Sella troppo alta: come risolvere? La sella troppo alta può diventare un problema? Qui trovate trucchi e soluzioni per avere la sella delle moto alla giusta altezza La sella troppo alta può a volte essere un problema, per le persone non altissime, ma esistono molteplici soluzioni per raggirare il problema. Ovviamente se siamo particolarmente piccoli di statura, non possiamo pretendere di toccare con entrambi...

Leggi tutto

Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S.Motoairbag: il gilet lancia l'S.O.S. L'azienda francese In&Motion sta sviluppando un innovativo sistema airbag che protegge il pilota e, in caso di necessità, avvisa i soccorsi via smartphone Il motoairbag è una realtà tecnologica che le case produttrici stentano ad imporre al grande pubblico, anche a causa dei costi elevati. Il mercato però si muove e piccoli, aggressivi, produttori stanno presentando dispositivi...

Leggi tutto

Frecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettareFrecce moto a LED: come montarle e quali sono le Norme da rispettare Le frecce LED sono tra i componenti più sostituiti nelle moto, per un fattore puramente estetico ma anche per rimediare ai danni di una banale caduta Ci sono però delle regole da seguire con attenzione in caso si volesse effettuare questa modifica alla moto. Le Normative in materia, ad esempio, ne regolamentano la sostituzione e dobbiamo rispettarle per non correre il rischio...

Leggi tutto

Honda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrioHonda Moto Riding Assist: moto sempre in equilibrio La Casa di Tokyo presenta a saloni di Las Vegas un concept con tecnologia di auto balancing,  senza l'ausilio di giroscopi A Las Vegas, in occasione del CES, la kermesse dedicata all'elettronica di consumo, Honda da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia in campo automotive, ha presentato le sue novità. Tra queste spicca un concept nato dalla base di una NC750S, che...

Leggi tutto

Viaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello CarucciViaggi in moto e sicurezza: i consigli di Marcello Carucci Come ci si prepara ad un lungo viaggio in moto? A cosa prestare attenzione mentre si guida per molti chilometri? Lo abbiamo chiesto ad un esperto viaggiatore I numeri del mercato moto parlano chiaro: oggi le moto più vendute sono le enduro stradali, o le cosiddette crossover. Mezzi votati ai lunghi viaggi sul nastro d'asfalto, ma adatte anche ad una capatina nei tratti off-road...

Leggi tutto

KTM richiama le 690 Duke e Duke RKTM richiama le 690 Duke e Duke R KTM annuncia una campagna di richiamo sui modelli dal 2012 al 2016 per verificare il corretto montaggio di un cablaggio dell’impianto ABS A seguito di recenti segnalazioni pervenute al Customer Service KTM, sono state riscontrate irregolarità nel processo di montaggio dell’impianto elettrico dei modelli 690 Duke e Duke R prodotte dal 2012 al 2016 e in casi sporadici potrebbe...

Leggi tutto

Honda SH 125/150: si viaggia verso il milioneHonda SH 125/150: si viaggia verso il milione Ad Atessa (CH) si raggiungerà a inizio 2017 il traguardo di 1 milione di scooter SH usciti dalle sue linee di produzione A marzo del 2015 Honda annunciava che in Europa erano stati venduti più di un milione di scooter SH, in tutte le cilindrate. L’eclatante risultato era il frutto di una storia trentennale, cominciata nel 1984 con il 50cc a 2 tempi e arrivata fino ai giorni...

Leggi tutto

Motodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbaniMotodays 2017, sale l'attenzione sugli spostamenti urbani Una nuova area 2Wheels2Work sarà dedicata al commuting su due ruote, vera ancora di salvezza dal caos cittadino La prossima edizione di Motodays - in programma dal 9 al 12 marzo 2017 - vedrà tra i temi principali un focus sul commuting su due ruote: 2Wheels2Work, che avrà un ruolo di primo piano al Salone della Moto organizzato da Fiera Roma. Spazio quindi al trasferimento...

Leggi tutto

ACI multata per commissioni illegittime sui pagamentiACI multata per commissioni illegittime sui pagamenti A seguito della segnalazione di Altroconsumo l'Antitrust ha multato l'ACI per 3 milioni di Euro Secondo l'articolo 62 del Codice del Consumo, in vigore dal 13 giugno 2014, non si possono imporre ai consumatori spese per l'uso di strumenti di pagamento. Questo deve essere "sfuggito" ai responsabili dell'Automobile Club Italia che, da quanto segnalato da Altrocosumo e denunciato...

Leggi tutto

Bollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionaliBollo moto storiche: la Cassazione toglie le deroghe regionali Ogni Regione che ha applicato esenzioni o pagamenti ridotti dovrà attenersi alle disposizioni del Governo. Si teme il caos La norma sul pagamento del pieno importo per moto di interesse storico - quindi con periodo di immatricolazione tra i 20 ed i 29 anni- è ormai Giurisprudenza. La corte di Cassazione ha eliminato con una sentenza le varie deroghe regionali, con le quali, ogni...

Leggi tutto

Olio motore per la moto: come scegliere il più adatto?

Categoria : In evidenza, Pillole di Meccanica

Importante è la sostituzione periodica dell’olio, ma allo stesso tempo è importante saper scegliere la qualità più adatta. Come fare?

Elemento determinante per la vita del motore di qualunque mezzo a due o quattro ruote, l’olio motore riveste non solo l’importante funzione di raffreddamento e lubrificazione delle superfici a contatto sia radente (es. pistoni, bronzine albero motore, lobi dell’asse a cammes) che volvente (es. cuscinetti di banco, punterie a rullo), ma anche quella di proteggere gli organi meccanici interni da corrosione e la formazione delle cosidette “morchie” sulle superfici riportate.

Una regolare sostituzione quindi, anche se non si percorrono molti chilometri è sempre il modo migliore per mantenere efficiente il nostro motore. Ma come sapere la qualità dell’olio, non solo al tipo di motore, ma anche in base all’uso che ne facciamo?

  • Vediamo innazitutto da cosa è composto un olio motore:

  1. Da una “base” (sostanza solvente con proprietà lubrificante all’interno della quale sono disciolti gli additivi) può essere di origine Minerale: derivante dalla distillazione del petrolio; Sintetica: derivante da processi industriali di sintesi chimica o dal trattamento  di prodotti derivati dalla distillazione del petroli;  Rigenerata: cioè deriva dal trattamento industriale degli oli usati.
  2. Poi abbiamo gli additivi che si aggiungono alla “base” e che sono un insieme di sostanze chimiche necessarie per conferire le prestazioni al lubrificante e che ne determinano le specifiche (API, ACEA,Costruttori,ecc).
  3. infine ci sono i miglioratori delle caratteristiche reologiche: sostanze cioè che agiscono sulle caratteristiche di scorrimento del lubrificante, permettendone una buona fluidità a bassa temperatura (facilitando l’avviamento del motore a freddo) e allo stesso tempo una adeguata viscosità ad alta temperatura (requisito fondamentale per una efficace lubrificazione e protezione del motore in esercizio).

Gli elementi sopraelencati compongono l’olio motore finito, tuttavia non ne certificano la qualità.

  • Come scegliere l’olio migliore per la nostra moto e verificarne la qualità?

Bisogna innanzitutto fare riferimento alle specifiche dell’olio che vengono riassunte dalle sigle API, ACEA, Costruttori: queste specifiche stabiliscono dei requisiti minimi che il lubrificante deve possedere per essere idoneo al motore nel quale viene impiegato. Importante: sul libretto di uso e manutenzione dei veicoli viene indicata una o più specifiche di riferimento. Questo significa che per quel tipo di motore occorre un lubrificante con specifiche almeno pari o anche superiori a quelle prescritte.

  • Viscosità SAE: sono le viscosità riportate sui libretti. La scelta della viscosità giusta non dipende solo dal tipo di motore ma anche da altri fattori quali lo stile di guida, la temperatura esterna. Su una moto sportiva in genere vengono adottati gradazioni SAE più basse rispetto ad una moto da turismo ad esempio. Questo per avere minori perdite con conseguente cali di potenza. Di contro soffrono le alte tempereture, con la densità dell’olio che decresce con l’aumento delle temparature e viceversa.

Nella classificazione SAE il primo numero si riferisce alla viscosità a freddo, (es. 15W/40 , dove W sta per winter, inverno), mentre il secondo prende in considerazione quella a caldo. Attraverso la corretta lettura delle specifiche, si è in grado di capire qual è il livello minimo di qualità del lubrificante. Tuttavia, la specifica non misura di quanto questo livello viene oltrepassato e spesso, erroneamente, lubrificanti diversi ma con le stesse specifiche vengono considerati qualitativamente identici.

La scelta della viscosità di un lubrificante va operata tenendo in considerazione sia la temperatura minima di funzionamento del motore (t. invernale) che quella massima (t.estiva): è fondamentale scegliere un olio che resti sufficientemente fluido a bassa temperatura per garantire un facile avviamento, ma che assicuri ugualmente una soddisfacente viscosità quando il motore è sotto sforzo. In genere dunque se utilizziamo la moto in condizioni gravose di temperatura per periodi prolungati conviene usare un olio con gradazione più alta:  un 15W40per una moto sportiva 4t, 10w50 se la usiamo prevalentemente in pista o un 10W60 per una moto da lunghe maratone. Il 10w30 è più indicato per motori due tempi per la sola lubrificazione del cambio.

Buona norma, oltre a effettuare sempre il controllo del livello e delle condizioni dell’olio (basta osservare il colore dall’astina o dall’oblò), è quella di rivolgersi a rivenditori come shop-ricambiauto.it per avere consigli e sugguerimenti sulla qualità e le marche più note in commercio. Risparmiare in questi casi non è mai buona norma.

Lascia un commento