Caschi ai raggi X: AGV K5 S, l’equilibrato

Carbonio, fibra di vetro e solida tradizione italiana per il vostro primo casco di alta qualità

Il K5 aggiunge una S e diventa ancora più sicuro e rifinito, ma anche comodo e pratico da usare

  • AGV K-5 S da capire

Sicuro, leggero e bello da vedere, il K-5 è un casco sportivo/turistico con calotta stampata in due misure in CAF, un sandwich di fibra di carbonio e fiberglass, con una linea disegnata per la velocità ed ottimizzata in galleria del vento. Il nostro casco pesa 1470 grammi con una impressione generale di grande robustezza, anche torturando un pò il casco non si sentono cedimenti o scricchiolii dalle parti aggiunte. In realtà il profilo è lo stesso del K-3 (che abbiamo già provato QUI) , ma l’aggiunta di uno spoilerino posteriore migliora l’aerodinamica in velocità, come i caschi da corsa. La ventilazione si affida ad un estrattore  posteriore richiudibile, a tre ingressi davvero grandi sulla fronte ed ai tradizionali “baffetti” della AGV, che sfruttano la forma a punta della mentoniera per convogliare più aria all’interno. AGV non ha dimenticato la levetta, al centro della mentoniera, per tenere aperta la visiera di un paio di mm. L’interno nasconde la calotta interna in polistirolo ed ha un’aria molto professionale, con tanto di predisposizione per indossare gli occhiali da vista. Di quelli da sole non c’è bisogno visto che il K-5 S monta una visierina fumè. La visiera a sgancio rapido è predisposta per la lente Pinlock (fornita con il casco) ed ha una sola linguetta di sollevamento a sinistra. La chiusura a doppia D è la chicca finale di un casco tradizionale e ben rifinito.

  • AGV K-5 S da indossare

La bella imbottitura mantiene le promesse e ci accoglie morbidamente. Il casco è facile da indossare, ha un ampio spazio davanti al mento ed è disponibile dalla S alla XXL, con la M divisa in MS ed ML (la nostra taglia di oggi). La visibilità è ottima ai lati ed in alto, solo la mentoniera con il classico profilo dritto fa perdere un po’ di visibilità in basso. La visierina parasole, controllata da una levetta a sinistra della visiera, ha un funzionamento perfetto e si maneggia con facilità. Molto più complesso aprire e chiudere le prese d’aria, solo quella centrale alta è facile da maneggiare con i guanti: le laterali non offrono appigli  e quella sulla mentoniera si comanda dall’interno, operazione difficile in marcia con la retina antivento. La ventilazione però è potente e piacevole. Su strada tocchiamo con mano il grande lavoro di aerodinamica della AGV: la resistenza è minima, anche girandoci ai lati non avvertiamo nessun effetto vela ed il casco è sempre stabile sia dietro il cupolino che con l’aria in faccia. La capacità di infilarsi nel vento aiuta anche a digerire i lunghi percorsi ed è così che il K-5 S si candida per il mototurismo. Il bilanciamento sul capo è leggermente anteriore (nonostante la spessa imbottitura posteriore visibile ai raggi X), quindi adatto alle moto naked o alle maxienduro ed anche il labbro aerodinamico sul bordo posteriore non aiuta nella posizione in carena, ma con il K-5 nessuno pretendeva di correre in SBK. In autostrada il casco non brilla in silenziosità, ma è un livello perfettamente sopportabile.

  • In conclusione

AGV vuole essere presente in tutte le fasce di mercato ed il K-5 S è la porta di ingresso dei caschi in fibra. Non vanta soluzioni esoteriche ma, anche se viene prodotto dagli stabilimenti cinesi della AGV è un ottimo esempio di scuola italiana, moderno nella progettazione, elegante nelle linee, raffinato nei materiali e sicuro, con quattro  importanti stelle SHARP. Cosa ci è piaciuto: la ventilazione, il meccanismo che solleva la visiera di 2 mm ed il comfort, frutto della ottima aerodinamica e degli interni morbidi. Cosa non ci è piaciuto: i meccanismi di apertura delle prese d’aria. Il prezzo di listino del K-5 S va dai 349,95 € del nero lucido ai 449,95 della grafica VR46 (che a noi non piace). Come sempre ci sono ampi margini di sconto.

 

 

SicurMOTO.it ringrazia il dealer Dainese ed AGV di Napoli DEA Moto, che continua a prestarci i caschi ma li rivuole sempre indietro. Ragazzi, tra poco è Natale… intanto visitate il loro sito www.deamoto.it

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *