SWM, Moto Morini e la Guerra dei Cloni

Morini Bialbero Corsa Corta vs bicilindrico Shineray, scoprite le differenze

La più classica delle imitazioni cinesi può scatenare una battaglia legale con Moto Morini

  • Lo scandalo

Nei giorni scorsi la Shineray ha presentato i motori destinati alle prossime SWM, marchio italiano recentemente rilanciato con capitali cinesi. Gli esperti però hanno colto una somiglianza sospetta tra il bicilindrico 1200 Shineray ed il Bialbero Corsa Corta 1200 che la Moto Morini impiega dal 2005.

A questo punto Motociclismo, sempre puntuale e ben informato, è scivolato pubblicando che “SWM si è avvalsa della collaborazione di Franco Lambertini (padre del “vecchio” bicilindrico a V di 344 della 3 ½ e dell’ultimo Bialbero Corsa Corta della Milano) per sviluppare il motore […] Il nuovo bicilindrico da 1.200 cc SWM verrà dunque installato su nuovi modelli della Casa varesina e successivamente verrà fornito anche a Moto Morini”.

  • La risposta

Immediata la smentita della Morini, che alla base del nuovo faticoso rilancio societario, ha messo proprio l’italianità dell’intero progetto. Da Casalecchio di Reno infatti è arrivato subito un comunicato stampa
Moto Morini smentisce ufficialmente e con decisione ogni tipo di notizia pubblicata dalla stampa relativa ad un accordo con la cinese Shineray o SWM per la fornitura del nostro motore Bialbero 1200 CorsaCorta. Smentito anche il percorso comune di sviluppo del bicilindrico […] La proprietà esclusiva del motore Bialbero 1200 CorsaCorta è di Moto Morini che lo ha progettato ed aggiornato negli anni, fino all’ultima evoluzione alla normativa Euro 4″

nel quale addirittura annuncia azioni legali
“Nonostante Moto Morini sia attenta al mercato e a possibili collaborazioni, ha già incaricato i propri legali per tutelare la proprietà intellettuale dell’azienda, valutare eventuali danni che possano scaturire da questi comunicati senza alcun fondamento nonché porre in essere tutte le dovute azioni nei confronti di chi li ha divulgati in completa autonomia decisionale”

  • Il frutto del peccato

In realtà pare (ma a questo punto il condizionale è d’obbligo) che anche il progetto Shineray nasca dalla penna di Franco Lambertini, creatore del Bialbero Corsa Corta “originale”. Sarà da capire se i brevetti dai quali è coperto il motore siano intestati al progettista o alla casa motoclistica, ma resta una questione da legali. Per gli appassionati si annuncia l’imbarazzo della scelta tra due moto allestite con motori davvero “molto simili” ma sicuramente vendute a prezzi molto diversi.

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *