Caschi ai raggi X: il cinturino

Ogni cinturino ha il suo sistema di chiusura, con pregi e difetti: non sottovaluteteli

Nella scelta del tipo di casco da comprare dobbiamo valutare con attenzione che sistema di chiusura può essere il più adatto al nostro tipo di utilizzo, le conseguenze di uno sbaglio potrebbero essere davvero fastidiose

Il casco ha il compito di proteggere la testa, ma non può farlo se non è ben fissato e chiuso. Il sistema di chiusura però non viene quasi mai considerato importante, capiamo quali tipi di fibbie esistono in commercio e quali sono vantaggi e svantaggi.

  • Fast Lock o Sgancio Rapido

Sotto questo nome vengono commercializzati una serie di sistemi, più o meno basati tutti su uno o più denti di chiusura e molle di azionamento. Si va da serrature simili a quelli delle cinture di sicurezza delle auto, fino a sistemi come quelli degli zaini da scuola. Sono sistemi pratici e veloci, ma il meccanismo di sgancio va sempe premuto o fatto scorrere ed a volte è molto piccolo, quindi può risultare difficile azionarlo con i guanti. Questi sistemi non agiscono sulla lunghezza finale del cinturino, che si regola tramite un doppio passante. I sistemi Fast Lock, però stanno pian piano scomparendo dal mercato.

  • Micrometrico o Microlock

Si tratta del sistema più semplice e diffuso, in pratica una linguetta dentellata viene infilata nel sistema di chiusura fino alla lunghezza desiderata. Per sganciare il casco con questo meccanismo bisogna solo tirare il fermo e quindi nessun problema nè per chi lo deve fare con i guanti, nè per chi è poco pratico. In questo caso, comunque, sempre meglio spiegare un attimo il meccanismo prima di far indossare il casco al vostro amico imbranato. La chiusura micrometrica cambia anche la lunghezza finale del cinturino, ma il doppio passante è sempre presente per una regolazione più accurata.

  • Doppio anello o Doppia D

E’ il sistema più affermato ed anche l’unico accettato per l’utilizzo in pista, quindi viene riservato ai caschi più sportivi. Pur non essendo immediato come i sistemi automatici, non è difficile da usare come molti temono e con un minimo di pratica si può manovrare velocemente anche con i peggiori guanti. Rispetto agli altri sistemi non prevede il doppio passante perchè agisce sulla lunghezza del cinturino, quindi l’estremità libera ha un sistema aggiuntivo (di solito un bottoncino, ma abbiamo visto anche calamite) per non svolazzare in giro.

  • Quale scegliere?

Diciamo che una prima selezione ce la fanno direttamente le case, che decidono il sistema a seconda del tipo di casco ed ormai a parte i modelli più sportivi, la gran parte della produzione nazionale ed internazionale ha adottato la fibietta micrometrica, che rispetto al Fast-Lock è più semplice da usare e gestisce anche la lungezza del sottogola, che ricordiamolo: deve sempre essere stretto in modo da poter infilare un paio di dita sotto il mento. Il doppio anello però resta la soluzione più raffinata e prestigiosa, ma sopratutto la più sicura. Non avendo parti meccaniche, infatti, non si può bloccare nè sganciare per caso durante una caduta, in più consente un controllo accurato della tensione del cinturino ogni volta che infiliamo il casco.

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *