Suzuki svela un nuovo Turbo, ma non lo vedremo su strada (per il momento)

Ai saloni del Tokyo Motorshow, la casa di Hamamtsu svela un’unità rivista rispetto a quella presentata nel 2013 sulla Recursion

Sempre più attente verso le motorizzazioni turbo, per via di una superiore efficenza di combustione, le Case giapponesi con Kawasaki e Suzki in testa stanno sondando il terreno su questo fronte. Ma, mentre da un lato Kawasaki mette su strada la sua Ninja H2, Suzuki resta ancora alla finestra.
  • Progetto Recursion

Nel 2013 fu la volta della Recursion Project. Un concept Suzuki di un moto equipaggiata con un propulsore bicilindrico frontemarcia con sovralimentazioe Turbo, accreditato di una potenza di 100CV. La cilindrata si attestava sui 588cc.

Per il 2015, da Hamamatsu presentano il solo propulsore, denominato EX7, con cilindrata maggiorata (secondo voci) a 650cc. Sempre sovralimentato, ma con cavalleria invariata rispetto al predecessore del 2013. In sè, il motore sembra ricalcare nel layout l’unità della Recursion, quindi con schema biciclindrico frontemarcia , distribuzione a catena con 4 valvole per cilindro, turbocompressore e sistema di raffreddamento della carica intercooler. Uniche novità sarebero le misure di alesaggio e corsa, al momento top secret nei valori.

Quando vedremo questo motore equipaggiare una moto di serie ancora non è dato saperlo. Poche infatti sono state le informazioni a riguardo diffuse dai vertici Suzuki. Quasi sicuramente non vedremo la novità al prossimo EICMA di Milano e probabilmente bisognerà attendere la fine del 2017 per togliere i veli ad una prossima moto Turbo.

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *