La Honda Riding Assist-e va a spasso da sola

Abbiamo bisogno di una moto che non ha bisogno di noi?

Il prototipo Honda unisce l’ecologia alla tecnologia più incredibile che abbiamo mai visto

  • Il fai da te

Se le auto a guida autonoma si sono affermate come frontiera tecnologica del futuro, il mondo della moto non sta a guardare e la Honda dà seguito alla Riding Assist, presentata a Las Vegas l’anno scorso, con la Riding Assist-e, dove la “e” sta per electric. Ma se l’alienante utilizzo quotidiano dell’auto favorirebbe la diffusione di vetture autonome, non si può dire la stessa cosa delle moto, che vengono scelte proprio per il piacere di guidarle.

La Riding Assist-e è una moto elettrica in grado di stare in equilibrio da sola, sia in movimento che da ferma. Per questa funzione, invece dei giroscopi, la Honda utilizza dei sensori messi a punto e collaudati con il famoso robottino Asimo. Rispetto alla moto dell’anno scorso, che derivava da una normale NC 750 R, la Assist-e ha linee davvero estreme, da space bike. Illazioni dall’estero ipotizzano che il sistema di auto bilanciamento potrebbe vedere presto le catene di montaggio, addirittura sulla prossima Goldwing, un mezzo pesantissimo che potrebbe dare un senso concreto a questo sistema

Ecco il video di lancio della Riding Assist a benzina

1 Commento

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *