Michelin e la MotoGP raccontata dai protagonisti che hanno fatto la storia

Loris Capirossi, Valentino Rossi, Maverick Vinales e Carmelo Ezpeleta, i quattro protagonisti nel racconto dell’attore australiano Eric Bana a Phillip Island

Com’è il mondo delle corse visto dagli occhi di un appassionato? Quali curiosità ed aneddoti si celano dietro l’ipertecnologico e professionistico pianeta della MotoGP™. Se l’è chiesto l’attore australiano Eric Bana come un qualsiasi appassionato di moto farebbe, e grazie a Michelin che in pista sperimenta alcune delle innovazioni trasferite poi alle gomme da strada, ha potuto riportare la sua esperienza con i campioni in pista. Una passione, la sua, per i motori che l’ha portato in un viaggio nel paddock in occasione della gara mondiale di Phillip Island disputata lo scorso mese di ottobre e, grazie all’incontro con quattro protagonisti di quel mondo, lo ha raccontato in un video.

L’attore incontra i suoi miti, parla, ride scherza, cercando di capire com’è nata la passione per le corse, una passione forte ed in comune con lui. Loris Capirossi, responsabile oggi della sicurezza nei circuiti del Motomondiale, ma in passato 3 volte campione del Mondo. Loris gli confida di adorare il 2 Tempi, un motore legato agli anni dei suoi successi in 250 e 125, ma anche (forse in uno slancio di ottimismo dettato dal colloquio molto informale) che qualunque appassionato potrebbe guidare una moto da oltre 250CV. Maverick Vinales, pilota Suzuki passato in Yamaha, parla di aver inforcato la moto a 3 anni per la prima volta, e che guarda la sua Suzuki MotoGP™ con gli occhi di un bimbo felice. Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna, confessa che a 15 anni conosceva tutto sui vari modelli di moto e di automobili.

http://www.msn.com/it-it/motori/car-connections/eric-bana-al-motogp-di-phillip-island/vi-AAkp9HF

Lui, grande appassionato nonché corridore in auto quando era in giovane età, contagiato dalla passione del padre e… dall’odore dell’olio motore. E poi c’è l’incontro con Valentino Rossi. Un evento quasi incredibile per Eric. Il “dottore” gli parla delle sensazioni pure che prova nel guidare una MotoGP™ con l’entusiasmo “di un ragazzino” (come descritto da Bana), e della sua più grande passione dopo le moto: il Rally. Rossi è un grande fan delle quattro ruote su strada sterrata, anche se da piccolo ha iniziato a correre con i Go-Kart, ma “fortunatamente” per lui preferisce correre in moto.

Un incontro che ha letteralmente mandato in estasi Eric Bana, appassionato come molti, ma che ha avuto la fortuna di poter condividere la sua passione, almeno per un weekend con i protagonisti del mondo che più lo affascina. E non dimenticherà tanto facilmente questa esperienze, con gente che ha fatto di quella sua stessa passione, un lavoro. Rimanendo però sempre entusiasti di quello che fanno.

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *