Caschi ai raggi X: X-Lite X-661, il piccoletto

Il compatto X-Lite ha caratteristiche inteligenti per il turismo, ma non solo

Sport o Touring? X-661 non disdegna ne l’uno ne l’altro… e nemmeno la città

  • X-661 da guardare

La sagoma allungata all’indietro è la moda del momento ed X-Lite non sfugge, aggiungendo alla calotta dell’X-661 una simpatica aletta posteriore, che funziona anche da estrattore d’aria. Le dimensioni generali però non ne risentono, perchè la calotta stampata in tre misure consente di ridurre gli ingombri. Il logo sul perno della visiera impreziosice la vista laterale, con il meccanismo dello sgancio rapido semplice e robusto. Sul lato sinistro del casco troviamo la levetta per la visiera parasole ed integrato nel meccanismo, c’è il comando del gancio che può bloccare la visiera in posizione chiusa (da pista) o in posizione aperta di pochi mm, una soluzione che apprezziamo sempre. L’interno, ovviamente sfoderabile e lavabile, è di un bel nero-rosso integrale, che nasconde la calotta interna in polistirolo. Sempre a sinistra ecco il tappetto di gomma per il sistema di comunicazione N-Com, uno dei più avanzati sul mercato, del quale dobbiamo parlarvi una volta o l’altra.

  • X-661 in testa

L’imbottitura del turistico italiano non richiede contorsionismi, è morbida, regolare e l’ampia imboccatura del casco facilita il movimento. In una parola l’X-Lite è un casco da infilare e sfilare anche mille volte al giorno. Lo spazio per le orecchie è buono ed i guanciali accolgono bene gli occhiali. Il bilanciamento del casco è neutro, ma noi avvertiamo una lievissima predominanza posteriore, una soluzione da moto carenata che però si adatta bene anche alle naked e riposa il collo. Il cinturino a doppio anello è un grande classico, spaventa i neofiti ma è sempre il miglior sistema in circolazione e dopo averlo utilizzato se ne apprezza la regolazione perfetta intorno al collo e la sensazione di sicurezza. La trama della calotta esterna in carbonio, kevlar e fibra di vetro, fuse in resina epossidica si vede bene nelle nostre radiografie, il risultato è un casco leggero e resistente, se la nostra bilancia si è fermata a 1380 g.

  • X-661 su strada

La ventilazione dell’X-Lite 661 ha una struttura tradizionale, con una presa d’aria centrale sulla mentoniera, due frontali ed un estrattore posteriore centrale. Tutte sono facili da manovrare con i guantoni invernali, che useremo ancora per pochi giorni. Il flusso d’aria è molto ben direzionato ma concepito per un uso turistico, quindi adatto più alle alte velocità che ad andatura di passeggio. L’aerodinamica è ben curata, non risente delle turbolenze e girando la testa (anche ad alta velocità) non si avverte nessun effetto vela. L’insonorizzazione è più che sufficiente per viaggiare bene, ma sentendo il rumore del motore come piace ai motociclisti. La grafica del “nostro” X-661 è un grigio-nero opaco tono su tono, che può piacere o non piacere ma sulle naked sta da paura. Se avete un’anima a colori o se temete il sole di Ferragosto, X-Lite propone il 661 in bianco, nero o una lunga serie di grafiche compresa la fighissima finitura metallizzata dell’X-661 Extreme Titantech, senza dubbio il più bello di tutti. Il prezzo di listino varia di conseguenza da 350 € a 419,99€, ma ne vale la pena.

SicurMOTO.it ringrazia i ragazzi di Due Ruote accessori ed abbigliamento moto, dealer NOLAN ed X-Lite per Napoli e Provincia. Visitate il loro sito www.dueruoteaccessori.it

Non ci sono commenti

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *