Mercato moto, per Suzuki un 2015 all’insegna della qualità

Aumenti nelle vendite moto in Europa e India. Fatturato in leggero calo in parte dovuto a maggiori investimenti sulla qualità e sicurezza del prodotto

Suzuki Motor ha presentato i dati consolidati riguardo vendite e fatturato riferiti all’anno 2015. Un untile globale che cresce, seppure nel settore due ruote vede il fatturato in leggero calo. Ciò in parte è dovuto ad una minore fetta di mercato in Indonesia, ma sopratutto per la politica di investimenti mirata ad ottenere una maggiore qualità e sicurezza del prodotto

  • L’Europa risale la china

La divisione motocicli al 2015 ha visto il fatturato consolidato calare di 7 miliardi di Yen (pari a una riduzione del 3,9%, 52,6 milioni di Euro) rispetto allo stesso periodo di esercizio del 2014, totalizzando 172,9 miliardi Yen (1,3 miliardi di Euro), questo nonostante l’aumento delle vendite registrato in Europa e India. Un calo dovuto a causa della diminuzione delle vendite in Indonesia. L’aumento delle perdite operative di circa il 50% pari a 10,1 miliardi di Yen ( 76 milioni di Euro) contro 5 miliardi del corrispondente periodo precedente è in parte dovuta all’incremento delle spese per la qualità del prodotto.

  • All’estero meglio che in Giappone

Nel quadro globale, il fatturato netto consolidato di Suzuki Motor Corporation alla chiusura del terzo trimestre 2015 (da aprile a dicembre) è aumentato di 212,6 miliardi di Yen (9,9% – 1,6 miliardi di Euro) rispetto al pari periodo dell’esercizio precedente, attestandosi a 2.355,6 miliardi di Yen (17,7 miliardi di Euro). Il fatturato consolidato sul mercato interno giapponese è diminuito di 20,3 miliardi di Yen (2,6% pari a 153 milioni di Euro) rispetto al pari periodo dell’esercizio precedente, totalizzando 753,5 miliardi Yen (5,7 miliardi di Euro) per effetto dell’inasprimento della tassazione sui piccoli veicoli e della diminuzione delle vendite OEM. Le vendite nette sui mercati esteri sono aumentate del 17%, con un incremento pari a 232,9 miliardi di Yen (1,8 miliardi di Euro) per un totale di 1.602,1 miliardi di Yen (12 miliardi di Euro), derivante dall’incremento delle vendite di automobili sul mercato indiano.

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *