Caschi ai raggi X: Airoh Valor, lo sportivo

Airoh punta sulla sportività senza penalizzare il prezzo

Un’altra azienda che dalla “Helmet Valley” di Bergamo si impone a livello mondiale

  • Airoh

La produzione di caschi italiana è concentrata nelle valli bergamasche, dove la Airoh ha sede vicino al fiume Brembo. E’ qui che Antonio Locatelli, nel 1986, comincia a produrre caschi per altre aziende finchè, nel 1997,  fonda la Airoh, che in questi vent’anni si è affermata come realtà di livello internazionale, vincendo 72 titoli mondiali. Le caratteristiche principali dei caschi Airoh sono la calzata rotonda, i materiali di qualità, il design un passo avanti alla concorrenza ed un potente rapporto qualità prezzo, come nel Valor in prova oggi

  • Il Valor da fuori

La prima cosa che colpisce del nostro Airoh è la forma, complessa ed aerodinamica come un casco di altissima gamma, invece il Valor è un integrale entry level nel quale, come per il design, troveremo tanti particolari di categoria superiore. Anzitutto le prese d’aria, ben 6 anteriori con due estrattori posteriori: la presa sulla mentoniera e le due sulle tempie sono facili da usare con i guanti, la frontale invece è leggermente più difficile. Ai due ai lati della mentoniera troviamo due bocche fisse, con dei convogliatori simili a quelli dei caccia da combattimento. Non dimentichiamo che la calotta in termoplastica è stampata in due misure e gli interni sono sfoderabili e lavabili. Nella taglia L, la nostra bilancia si è fermata a 1604 g.

  • La visiera

La visiera è un concentrato di raffinatezze, anzitutto è molto spessa, antigraffio, con i margini arrotondati per una potente sensazione di solidità, poi il meccanismo di sgancio rapido ha delle molle per premerla contro il casco quando è in posizione chiusa. Purtroppo manca un sistema per tenere lo spiffero aperto in autostrada, ma abbiamo la predisposizione Pinlock ed incorporato nella linguetta alzavisiera c’è un innovativo dentino per bloccarla quando è giù! Che velocità pensano di farci raggiungere? Peccato che la SHARP non abbia ancora assegnato stelle a questo casco.

  • Su strada

Tutto nel piccolo Airoh sembra fatto come un casco da MotoGP, anche l’imboccatura leggermente stretta. Guidando si apprezza la visibilità della visiera ultra-wide e la silenziosità, anche a velocità medio – elevate. Certo tante prese d’aria hanno pregi e difetti e per non sentire rumori bisogna comunque chiudere qualcosa. Il flusso d’aria però è massiccio ed aiuterà nelle giornate estive. La chiusura micrometrica non consente l’uso in pista del casco, ma anche la forma della calotta, molto protettiva dietro il collo, ostacola un poco nella posizione di guida da 300 all’ora. In compenso il casco è molto ben bilanciato in testa, con una lievissima prevalenza all’anteriore come i caschi da naked.

  • In conclusione

Airoh aveva in mente un casco molto preciso: un supersportivo per ragazzi, con tante soluzioni supertecniche per chi vorrebbe indossare qualcosa di simile al casco di Marc Marquez, ma senza sforare il budget. Certo tutti possono comprarlo ed usarlo, anche su uno scooter 50, ma se siete giovani, tifosi di MotoGP o SBK e guidate una piccola sportiva, beh, il Valor è fatto apposta per voi. Considerando la dotazione il prezzo di listino è quasi troppo basso: va dai 119 ai 139 € a seconda delle grafiche, per di più non sarà difficile trovare qualche piccolo sconto.

SicurMOTO.it ringrazia per la gentilezza e la pazienza Due Ruote, dealer Airoh per Napoli. Riavrete presto indietro il vostro casco… forse www.dueruoteaccessori.it

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *