 50cc) da gennaio a settembre totalizza 167.172 veicoli pari al +6,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

L’analisi per cilindrata evidenzia per gli scooter 125cc un incremento del +14,9% con 32.621 unità e vale oltre un terzo del totale, mentre i 150-250cc con 22.814 pezzi sono relativamente stabili con un -1%. Il segmento da 300-500cc si conferma il secondo come volumi con 29.879 vendite pari al +4,6%; buona progressione per i maxiscooter oltre 500cc, con 7.467 immatricolazioni e un +9,6%.
Il comparto delle moto è più articolato, a cominciare dalle grosse cilindrate superiori ai 1000cc che totalizzano 16.731 pezzi con un modesto incremento del +1,8%. Seguono da vicino le moto tra 800 e 1000cc con 16.571 unità e un exploit pari al +39,3% rispetto al 2014. Anche le medie cilindrate tra 650 e 750cc appaiono in crescita con 10.311 moto e un +4,7%. In area positiva le 300-600cc con 5.799 pezzi e un +7,8%; i modelli da 150 a 250cc con 1.722 pezzi segnano un +4,6%, mentre appaiono in netta accelerazione le 125cc che con 3.936 moto registrano un +35,5%.
L’andamento dei segmenti vede alla ribalta il successo delle naked con 21.724 unità e un notevole +32,9%, al secondo posto le enduro stradali con 16.671 pezzi e un +3,9%. Più distanziate le custom con 5.472 vendite e un +4,4%; crescono bene anche le moto da turismo con 5.074 immatricolazioni e un +19,4%, insieme alle sportive che sono in ripresa con 3.512 moto e un +20%; infine solo le supermotard sono in negativo con 1.783 moto e un -23,7%.

1 Commento

  1. In effetti il due ruote (o tre a seconda)è l'unica soluzione vera al traffico cittadino, all'inquinamento ambientale dovuto alle automobili. Ecco perché sarebbe così importante avere delle strade adatte all'uso di questi mezzi e non dei colabrodi come invece ci troviamo a dover percorrere. Speriamo in bene e che i numeri portino i nostri politici a capire che anche i motociclisti votano...

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *